Trani teatro clown

TRANI TEATRO CLOWN
Festival Internazionale

Fino all’11 luglio workshop, seminari, spettacoli e tanta mangia per la prima edizione del Festival che punta i riflettori sull’importanza del clown nella vita di ognuno

Trani teatro clown. Fino all’11 luglio seminari, incontri e spettacoli

Sta riscuotendo notevole successo di pubblico la Prima Edizione del Trani Teatro Clown – Festival Internazionale partita il 6 luglio nella bellissima città pugliese.

Tantissimi i partecipanti, soprattutto bambini, che hanno preso parte alle attività in programma nei primi tre giorni.  La manifestazione continua fino all’11 luglio con tanti spettacoli, workshop e seminari.

Grande attesa per “Il clown sociale post pandemia. Nuove strategie d’azione” un importante incontroche il 9 luglio si terrà presso Polo Museale di Trani.

Interverranno esponenti del mondo socio-sanitario del territorio e non solo i quali, attraverso le loro professionalità e le loro esperienze sul campo, si confronteranno sull’importanza dell’intervento del Clown per il benessere del paziente e le nuove prospettive dopo il superamento del Covid.  

Gli ospiti andranno a costruire nuove mappe dentro le quali inserire interventi per far sì che figure come il clown sociale possano sempre più essere efficaci e stare al fianco degli ultimi.

Molti altri i workshop e incontri che arricchiscono il cartellone: dal 9 all’11 luglio alle 9.30 si svolger il workshop di clownerie “Assaggi di clown” condotto da Sara Gagliarducci presso Villa Guastamacchia. Mentre alle 10.00, la Villa Comunale farà da cornice al workshop body percussioni “Riprendiamo il ritmo” con Maurizio Giordo. Alle 10.30 “Rumors. Il rumore e il legame per la materia” condotto da Monsieur David a Villa Guastamacchia.

Protagonisti indiscussi dell’intera manifestazione sono gli spettacoli teatrali portati in scena da grandi artisti nazionali ed internazionali.

Il 9 luglio la festa di apertura al pubblico del Trani Teatro Clown presso la Villa Comunale darà il via ad una tre giorni di show.

Si parte con “In Valigia…” di e con Mario Barnaba il giocoliere abile nel destreggiarsi con i più insoliti attrezzi. Polli di gomma, uova, spazzoloni per l’igiene dei sanitari, sturalavabos e altre curiose cianfrusaglie, senza comunque tralasciare le classiche, palline, palloni e clavette.

In scena anche “Ali” di e con Sara Gagliarducci. Ali è il risultato di uno studio che parte dal linguaggio del clown e approda nello spettacolo inteso come luogo di incontro e di relazione.

La creazione ha seguito un percorso di ricerca su campo con prove aperte in diversi contesti (scuole, strada, centri di accoglienza, case private, parchi pubblici) per dar vita ad uno spettacolo che, dialogando con chi lo guarda e con lo spazio, possa generare azioni vive in scena.

Ore 22:00 “Com’è nato il Giullare” di e con Maurizio Giordo della Compagnia Gurdulù Teatro Uno spettacolo coinvolgente, in cui il registro aulico e popolare si intreccia in una narrazione bilingue, ritmico-sonora, corporea.

Una storia ricca di comicità toccante, il riso si mischia al pianto, la ricerca di una sana empatia col pubblico e tutto quel che c’é intorno alla scena, contribuirà a rendere la giullarata un evento sempre unico.

E tutto il racconto, riscritto intrecciando l’asprezza e la ritmicità del dialetto portorrese-lingua dei sentimenti- alla ricerca del contrasto e armonia con la più mormida e vocalica lingua italiana, é arricchito dai quei mezzi: strumenti musicali, mimo, giocoleria, micro magia che rendono il giullare un essere multiplo.

Il 10 e l’11 luglio alle ore 22.00 in scena “La dans du pied. Apriti alla gioia” di e con Federica Gumina e Monsieur David. Sei racconti contemporanei che si svolgono in un luogo dove il tempo non esiste e che, proprio per questo, racchiude in sé tutti i tempi insieme.

Un universo nero che un’incantevole sfilata di personaggi riempirà di colori. Sognatori inguaribili che sanno che siamo creatori della propria vita.  Perché il Feet Theater è rendere visibile l’invisibile. Emozioni a piede libero. Fantasia che diventa realtà

L’intera manifestazione è stata organizzata da Il Treno del Sorriso e patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia BAT e dal Comune di Trani.

La direzione artistica, affidata a Urbana APS, ha fortemente voluto la partecipazione di tantissimi ospiti provenienti da tutta Italia e da altri Paesi, ma altrettante sono le realtà associative socio-culturali del territorio coinvolte in questa prima edizione: la FNC – Federazione Nazionale Clown Dottori, l’associazione Urbana APS.

CONTATTI

Fb https://www.facebook.com/traniteatroclownfestival

Biglietti https://bit.ly/3qV83A7

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon