D75_2467

Torna al Teatro Brancaccio, dopo il successo della scorsa stagione a Roma e in tutta Italia, Aggiungi un posto a tavola, una delle più amate commedie musicali italiane che Alessandro Longobardi ha riportato sulle scene in tutto il suo splendore. La commedia a firma di Pietro Garinei e Sandro Giovannini è stata scritta con Jaja Fiastri tutti e tre protagonisti insuperati di un’epoca leggendaria per il teatro italiano. Le musiche, composte da Armando Trovajoli, hanno incantato intere generazioni.

Se l’edizione passata aveva lasciato molto soddisfatti e creato un effetto di dolce nostalgia, questa ripresa è all’insegna dell’entusiasmo!

Lo spettacolo, nonostante sia un classico della commedia musicale italiana esportato in quasi tutto il mondo e grandemente rappresentato, sembra non invecchiare mai, risultando sempre fresco, frizzante e attuale.

Aggiungi un posto a tavola è una produzione eccellente che affianca alla meraviglia della sua stesura originale un cast artistico di grandissimo pregio e talento.

Gianluca Guidi, che cura la messa in scena di questo spettacolo, è un grandissimo protagonista, ormai un tutt’uno col suo Don Silvestro.

Al suo fianco di un eccellente cast: Marco Simeoli è un trascinante Sindaco Crispino, personaggio caratterizzato a tutto tondo, una vera e propria maschera del teatro comico; Emy Bergamo è una straordinaria, entusiasmante e affascinante Consolazione; Piero Di Blasio è un divertentissimo Toto, personaggio ricco di colori e a cui dona personalità e umanità; la bravissima Francesca Nunzi  è Ortensia, moglie del Sindaco Crispino.

Quest’anno fa il suo ingresso una nuova Clementina, la giovane Camilla Nigro che dimostra di trovarsi perfettamente a proprio agio in una produzione così importante. Bella, fresca, spigliata, spontanea e, soprattutto, brava, è davvero giusta per questo ruolo.

Il grande Enzo Garinei testimonia la sua grande affezione a questo spettacolo e al teatro in genere prestando con grandissima simpatia la propria voce a Dio.

A concludere il cast un fortissimo ensemble di bravi professionisti di grande presenza che ballano sulle coreografie del mitico Maestro Gino Landi, assistito da Cristina Arrò.

Il Maestro Maurizio Abeni dirige l’orchestra presente in “buca”; le bellissime scenografie sono di Gabriele Moreschi, che ha adattato il progetto originale di Giulio Coltellacci con il doppio girevole e la grande arca; la bravissima Francesca Grossi ha adattato i disegni originali dei raffinati costumi.

Aggiungi un posto a tavola, nonostante il passare del tempo e le tante edizioni fatte, conferma la sua intramontabilità conservando la sua bellezza, l’attualità del  messaggio e la forza emotiva.

“Una formica è solo una formica” rimane uno dei brani più emozionanti e caldi, grazie alla sua semplicità che, però, contiene un commovente e imperituro invito alla solidarietà, così come la chiusura col reprise del tema portante, “Aggiungi un posto a tavola”, ha il potere di mettere il cuore in pace con il mondo.

 

Aggiungi un posto a tavola

Una produzione Alessandro Longobardi per Officine del teatro italiano in collaborazione con Viola Produzioni

Commedia musicale di Garinei e Giovannini

Scritta con Jaja Fiastri

Liberamente ispirata a “after me the deluge” di david forrest

Regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini

Ripresa teatrale di Gianluca Guidi

Musiche di Armando Troavajoli

Con Gianluca Guidi, Emy Bergamo, Marco Simeoli, Camilla Nigro, Piero Di Blasio, Francesca Nunzi

La voce di Gesù è di Enzo Garinei

Ensemble:  Greta Arditi, Antonio Balsamo, Vincenza Brini, Francesco Caramia, Stefano Dilauro, Nicolas Esposto, Martina Gabbrielli, Marta Giampaolino, Giampiero Giarri, Simone Giovannini, Francesca Iannì, Francesco Lappano, Gianluca Pilla, Arianna Proietti, Annamaria Russo, Alessandro Schiesaro, Ylenia Tocco

Con Orchestra dal vivo

Scenografie – progetto originale Giulio Coltellacci

Adattamento scenografico Gabriele Moreschi

Costumi – disegni originali Giulio Coltellacci

Adattamento Francesca Grossi

Disegno luci Umile Vainieri

Disegno fonico Emanuele Carlucci

Direttore di produzione Carlo Butto’

Supervisione artistica Alessandro Longobardi

Coreografie Gino Landi

Direzione musicale Maurizio Abeni

Regia originale Pietro Garinei e Sandro Giovannini

 

Si ringrazia l’ufficio stampa di Silvia Signorelli

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon