cronache

Verso il ritorno

stagione estiva 2020 del Teatro di Roma

3 e 4 – 10 e 11 – 17 e 18 – 24 e 25 luglio 2020 _ Teatro India

Da venerdì 3 luglio (ore 18.30) Radio India torna al Teatro India e sempre online su spreaker.com

con una nuova versione radiofonica – in quattro weekend e in quattro capitoli  per una peregrinazione sonora di ascolti musicali, field recording, interviste, interventi lungo le sponde del Tevere,

partendo dal Teatro India e arrivando fino al mare.

RADIO INDIA_CRONACHE FLUVIALI

Partenze, Navigazioni, Avvistamenti, Mare Aperto

a cura delle compagnie di Oceano Indiano

 Industria IndipendenteMuta ImagoDom-Fabio Condemi, MK 

Daria Deflorian

ingresso libero (3 e 4 luglio lo spazio non è aperto al pubblico, sarà possibile il solo ascolto online)

Il programma fa parte del nuovo palinsesto di Roma Capitale Romarama

Dopo l’ubiquità digitale di Radio India, gli artisti di Oceano Indiano – DOM-Fabio CondemiIndustria Indipendentemk e Muta Imago, insieme a Daria Deflorian – ricominciano a irrorare il teatro in presenza con una nuova versione del progetto radiofonico, questa volta più fisico, performativo e collettivo: Cronache Fluviali, che in quattro weekend – 3 e 410 e 1117 e 1824 e 25 luglio, di cui solo primo weekend non prevede pubblico – e in quattro capitoli – PartenzeNavigazioniAvvistamentiMare Aperto – traccerà una peregrinazione sonora di ascolti musicali, field recording, interviste, interventi lungo le sponde del Tevere, partendo dal Teatro India e arrivando fino al mare.

La trasmissione live andrà in onda il venerdì e sabato, dalle 18.30 alle 21.30, nel cuore della Sala Oceano Indiano, che sarà rivolta verso la porta esterna, con gli artisti visibilmente a lavoro come nella cucina di un ristorante o nella sala macchine di un transatlantico; mentre i punti di ascolto della radio saranno posizionati nello spazio esterno del Teatro India e l’ascolto prosegue sempre online su spreaker.com.

Ogni weekend di Cronache Fluviali comporrà un unico viaggio scandito in quattro tappe per incontrare corpi, suoni e paesaggi situati lungo i fiumi (dal field-recording alle interviste nei baretti), ma anche per esondare altrove e ricevere interferenze e cartoline – da Greta Garbo a Porpora Marcasciano, dal Missisippi alle rivolte in strada, da Cuore di tenebra a Warhol, dalla storia della radiofonia alle radio libere e ai radioamatori. Le singole compagnie si fondono, così, in un solo corpo che ascolta, guarda e parla, per creare un flusso radiofonico live e che produrrà 24 podcast da 1 ora come le ore di un viaggio lungo un giorno. Il fiume come luogo di passaggio e transizione, con uno sguardo alla situazione attuale e uno al muoversi dei pensieri, mentre gli storici programmi di Radio india risuoneranno in questa nuova immersione radiofonica.

RADIO INDIA ha debuttato come striscia radiofonica quotidiana il 3 aprile scorso, trasmettendo in diretta streaming su www.spreaker.it tutti i giorni (dalle ore 17 alle ore 20) e in podcast sia su www.spreaker.com che sui canali online del Teatro di Roma. Un’esplorazione sperimentale nata da Oceano Indiano che – nell’ambito del palinsesto digitale #TdRonline programmato durante l’emergenza sanitaria – ha ripensato nuove forme creative per riconvertire la ricerca artistica e avviare opportunità alternative di lavoro. Radio India è emersa dalla tessitura di pensiero e di azioni già prevista nella progettazione delle attività di Oceano Indiano; questo tempo emergenziale ne ha accelerato l’attivazione e la portata creativa, intercettando diverse correnti di immaginazione, ipotesi di lavoro e modalità di incontro con il pubblico. Radio India ha offerto formati intimi o aperti, declinati attraverso numerose rubriche quotidiane, invitando anche voci e figure che hanno attraversato il cartellone del Teatro India, nel desiderio di accendere un tempo di condivisione in cui ampliare il commento e l’approfondimento dei giorni presenti con l’immaginazione di mondi possibili.