fisico alba

Alba, 6 giugno 2021

Oltre 600 spettatori per FISICO Alba International Theatre Festival 2021: MENZIONE SPECIALE ALLA MIGLIORE PERFORMANCE a Storia di un uomo e della sua ombra 

FISICO Alba International Theatre Festival 2021: MENZIONE SPECIALE ALLA MIGLIORE PERFORMANCE a Storia di un uomo e della sua ombra

Si è concluso domenica 30 maggio FISICO Alba International Theatre Festival. Ha registrato una presenza di oltre 600 spettatori, complessivamente sulle tre giornate cominciate venerdì 28.

Dal 28 maggio fino al 30 giugno sono fruibili on demand anche i seguenti spettacoli: Papa (HONG KONG) di Theatre de la Feuille, DistanS (SPAGNA) di Vol’ e Temps, The Sensemaker (SVIZZERA) di Woman’s Move, Juan Salvador Tramoya (CILE) di La mona ilustre (www.fisicofestival.it ).

FISICO Alba International Theatre Festival èdiretto e ideato dall’Associazione Tom Corradini Teatro, Marco Sugliano e Il Teatrino di Giovanna Ginevra Stella con il sostegno della Fondazione CRC, in collaborazione con Comune di Alba e la sezione Cultura e Intrattenimento di Confindustria Cuneo, e con il patrocinio di Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, con una collaborazione internazionale con la Gran Bretagna, in questa edizione 2021, con Fringe Review, Rialto Theatre, e Voilà Festival.

Ha aperto il festival la Francia con Les Aimants di e con Sara Mangano e Pierre-Yves Massip il 28 maggio, preceduto con l’anteprima de I fratelli Lehman di e con Tom Corradini e Michele Di Dedda; il 29 è stata la volta di Storia di un uomo e della sua ombra (mannaggia ‘a mort) dei pugliesi Principio Attivo Teatro, con Giuseppe Semeraro, Dario Cadei, Leone Marco Bartolo, che ha ricevuto la MENZIONE SPECIALE ALLA MIGLIORE PERFORMANCE. A questo è seguita una replica di Les Aimants e The Kaspar Boxdalla Grecia, con replica il giorno seguente. L’opera è tratta dalla vera storia di Kaspar Hauser, con Christina Bakastathi, regia Yannis Didaskalou. Il 30 maggio hanno preceduto Kaspar Box le repliche di Fratelli Lehman e Storia di un uomo. 

Domenica 30 l’aperitivo FISICO, con la mostra dei giovanissimi Nadina Borroero e Maurizio Pirone, ha permesso agli spettatori di confrontarsi con gli artisti e i volontari coordinati da Roberto Revello.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon