Opening Night

Teatro Argentina

5 e 6 ottobre ore 21

Opening Night di Marcos Morau è un omaggio al teatro che miscela realtà e visionarietà

Opening Night lo spettacolo di Marco Morau e de La Veronal, la compagnia di Barcellona fondata più di dieci anni fa, di cui è regista, coreografo e designer di scene, luci e costumi, è un omaggio di grande impatto visivo ed emotivo al teatro e allo spettacolo dal vivo in genere.

Il titolo rimanda all’omonimo di film di John Cassavetes in cui vita intima e vita artistica si scontrano nell’animo della protagonista.

E’ cosi che intende lo spettacolo in generale Morau: la vita pratica di un artista e il suo percorso artistico, sono strettamente collegati.

Nel suo lavoro è possibile ritrovare la vita personale dell’artista, le proprie paure, i propri desideri in un impianto visivo, fisico, coreografico e scenico di grande effetto.

La composizione coreografica di Morau è legata alla tradizione del teatro-danza, ma la stessa viene rivoluzionata dalla sua straordinaria visionarietà.

In Opening Night, il teatro viene visto e vissuto da dentro e da dietro: la scena si apre con la prima donna che, a fine spettacolo, esce sul palco per ricevere gli applausi.

Vestita di un elegante abito di velluto nero, tiene tra le braccia un grande mazzo di rose rosse. Accoglie gli scroscianti applausi e fa i suoi ringraziamenti in una lunga e commossa dichiarazione appassionata che è un inno d’amore per il teatro e per il pubblico.

Successivamente la scena si ribalta; il sipario si apre e svela un secondo  sipario che viene fato calare dall’alto e che cela il retro palco di un teatro: muro grezzo, cavi elettrici, luci tecniche, contatori, griglie di areazione e porte.

Un via vai continuo e convulso di personaggi bizzarri lo anima, delineando  un racconto delle esperienze che solo il teatro può riservare.

La bravura dei danzatori è sorprendente; la loro tecnica sopraffina; i movimenti, precisissimi, creano immagini e figure, raccontano storie ed emozioni.

Vibrano, all’unisono o più spesso in contrasto gli uni con gli altri, e in quel vibrare c’è tutta la passione per questo mondo.

Nel loro danzare, volare e vibrare, nelle continue entrate e uscite da quelle porte, i danzatori svelano le aperture del teatro, le sue botole e i personaggi che lo animano.

Morau è riuscito a creare un mondo surreale in cui movimento e immagine si abbracciano e si fondono. 

Eppure, l’impressione è che qualcosa di tetro, di oscuro continui ad aleggiare sui personaggi di questo magico carosello.

Come se una certa oscura malinconia pervadesse sempre il cuore di tutti.

Il pubblico ha decretato il successo di Opening Night con applausi lunghi e commossi.

Il Teatro Argentina era colmo non solo di appassionati, ma di addetti ai lavori, artisti, danzatori, coreografi e tantissimi giovani provenienti da molte accademie che sono usciti da teatro commentando estasiati e con le lacrime agli occhi.

Crediti

Idea, direzione artistica e design: Marcos Morau
Coreografia: Marcos Morau in collaborazione con i performer
Performer: Mònica Almirall, Valentin Goniot, Núria Navarra, Lorena Nogal, Shay Partush, Marina Rodríguez
Testo: Carmina S. Belda, Violeta Gil, Celso Giménez
Assistente alla regia: Mònica Almirall
Consulenze artistiche: Roberto Fratini
Direzione tecnica: David Pascual
Light designer: Bernat Jansà
Direttore di scena, macchinari ed effetti speciali: David Pascual
Sound design: Juan Cristóbal Saavedra
Scenografia: Max Glaenzel
Costume design: Sílvia Delagneau
Sartoria: Mª Carmen Soriano
Maschere: Juan Serrano – Gadget Efectos Especiales
Produzione e logistica: Cristina Goñi
Gestione della produzione: Juan Manuel Gil Galindo
Co-produzione: La Veronal, Teatre Nacional de Catalunya, Centro de Cultura Contemporánea Condeduque e Romaeuropa Festival
Con il supporto di: INAEM – Ministerio de Cultura y Deporte de España ICEC – Departament de Cultura de la Generalitat de Catalunya

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon