20180302_232414

 

20180302_203735

 

“Tutto può succedere se ci credi” anche che il Musical in Italia sia Supercalifragilsitichespiralidoso!

E’ il caso di Mary Poppins Il Musical, la nuova produzione di Thomas Schumacher per Disney Theatrical Productions e Cameron Mackintosh presentatata da WEC – World Entertainment Company, basato sulle storie di P.L. Travers e sull’omonimo film di Walt Disney, con le musiche e le canzoni originali di Richard M. Sherman e Robert B. Sherman, libretto di Julian Fellowes, nuove canzoni e musica e parole aggiunte di George Stiles e Anthony Drewe.

La produzione italiana dello spettacolo è curata dal regista Federico Bellone, il supervisore musicale Simone Manfredini e la coreografa Gillian Bruce.

Traduzione e adattamenti sono di Alice Mistroni per il libretto, Franco Travaglio per i testi delle canzoni e Peritas e Amurri per i testi di alcune canzoni del film.

La storia non ha bisogno di essere raccontata: Mary Poppins è la tata più celebre del mondo che giunge a Londra, in Cherry Tree Lane, in aiuto della famiglia Banks, i cui figli, Jane e Michael, sono irrequieti e incontrollabili e hanno bisogno di qualcuno che si prenda cura di loro. Mr. Banks è troppo impegnato col proprio lavoro in banca e delega tutto alla moglie, la quale, abbandonata la sua promettente carriera di attrice per la famiglia, si trova in bilico tra l’amore di madre e moglie e il rigore che il marito impone in casa. Mary Poppins arriverà a prendere in mano a proprio modo la situazione, facendo vivere ai ragazzi tante magiche avventure che li porteranno a crescere affettivamente e mentalmente. La sua presenza, però, farà bene a tutta la famiglia, che riscoprirà il valore dell’unità e della condivisione.

Mary Poppins Il Musical è uno spettacolo meraviglioso e assolutamente imperdibile, che si avvicina moltissimo agli osannati musical di Broadway o del West End, spesso inopportunamente presi a confronto. Infatti Disney Theatrical Productions e Cameron Mackintosh hanno supervisionato ogni aspetto di questa versione italiana del musical. Lo stesso Mackintosh è volato a Milano per sovrintendere alla messa in scena, intervenendo su alcuni punti e dando il suo pieno avallo a questo straordinario allestimento.

La celebre storia di Mary Poppins viene raccontata e rappresentata in tutta la sua magia. Non manca proprio nulla: sono state inserite nuove parti precedentemente trascurate della storia e creati nuovi personaggi; ci sono tutte le canzoni ottimamente tradotte, più l’inserimento di una decina di nuovi bellissimi brani musicali.

IMG_20180303_121648

Quello che colpisce al primo impatto è l’imponenza e la straordinarietà delle scenografie di Hella Mombrini e Silvia Silvestri, davvero incredibili e degne di un grandissimo spettacolo e di un magnifico show di magia. La casa in Cherry Tree Lane 17 esce da sotto il palco e si eleva su quattro livelli girevoli, mostrando ogni volta i diversi ambienti: la cucina, il salotto dei Banks, la camera da letto dei bambini e il tetto.

A fianco al corpo centrale si muovono altri due edifici. Non mancano il parco con la fontana e la statua vivente di Neleo, la giostra e il magico viaggio all’interno di uno dei quadri di Bert. Bellissimo e di grande impatto l’uso diverso dei colori nelle scenografie che sottolinea il divario tra il mondo reale londinese, col suo cielo cupo e piovoso, e i luoghi magici e avventurosi in cui si muovono Mary, Bert, Jane e Michael, dei veri e propri acquerelli formato gigante. Le proiezioni sono solo un’integrazione all’imponente scenografia e alla quale si accompagnano senza imporvisi in maniera prepotente.

MaryPoppins_IlMusical_fotodiAlessandroPinna_DSC_5738 v2

Foto di Alessandro Pinna

Non mancano gli effetti speciali e veri e propri trucchi di magia: prima di tutto, Mary Poppins vola! Poi, sale, da seduta, il corrimano della scala; dalla sua borsa esce fuori di tutto (l’attaccapanni, lo specchio, la pianta…); tavoli e mensole rotti si ricompongono da soli; i fiori escono dal quadro di Bert e i pupazzi e i giochi dei bambini si animano (un po’ inquietante la bambola vicino la porta della camera, ma bellissimo il pagliaccio gigante che spunta sul tetto della casa).

Tra scenografie in movimento, effetti speciali e magie si muovono degli straordinari e bravissimi attori.

Giulia Fabbri è impeccabile nel ruolo di Mary Poppins e, come il suo personaggio, è “praticamente perfetta”. Già apprezzata in spettacoli come Footloose e Grease, qui Giulia ha trovato un ruolo che le appartiene in maniera totale e nel quale riesce ad esprimere pienamente la propria bellissima vocalità e ad interpretare con piglio e simpatia un personaggio che qui è più severo e sprezzante di come viene presentato nel film Disney e in questo più vicino alle storie di P.L. Travers.

C’è da dire che quasi tutti i personaggi del musical hanno una caratterizzazione psicologica più marcata rispetto a come era nel film e questo determina un maggiore impegno da parte degli attori che ha risultati visibili ed eccellenti.

Bert è interpretato dal giovane Davide Sammartano: qui al suo primo grande ruolo da protagonista (dopo Love Story), Davide sostiene brillantemente il proprio difficile ruolo: Bert, infatti, non è solo l’amico di Mary Poppins, ma attraversa l’intera storia come un narratore, una guida che accompagna lo spettatore in un fantastico viaggio e Davide riesce a fare questo dosando molto bene la sua presenza, a volte energica e incisiva, altre più leggera e delicata, ma sempre in maniera giusta e precisa.

Alessandro Parise è George Banks, padre autoritario e severo, dedito solo al lavoro, che avrà il suo momento di ritorno alla famiglia: anche qui un ruolo molto ben interpretato nel segno di un’evoluzione emotiva che si sviluppa gradualmente.

Alice Mistroni, oltre ad aver curato in maniera precisa ed efficace la traduzione e l’adattamento del libretto, è bravissima nel ruolo di Winifred Banks, attraversando con le giuste sfumature i vari passaggi emotivi del personaggio.

Straordinari i giovanissimi attori che interpretano i figli dei Banks: Margherita Rebeggiani (Jane) è straordinaria, un vero talento che chi scrive ha avuto il piacere di vedere in altri ruoli tutti molto diversi tra loro. E’ sorprendente la naturalezza con cui Margherita sembra sempre entrare in ogni personaggio, riuscendo ogni volta a caratterizzarlo e a caricarlo dall’interno, dimostrando una grande preparazione e un grande lavoro sul personaggio.

Suo compagno di viaggio in questo spettacolo è il simpaticissimo e bravissimo Stefano De Luca che infonde una grandissima tenerezza (si fa presente che i ruoli di Jane e Michael sono interpretati alternativamente da tre coppie di giovani dagli 8 ai 13 anni)

Il cast, poi, si avvale della presenza di tantissimi e validissimi artisti: Antonella Morea, è una divertentissima e pungente Mrs. Brill, grazie alla padronanza di tempi comici perfetti; Roberto Tarsi è un imbranato, ma simpatico Robertson Ay; Gipeto veste i panni dell’Ammiraglio Boom e del Presidente della Banca.

Lucrezia Zoroddu Bianco è stupenda nel ruolo di Mrs. Andrew, la terrificante tata di Mr. Banks, personaggio non presente nel film, ma introdotto nel musical originale: lo scontro magico tra Mary Poppins e Mrs. Andrew è carico di energia e sottolineato dal bellissimo contrasto di voci delle due protagoniste.

Lo spettacolo include poi la partecipazione di Dora Romano, nei panni della Vecchietta dei piccioni, in un’interpretazione davvero coinvolgente e la partecipazione straordinaria di Simona Patitucci nel bellissimo ruolo di Mrs. Corry, una donna magica, presentata come la più vecchia del mondo, nonostante l’apparenza non lo dia a vedere, che gestisce un negozio in cui si vendono conversazioni. Un personaggio a dir poco eccentrico caratterizzato in maniera eccezionale e divertentissima da Simona, truccata, acconciata e abbigliata come una vistosa ballerina brasiliana.

Bellissima, divertente e “colorata” la coreografia di Supercalifragilistichespiralidoso.

MaryPoppinsilmusical_fotodiAlessandroPinna_0651-2_LD

Foto di Alessandro Pinna

Protagonista insieme ai protagonisti è un fortissimo ensemble che sprigiona grande carica e perfetto sincronismo nell’eseguire le bellissime ed energiche coreografie di Gillian Bruce che prevedono anche numeri di tip tap. Le scene corali sono tante e sempre molto animate: molto suggestiva, anche a livello visivo, quella in cui gli spazzacamini sembrano uscire fuori in continuazione da dietro il tetto della casa.

MaryPoppins_IlMusical_fotodiAlessandroPinna_DSC_4832v2

Foto di Alessandro Pinna

Ensemble composto da: Giovanni Abbracciavento, Giorgia Arena, Federica Basso, Nico Buratta, Davide Dal Seno, Tiziano Edini, Felice Lungo, Eriika Mariniello, Marta Melchiorre, Noemi Marta Nazzeccone, Vittorio Schiavone, Andrea Spata, Margherita Toso, Nicola Trazzi.

Bellissimi i costumi di Maria Chiara Donato: austeri e old style, ma anche coloratissimi e fantasiosi.

A rendere poi ancora più meraviglioso questo spettacolare allestimento è l’Orchestra di ventisei elementi diretta dal M°Andrea Calandrini.

Mary Poppins Il Musical emoziona, diverte e coinvolge il pubblico di ogni età per due ore quarantacinque minuti: una durata lunga e rischiosa per un pubblico italiano, che, però, passa con grande piacevolezza.

E’ per il grande impegno e per l’alta professionalità di tutti che a fine spettacolo dispiace che siano davvero poche le uscite per applaudire il fantastico cast che meriterebbe di accogliere l’entusiasmo di tutto il pubblico in sala.

 

20180302_232405 20180302_232411 20180302_232359 20180302_232355 20180302_232355(0)

 

 

Promo ufficiale

 

WORLD ENTERTAINMENT COMPANY

Presenta

UNA NUOVA PRODUZIONE DI

DISNEY and CAMERON MACKINTOSH’S

MARY POPPINS

IL MUSICAL

 

Basato sulle storie di P. L. TRAVERS e sull’omonimo film della WALT DISNEY

Musica e Parole delle canzoni originali RICHARD M. SHERMAN e ROBERT B. SHERMAN

Libretto JULIAN FELLOWES

Nuove canzoni e Musica e Parole aggiunte GEORGE STILES e ANTHONY DREWE

Co-creatore CAMERON MACKINTOSH

Originariamente prodotto da CAMERON MACKINTOSH THOMAS SCHUMACHER per

DISNEY THEATRICAL PRODUCTIONS

Questa produzione è presentata grazie a un accordo con MUSIC THEATRE INTERNATIONAL (Europa)

Regia FEDERICO BELLONE

Coreografie GILLIAN BRUCE

Supervisione musicale SIMONE MANFREDINI

DAL 13 FEBBRAIO AL 13 MAGGIO 2018

TEATRO NAZIONALE CheBanca!

 

con

GIULIA FABBRI Mary Poppins DAVIDE SAMMARTANO Bert

ALESSANDRO PARISE George Banks ALICE MISTRONI Winifred Banks

GAIA FORNONI/ CARLOTTA PRANDO / MARGHERITA REBEGGIANI Jane Banks

STEFANO DE LUCA / ALESSANDRO NOTARI / ALESSANDRO PINTO Michael Banks

e con

ANTONELLA MOREA Mrs. Brill

ROBERTO TARSI Robertson Ay

LUCREZIA ZORODDU BIANCO Miss Andrew

GIPETO Ammiraglio Boom/ Presidente della Banca

Ensemble:

GIOVANNI ABBRACCIAVENTO GIORGIA ARENA FEDERICA BASSO

NICO BURATTA DAVIDE DAL SENO TIZIANO EDINI

FELICE LUNGO ERIKA MARINIELLO MARTA MELCHIORRE

NOEMI MARTA NAZZECONE VITTORIO SCHIAVONE ANDREA SPATA

MARGHERITA TOSO NICOLA TRAZZI

con la partecipazione di

DORA ROMANO Vecchietta dei piccioni

e con la partecipazione straordinaria di

SIMONA PATITUCCI Mrs. Corry

Direttore d’orchestra ANDREA CALANDRINI

Traduzione e adattamento del libretto ALICE MISTRONI

Traduzione e adattamento dei testi delle canzoni FRANCO TRAVAGLIO

Traduzione e adattamento dei testi di alcune canzoni del film PERTITAS e AMURRI

Scenografie HELLA MOMBRINI e SILVIA SILVESTRI

Costumi MARIA CHIARA DONATO

Luci VALERIO TIBERI

Suono ARMANDO VERTULLO

Parrucche MARIO AUDELLO

Coreografie GILLIAN BRUCE

Supervisione musicale SIMONE MANFREDINI

Regia FEDERICO BELLONE

 

Si ringrazia l’Ufficio Stampa della WEC nella persona di Cristina Atzori

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon