Futuro Festival 2023

10 GIORNI 

4 LOCATION

15 SPETTACOLI

2 WORKSHOP

1 TALK

1 BATTLE

1 PARTY

150 ARTISTI

direttore artistico Teatro Brancaccio Alessandro Longobardi

direttrice artistica Futuro Festival Alessia Gatta

ROMA 

dal 19 al 28 Maggio 2023

TEATRO BRANCACCIO

EVENTI DI APERTURA // 19 MAGGIO 2023

«Il futuro è negli occhi di chi guarda»

Futuro Festival 2023 – il 19 maggio via alla terza stagione con il flash mob “Opening”

Dal 19 al 28 maggio torna a Roma, con la sua terza edizione, il festival di danza e cultura contemporanea, Futuro Festival, diretto da Alessia Gatta. Ben undici spettacoli più quattro performance, che includono sette prime nazionali; oltre alle compagnie italiane, una dalla Lituania e una da Israele. 

Un grande flashmob con cento ballerini aprirà la nuova edizione. 

Dalle ore 17 via Merulana, di fronte al Teatro Brancaccio, sarà invasa da cento danzatori che animeranno le strada e persino la facciata del teatro grazie ad una giovane compagnia che si esibirà nella danza verticale. Un evento di imponente impatto visivo e di apertura del quartiere all’arte e alla cultura contemporanea, per dare avvio alla rassegna. La strada diventa un palcoscenico. Laperformance outdoor diviene una vera e propria festa che coinvolge da vicino i cittadini.

In programma prima la coreografia di Vanessa Guidolin, Greta Martucci e Dana Lozada dal titolo “Opening”, a cura di BrancaccioDanza e [Matrice]N. Alle 17.15 segue “Keeper” de “Il Posto Danza Verticale”, prima compagnia in Italia specializzata in performance su piani verticali. Nasce a Venezia dal sodalizio tra la coreografa Wanda Moretti e il musicista Marco Castelli al fine di creare spettacoli che uniscono danza, architettura e musica. 

Alle 18 – presso il Brancaccino open-air / Chapiteau – la performance creata ad hoc per Futuro Festival 2023, MIRAI (significa proprio «futuro» in giapponese). Attraverso la loro interpretazione, gli artisti fondono la danza contemporanea con l’urban dance e le discipline del nouveau cirque. Jesus Guia, testimonial 2023, coinvolge il pubblico grazie al suo personale stile experimental hip hop, tra improvvisazione e coreografia, guidato da una potente istintività. Daniele Toti e Vittoria Markov, entrambi danzatori contemporanei, esplorano la pratica, rispettivamente, dei tessuti e della roue Cyr. Questi strumenti circensi accrescono la dinamicità insita nella danza; i corpi dei performer dialogano con la materia come in un vero e proprio passo a due, dove il movimento potenzialmente non ha mai fine. Grazie allo sviluppo aereo, lo spazio teatrale evolve non solo nella tradizionale dimensione orizzontale ma conquista la tridimensionalità, slanciandosi anche in quella verticale.

Segue alle ore 18.15 la tavola rotonda “Re-movēre – il futuro è negli occhi di chi guarda”, a cura di Matilde Cortivo. Moderatrice Gaia Clotilde Chernetich. Ospiti Ricky Bonavita, Maria Luisa Buzzi, Alessandro Longobardi, Valentina Marini, Stefano Milano, Wanda Moretti, Stefano Romagnoli. 

Critici, giornalisti, intellettuali, direttori artistici, artisti e organizzatori, ma anche appassionati dialogheranno in merito al futuro della danza, condividendo il loro sapere e la loro esperienza. Un prezioso momento per discutere su come orientarsi verso il futuro, come agire per poter dare sempre più spazio alla danza dal vivo, con un’attenzione particolare alle nuove generazioni e alle possibili nuove reti di collaborazioni tra Festival ed enti del settore, per ridisegnare la diffusione e la promozione della danza italiana.

Alle 21 in programma l’esibizione della compagnia “Spellbound Contemporary Ballet” al Teatro Brancaccio dal titolo “We, us and other games” con la regia e coreografia di Dunja Jocic, la drammaturgia di Nikola Zavisic e le musiche di Renger Koning. Per la prima volta la coreografa serba-olandese Dunja Jocic firma un lavoro a serata su commissione per Spellbound Contemporary Ballet con cui aveva già collaborato nel 2016 in occasione del progetto La Mode diretto da Tomoko Mukayiama.

I recenti sviluppi dell’intelligenza artificiale hanno sconvolto il mondo, ma è chiaro che la sua evoluzione è ancora agli inizi. We, us and other games ci porta in un viaggio nella tana del coniglio nel possibile futuro che ci attende. Un padre, rimasto nel mondo analogico, si mette alla ricerca della figlia che ora vive in un gioco chiamato “The Living Project“. Quando il mondo come lo conosciamo diventa invivibile, a chi rivolgersi se non al mondo digitale? Ma che tipo di mondo potrebbe essere?

Futuro Festival 2023

PROGRAMMA

19 MAGGIO

H 17:00 – OUTDOOR / FACCIATA DEL TEATRO 

  • performance

“OPENING”

BRANCACCIODANZA + [MATRICE] N IT

  • performance

“KEEPER”

IL POSTO DANZA VERTICALE IT

H 18:00 – BRANCACCINO OPEN-AIR / CHAPITEAU 

  • performance

“MIRAI”
VITTORIA MARKOV, DANIELE TOTI, JESUS GUIA IT

  • tavola rotonda

“RĔ-MŎVĒRE”

IL FUTURO È NEGLI OCCHI DI CHI GUARDA

a cura di MATILDE CORTIVO

H 21:00 – TEATRO BRANCACCIO

  • spettacolo

“WE, US AND OTHER GAMES”
SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET IT

Coreografia DUNJA JOCIC

19 – 28 MAGGIO

IN TUTTI GLI SPAZI DEL FESTIVAL

  • workshop 

“THEATERTELLING”

 a cura THEATRON 2.0 IT

  • community

“PASSAPAROLA”

 a cura VANESSA GUIDOLIN IT

 www.futurofestival.it // @futurofestival.roma

TEATRO BRANCACCIOVia Merulana, 244, 00185 Roma  botteghino@teatrobrancaccio.it
prezzo biglietto da 18,00€ a 10,00€

19 Maggio 2023 [PRIMA NAZIONALE]

H 18:00

Brancaccino open-air / Chapiteau

Durata 15’

Titolo Performance “Mirai”

Coreografia e interpreti “Vittoria Markov, Daniele Toti, Jesus Guia [IT]”

Una Produzione Futuro Festival 2023

Foto V. Pantano

Sinossi 

Una performance creata ad hoc per Futuro Festival 2023. Il suo titolo MIRAI significa proprio «futuro» in giapponese e il suo obiettivo, ovvero porre l’accento sulla contaminazione stilistica, coincide con ciò che il Festival, fin dalla sua prima edizione, persegue. Attraverso la loro interpretazione, gli artisti fondono la danza contemporanea con l’urban dance e le discipline del nouveau cirque. Jesus Guia, testimonial 2023, coinvolge il pubblico grazie al suo personale stile experimental hip hop, tra improvvisazione e coreografia, guidato da una potente istintività. Daniele Toti e Vittoria Markov, entrambi danzatori contemporanei, esplorano la pratica, rispettivamente, dei tessuti e della roue Cyr. Questi strumenti circensi accrescono la dinamicità insita nella danza; i corpi dei performer dialogano con la materia come in un vero e proprio passo a due, dove il movimento potenzialmente non ha mai fine. Grazie allo sviluppo aereo, lo spazio teatrale evolve non solo nella tradizionale dimensione orizzontale ma conquista la tridimensionalità, slanciandosi anche in quella verticale.

Breve Sinossi

MIRAI, «futuro» in giapponese, pone l’accento sulla contaminazione stilistica. La danza contemporanea si fonde con l’urban dance e le discipline del nouveau cirque. In scena Jesus Guia, con il suo personale stile experimental hip hop, Daniele Toti e Vittoria Markov, danzatori contemporanei, esplorano la pratica, rispettivamente, dei tessuti aerei e della roue Cyr. 

Biografie artisti

DANIELE TOTI

Danzatore, coreografo e performer. Contamina la danza con il circo contemporaneo. Inizia la sua carriera nel 2006 danzando in Italia ed esibendosi poi in Europa, Medio Oriente, nelle Americhe e Asia.

JESUS GUIA

Danzatore venezuelano, nato in una famiglia di musicisti. A 16 anni intraprende un percorso di hip hop studiando con tante guest internazionali. Affermato nell’industria della danza, mixa le varie discipline della Urban dance per poi dare vita alla sua danza e al suo stile.

VITTORIA MARKOV

Ballerina e performer. Ha preso parte a diverse produzioni teatrali e programmi televisivi. Inizia a praticare Roue Cyr nel 2020 provando a fondere l’arte circense con la dinamica della danza contemporanea.

Canali Social 

INSTAGRAM: @vittoriamarkov @daniele_toti @jesus_guia10

FACEBOOK: Danieletoti – fristello.87 – vittoria.markov

a seguire

H 18:15

Brancaccino Open-air / Chapiteau

Durata 60’

Titolo Tavola rotonda “Re-movēre – il futuro è negli occhi di chi guarda”

A cura di Matilde Cortivo

Moderatrice Gaia Clotilde Chernetich 

Ospiti Ricky Bonavita, Maria Luisa Buzzi, Alessandro Longobardi, Valentina Marini, Stefano Milano, Wanda Moretti, Stefano Romagnoli. (IT)

Artwork V. Pantano

Foto M. Fusco, F. Tittaferrante, V. Lorusso, D. Innocenzi, C. Becattini

Sinossi 

Critici, giornalisti, intellettuali, direttori artistici, artisti e organizzatori ma anche appassionati dialogheranno in merito al futuro della danza, condividendo il loro sapere e la loro esperienza. Un prezioso momento per discutere su come orientarsi verso il futuro, come agire per poter dare sempre più spazio alla danza dal vivo, con un’attenzione particolare alle nuove generazioni e alle possibili nuove reti di collaborazioni tra Festival ed enti del settore, per ridisegnare la diffusione e la promozione della danza italiana.

Nella Tavola Rotonda di Futuro Festival 2023, il dibattito verterà in particolare sulla fenomenologia del pubblico teatrale, in linea con lo slogan che pone al centro lo spettatore: «il futuro è negli occhi di chi guarda». Chi sono oggi gli spettatori? Quale l’orizzonte d’attesa che precede gli spettacoli di determinati artisti e compagnie di danza contemporanea? Come è possibile mettere in pratica l’audience development?

Breve Sinossi

Critici, giornalisti, intellettuali, direttori artistici, artisti, organizzatori e appassionati dialogheranno in merito alla fenomenologia del pubblico teatrale: chi sono oggi gli spettatori? quale l’orizzonte d’attesa che precede gli spettacoli di determinati artisti e compagnie di danza contemporanea? come è possibile mettere in pratica l’audience development?

BIOGRAFIE / MODERATRICE + OSPITI

  • Gaia Clotilde Chernetich – Moderatrice 

Gaia Clotilde Chernetich è drammaturga di danza, studiosa e autrice. Si occupa di formazione, universitaria e non, come docente, curatrice e mediatrice nell’ambito delle performing arts. Scrive di danza e teatro per pubblicazioni nazionali e straniere.

FB grimilde

IG @gaia.clotilde

  • Ricky Bonavita – Artista, Docente Accademia Nazionale di Danza

Danzatore, coreografo, Direttore Artistico della Compagnia Excursus/Pindoc e del Festival TenDance. È docente di tecnica della danza contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma nonché ospite in rinomate università europee.

FB ricky.bonavita

IG @rickybonavita

  • Maria Luisa Buzzi – Direttrice Danza&Danza

Giornalista, critico di danza, studiosa, editore. Direttrice responsabile dal 2013 di Danza&Danza, in edicola dal 1986, di Danza&Danza International e danzaedanza.com. È membro del Comitato Scientifico per lo Spettacolo dal vivo della Regione Emilia-Romagna. Autrice di saggi e insegnante di Storia della danza.

FB DanzaeDanza

  • Alessandro LongobardiDirettore del Teatro Brancaccio

Negli ultimi 20 anni realizza una filiera utile al sostegno dello Spettacolo dal vivo con base principale a Roma; riapre Sala Umberto nel 2001 a cui si aggiungono Spazio Diamante, Teatro Brancaccio e Brancaccino nel 2012, Spazio Impero nel 2014, sede della scuola di teatro Stap Brancaccio. Nel triennio 22/24 cura la direzione artistica di Viola Produzioni, riconosciuto come “Centro di produzione” dal MiC, che dirige il Teatro Brancaccio, la sala Umberto e lo Spazio Diamante. All’attività di produzione, programmazione e distribuzione, si accosta quella di formazione artistica professionale nel teatro e nella danza.

https://www.teatrobrancaccio.it/
https://spaziodiamante.it/https://www.salaumberto.com/https://stapbrancaccio.com/

IG @ale__longobardi 

  • Valentina Marini Direttrice Orbita/Spellbound

Direttore Generale di Orbita|Spellbound/ Centro di Produzione Nazionale della Danza, Direttrice Artistica del Festival Fuori Programma, dal 2020 co-direttrice del Teatro Biblioteca Quarticciolo a Roma; è inoltre Presidente Aidap/ Federvivo membro dell’Ufficio di Presidenza Agis e del Tavolo permanente della Danza presso il Ministero della Cultura.

IG @valentinamarini76

  • Stefano Milano – Psicologo 

Psicologo, direttore Unità Operativa Complessa Salute Mentale Distretto VIII e Responsabile della Formazione del Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 2, già direttore Area Psicologia e Dipartimento di Salute Mentale Azienda Sanitaria Locale Toscana Sud Est.

FB stefano.milano.33

  • Wanda Moretti – Artista, Direttrice Il Posto 

Coreografa e ricercatrice, è la prima danzatrice in Italia a sperimentare la danza verticale negli anni 90, diffondendo la pratica e creando una tecnica riconosciuta. Nel 1994 fonda la Compagnia Il Posto a Venezia con la quale crea performance dove architettura e movimento si fondono in un’unica scena. 

IG @wandamoretti2020

  • Stefano Romagnoli – Spettatore Professionista 

Dal 2014 presente su Facebook con la community Spettatore professionista, che ad ora conta più di 9 mila iscritti, quale format di riferimento per il mondo teatrale. Membro del direttivo #trovafestival, testimone del “Manifesto dello Spettatore“, collabora dal 2021 con Rai Radio 3 come inviato ai Festival all’interno della trasmissione Pantagruel. Collabora con l’associazione culturale Ateatro.

http://www.ateatro.org/schema_pagina_sito3.asp

FB spettatoreprofessionista

IG @spettatoreprofessionista

 www.futurofestival.it // @futurofestival.roma

TEATRO BRANCACCIOVia Merulana, 244, 00185 Roma  botteghino@teatrobrancaccio.it
prezzo biglietto da 18,00€ a 10,00€

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon