Conferenza 3

TEATRO MARCONI

LA NUOVA STAGIONE TEATRALE

2018/2019

Insegno Triestino Grosso Felice Della Corte Conferenza stampa

Riparte la stagione del teatro Marconi con cartellone ricco di spettacoli voluti dal Direttore artistico Felice della Corte. Una programmazione variegata che spazia dalla commedia al classico per accontentare tutti i gusti. Con lo slogan “Vivi da protagonista”, Felice della Corte invita il pubblico ad accomodarsi nel suo teatro e augura a tutti di trascorrere al Teatro Marconi meravigliose serate. “Sono certo che chiunque arrivi da noi si affeziona subito” afferma il direttore “è semplice, ci prendiamo cura di ogni singolo dettaglio, dal parcheggio interno, spazioso e custodito, dalle abbondanti apericene preparate ogni sera dal nostro bistrot e poi il cartellone, il vero protagonista, insieme al pubblico, di questa nuova e promettente stagione”

Si comincia il 18 ottobre con Attrazioni Cosmiche di Marco Cavallaro e Giovanna Chiarilli, in scena fino al 28 ottobre. Sul palco Marco Cavallaro, Maria Lauria, Ramona Gargano, Marco Maria della Vecchia, Maria Chiara Centorami e Marzia Verdecchi diretti dallo stesso Cavallaro. E’ il 31 dicembre, il giorno più caotico dell’anno e, all’interno di un locale gestito da amici, si intrecciano amori, storie personali e dammi di ciascuno. Ma tra risate, riflessioni e storie di amore e amicizia si scopre che non si può fare a meno degli altri.

Segue il 2 e il 3 novembre Analisi Illogica di Marco Predieri, con Giorgia Trasselli e Simone Marzola. Una commedia avvolta nella struttura e la suspense di un thriller con tutta l’ironia che può scaturire da un goffo malinteso. Ospite per una notte di una amica psicologa, la protagonista si ritroverà a fronteggiare un maldestro visitatore, armato di pistola e idee confuse. Un intreccio brillante che si snoda tra comicità e noir per un finale tutto da scoprire.

Dall’8 al 18 novembre sarà in scena uno testo di Gianni Clemente: Il cappello di carta. Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli e Marco Pratesi saranno diretti da Felice della Corte. La commedia è ambientata a Roma nel luglio del 1943 e racconta la storia di un’umile famiglia operaia. I protagonisti si troveranno ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso. Una storia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate.

A partire dal 19 novembre fino a maggio, per un lunedì’ al mese ( 17 dicembre- 21 gennaio- 18 febbraio- 15 aprile- 13 maggio) andrà in scena La Parrucchiera dell’Imperatrice- ossia la vera storia della Principessa Sissi di Franca De Angelis. Tiziana Sensi diretta da Anna Cianca dà voce in un gioco di specchi alla Principessa e alla parrucchiera, alla padrona e la serva, a due donne diverse nel destino e nelle ambizioni, ma accomunate da una stessa condizione esistenziale di infelicità.

I sorrisi del portiere di Carlo Picchiotti sarà in cartellone dal 22 novembre al 2 dicembre. Rodolfo Laganà, diretto da Claudio Boccaccini, è il portiere del sorriso che ci descrive i tratti principali dei condomini di uno stabile di Roma, mostrandoci quanto siano simili a quelli di tutti noi. Il portiere sa tutto dei suoi condomini ed è per questo che un commissario chiede a lui per primo una versione dei fatti ed Orazio, con logica fermezza, gli rivelerà la sua verità con protagonisti, moventi, vittime e colpevoli, fino ad arrivare al finale che non ti aspetti.

Una Roma di altri tempi sarà invece protagonista dal 13 al 16 dicembre con “…’Na vorta c’era Roma”, spettacolo di e con Valentina Olla. Un viaggio suggestivo nel centro della Città Eterna, tra scorci mozzafiato, chiese e sanpietrini, raccontato dal punto di vista di chi è nato in periferia, attraverso il sapore amaro di serenate, stornelli, amori tragici e sonetti di Trilussa. In scena anche Edoardo Simeone al pianoforte, Vincenzo Meloccaro al sax soprano e clarinetto, Daniele Trissati alla chitarra classica e acustica e Stefano Napoli al contrabbasso.

Tutta colpa del cuore, commedia romantica e brillante di Cinzia Berni e Luca Nannini, diretta da Felice Della Corte, divertirà e appassionerà gli spettatori durante le festività natalizie dal 27 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019. Vittorio è  un docente  di criminologia all’università e indomito playboy che, durante  una cenetta romantica con una sua allieva Clelia, ha un attacco cardiaco. A soccorrerlo è proprio la madre della ragazza, Giò, una dottoressa attraente e spiritosa. Tra i due nasce così una meravigliosa alchimia. Una commedia ironica e attuale in cui chiunque sia stato, o sarà innamorato, potrà riconoscersi.

I sentimenti saranno ancora al centro della scena dal 17 al 20 gennaio con  E tu sei bellissima di Claudio Proietti e la regia di Claudio Boccaccini. Simone Colombari e Siddhartha Prestinari interpretano una coppia di separati, Paolo e Cristina, che si rincontra casualmente in una cittadina di provincia dopo diversi anni. Un climax di ricordi li riporta prepotentemente a un passato che ancora fa male. Si crea, dunque, un vortice di ironia e un concatenarsi di battute che suscitano nello spettatore un sorriso divertito e la possibilità di riflettere sulle opportunità che la vita offre.

Dal 24 gennaio al 3 febbraio sarà la volta di un classico del teatro pirandelliano Il fu Mattia Pascal, per la regia Claudio Boccaccini, con Felice della Corte, Alessia Navarro, Siddhartha Prestinari, Paolo Perinelli, Maurizio Greco, Pierre Bresolin e Ilaria Serantoni. La versione proposta da Boccaccini si avvicina a temi di grande importanza e attualità: l’impossibilità per l’uomo di determinare la propria esistenza e la frantumazione dell’identità in una società che dimentica, sostituisce e procede senza pietà per gli individui.

Oltre ai classici del teatro vengono affrontati anche temi di grande attualità e impegno civile. Dal 7 al 17 febbraio, sempre per la regia di Claudio Boccaccini, sarà in scena Love’s kamikaze di Mario Moretti, con Marco Rossetti. La storia di Due giovani di Tel Aviv, rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea, e Abdul, palestinese, che si amano cercando di dimenticare la sporca guerra e, nello stesso tempo, confrontano e discutono le due civiltà e le diverse motivazioni che animano le due parti.

La storia della nostra penisola sarà invece protagonista dal 21 al 24 febbraio con Viaggio in Italia- Cantando le nostre radici diretto da Massimo Venturiello, con la direzione musicale di Piero Fabrizi. Un concerto-spettacolo itinerante, a cura di Tiziana Tosca Donati, Felice Liperi, Paolo Coletta, che attraversa il Bel Paese dalle Madonie della Sicilia fino alla Pontebba friulana, passando per la Maremma, il Molise Arbëreshë, la vera Napoli e che fa tappa in ogni borgo o località, per raccogliere i colori, i profumi e le voci della memoria della Musica Popolare, il tutto attraverso la musica del gruppo RadiCanti.

Un altro tema di grande attualità verrà trattato nella commedia di Bernardino De Bernardis Immigrati brava gente, dal 28 febbraio al 10 marzo. Sul palco, insieme allo stesso Bernardino De Bernardis, Angela Ruggiero, Ruddy Almada, Simonetta Milone, Francesca Di Meglio, Matteo Fasanella, Elena Verde e Antonio Coppola. Cosa succederebbe ad una famiglia napoletana se piombasse in casa un immigrato? La famiglia Croccolo, che incontrerà Omar e sceglierà di accoglierlo, sfidando le paure e la diffidenza di molti, ce lo racconterà in una commedia esilarante.

Dal 21 al 31 marzo Enrico Maria Lamanna dirigerà Elisabetta Mirra, Brenno Placido, Jacopo Carta e Matteo Bossoletti in Voci dal cortile di Edna Mazya. Uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema del bullismo fra minori, che prende spunto da un doloroso episodio di violenza avvenuto nell’estate del 1986 a Hibbutz Shomrat, nel nord Israele.

Dal 4 al 7 aprile andrà in scena 40 mq, la nuova opera di Emiliano De Martino, che lo vede protagonista insieme a Noemi Giangrande e Laura Sorel. La storia di un ragazzo alle prese con i dilemmi emotivi e sentimentali che la crescita comporta, tra situazioni paradossali e incursioni di una madre in bilico tra la classica chioccia e la progressista che vuole a tutti i costi un figlio indipendente ed emancipato.

Dal 25 al 28 aprile Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi e Alessandro Tirocchi diretti da Marco Simeoli, ci racconteranno La storia d’Ita(g)lia. I genitori di tre alunni di una scuola superiore, autori di un lavoro di gruppo sulla storia d’Italia, sono costretti dall’autoritaria professoressa D’Onofri, detta “La Merkel”, a mettere in scena proprio il lavoro realizzato dia loro filgi. Verrà così messo in luce il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Sarà l’occasione per raccontare la Storia d’Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza privarsi di spunti di riflessione.

La tragica vicenda che vide protagonista l’artista Pippa Bacca è al centro dello spettacolo Tu non mi farai del male- Pippa Bacca di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi, in cartellone dal 9 al 12 maggio. Tiziana Sensi dirige un testo che narra tra immaginazione e realtà la vita di una donna ricca di ideali che intende l’esistenza come terreno di espressione della propria arte, la cui drammatica fine l’ha resa quasi un emblema di sacra perfezione.

Chiude la stagione, dal 4 al 7 luglio, Tutto in famiglia di Murray Schisgal con la regia di Felice Della Corte. Una commedia divertente, nella più classica tradizione della drammaturgia brillante, interpretata da  Francesca Nunzi, Marco Simeoli, Marco Della Vecchia e dallo stesso Felice Della Corte, i quali danno voce e corpo a personaggi che, tra equivoci e colpi di scena, cercano maldestramente di dare un senso e un equilibrio alla loro esistenza.

Non mancano poi spettacoli per bambini e ragazzi. Il Teatro Marconi dedica infatti una programmazione per i più piccoli con un ricco, interessante e appassionante cartellone che va da novembre a maggio: Harry Potter e la scuola dei maghi, Artù e la spada nella roccia, Il Grinch e la magia del Natale, E vissero tutti felici e contenti, Shrek, La Favola di Natale, Cappuccetto Rosso vol.1, Hercules, Malefica e La Bella Addormentata nel Bosco, Notte al Museo, Un’emozione per amica- Storia di un’ordinaria bambina da Inside-Out, La favolosa favola di Scemarella, Il mondo di Oz, Avengers missione Principesse Initaly War, Maui… Oceania, Cappuccetto Rosso vol.2, Barbablù, Il Libro della Giungla, I figli dei cattivi, Mary Poppins e Mr. Banks.

Grande attenzione anche alle scuole, il Teatro Marconi propone, inoltre, spettacoli pensati e scritti per specifici livelli scolastici, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti e i giovani al teatro, offrendo anche  la possibilità di stabilire giornate specifiche secondo le esigenze delle scuole stesse, tenendo conto della disponibilità del Teatro e delle compagnie teatrali. Il ciclo di spettacoli destinato alle scuole di diversi ordini e gradi è composto da rappresentazioni con valore didattico e non solo, spesso inserite nelle stagioni serali di numerosi teatri romani e nazionali. Per i più piccoli propone Frozen…La regina delle nevi, Il Grinch e la magia del Natale, Il Mago di Oz, Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico, Un’emozione per amica, Artù e la spada nella roccia, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Esopo e Fedro (Le Favole)Hercules; mentre per gli istituti superiori titoli come  Aspettando Godot, Il Fu Mattia Pascal, La foto del carabiniere, Love’s kamikaze, Progetto “Companies Talks”.

 

Teatro Marconi

viale Guglielmo Marconi 698e (parcheggio interno)

Biglietto Intero 20.00 Ridotto 14.00

spettacoli dal Giovedì, Venerdì e Sabato ore 21,00

Domenica ore 17,30

www.teatromarconi.it – info@teatromarconi.it – tel 06 59.43.544

Foto: Agnese Ruggeri

 

 

STAGIONE

dal 18/10/2018 al 28/10/2018

ATTRAZIONI COSMICHE

di Marco Cavallaro e Giovanna Chiarilli

regia Marco Cavallaro

compagnia Esagera

con Marco Cavallaro, Maria Lauria, Ramona Gargano, Marco Maria della Vecchia, Maria Chiara Centorami, Marzia Verdecchi

 

La vita a volte ci mette alla prova, e lo fa continuamente. In amore, nel lavoro, nelle amicizie, nelle tragedie, nelle risate e anche nei silenzi. Quando però tutto questo accade, nello stesso istante, non sai più a che Santo rivolgerti e allora non resta che rimboccarsi le maniche e cercare di fare.

Ci troviamo nel giorno più caotico dell’anno: il 31 dicembre. Cosa succede se nella più totale frenesia, all’interno di un locale, gestito da amici, gli amori s’intrecciano, le storie personali di ognuno trovano sfogo nei drammi dell’altro?

Si ride, ci si riconosce nelle storie, si fa il tifo per l’uno o per l’altro personaggio, ci si emoziona per quello che si desidera nella vita, si crede nell’amicizia… perché in fondo ognuno ha un disperato bisogno di qualcun altro.

 

 

dal 02/11/2018 al 03/11/2018

ANALISI ILLOGICA

Di Marco Predieri

Compagnia ALTROVE TEATRO

Con Giorgia Trasseli e Simone Marzola

 

Certi incontri proprio non te li aspetteresti mai! Ma quando il destino decide di burlarsi di te … allora o provi a riderci sopra, o pensi alla vendetta … o ricorri in analisi, tuo malgrado! Questa nuova commedia ha la struttura e la suspense di un thriller con tutta l’ironia che può scaturire da un goffo malinteso, ma da quale parte verterà il finale è tutto da capire. Ospite per una notte dello studio, con cameretta e cucinotto annessi, di un’amica psicologa, la nostra protagonista, la splendida Giorgia Trasselli, si troverà a fronteggiare un maldestro visitatore, con tanto di pistola e le idee un po’ confuse, introdottosi dalla finestra in cerca di … chiarimenti … circa la propria situazione sentimentale. un perfetto sconosciuto, forse uno squilibrato, dal quel certo la signora non si aspetterebbe mai di raccogliere rivelazioni che potrebbero costringerla a rivedere le proprie stesse convinzioni. Un intreccio brillante, che si colora di comicità e sfumature noir in un crescendo vorticoso che mette in gioco tutti i talenti dei suoi due splendidi interpreti.

 

 

dal 08/11/2018 al 18/11/2018

IL CAPPELLO DI CARTA

di Gianni Clementi

regia Felice Della Corte

compagnia Mania Teatro

con Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli, Marco Pratesi

 

Il cappello di carta di Gianni Clementi, uno degli autori contemporanei più apprezzati e rappresentati del momento, è una commedia ambientata a Roma nel luglio del 1943 e racconta la storia di un’umile famiglia operaia. Protagonisti della vicenda sono Leone un semplice muratore che deve quotidianamente combattere con l’anziano padre Carlo, un nonno autoritario e un pò svanito,  la moglie  Camilla che non sopporta più le stranezze del vecchio, la sorella Anna, vedova e in cerca di sistemazione, il figlio Candido, che di  sporcarsi con la calce non ne vuole sapere, la figlia Bianca alle prese con la stagione dell’amore ed il suo pretendente Remo.

Le tipiche dinamiche familiari ,i piccoli drammi quotidiani, i sogni e gli screzi si trasformano in battute esilaranti. E’ la romanità con la sua schiettezza, la sua indolenza e la dissacrante ironia a farla da padrona. Clementi sa intrecciare in maniera magistrale la piccola storia di questa famiglia con la storia con la esse maiuscola. I nostri protagonisti si troveranno, così, ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso.

I veri protagonisti de Il Cappello di carta sono i sentimenti. Una commedia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate.

 
19 novembre – 17 dicembre – 21 gennaio – 18 febbraio – 18 marzo – 15 aprile – 13 maggio

LA PARRUCCHIERA DELL’IMPERATRICE- OSSIA LA VERA STRORIA DELLA PRINCIPESSA SISSI

Di Franca De Angelis

Regia Anna Cianca

Con Tiziana Sensi

Da novembre 2018 a maggio 2019 un lunedì al mese ore 21.00
Sissi e Fanny. La principessa e la parrucchiera. La padrona e la serva.
Due donne diverse nel destino e nelle ambizioni, ma accomunate da una stessa condizione esistenziale di infelicità, si raccontano attraverso la voce di un’unica attrice, in un gioco di specchi in cui di volta in volta si scambiano i ruoli di vittima e carnefice, fino all’epilogo in cui una delle due soccomberà. Ma quale delle due, non è scontato.
L’imperatrice d’Austria e la sua umile ma ambiziosa parrucchiera si rivelano in fondo entrambe vittime di un mondo dominato dagli uomini, in cui a loro, donne, è consentito solo di vagheggiare il destino che vorrebbero, e non di costruirlo.

 

 

dal 22/11/2018 al 02/12/2018

I SORRISI DEL PORTIERE

di Carlo Picchiotti

regia Claudio Boccaccini

con Rodolfo Laganà

 

Rodolfo Lagana’ con I sorrisi del portiere ci descrive la quotidianità di un palazzo di Roma, delineando con tenerezza simpatica ed ironia tagliente i pregi e i difetti dei suoi condomini lasciando intravvedere un grande spaccato di romanità.

Nei panni di Orazio Parini, il portiere del sorriso, descrive i tratti principali dei condomini mostrandoci quanto siano simili a quelli di tutti noi. Il portiere sa tutto dei suoi condomini ed è per questo che un commissario chiede a lui per primo una versione dei fatti ed Orazio, con logica fermezza, gli rivelerà la sua verità con protagonisti, moventi, vittime e colpevoli, fino ad arrivare al finale che non ti aspetti.

Un monologo che darà una lettura differente ad un tema di profonda attualità. Lo spettacolo è un crescendo pieno di nostalgia e rimpianto per quelle vecchie abitudini e quei piccoli gesti che sembrano ormai scomparsi,  che fanno pensare ai quadri di Roma sparita.

Vi regalo un sorriso, quello genuino della mattina, che è molto meglio di qualsiasi cappuccino” l’unica vera vitamina della giornata!

 

 

dal 13/12/2018 al 16/12/2018

…’NA VORTA C’ERA ROMA

Di e Con Valentina Olla

Regia supervisione artistica: Elena Sofia Ricci

Compagnia UAO Spettacoli

consulenza musicale : Francesco Fiorini e Stefano Volpes

arrangiamenti: Edoardo Simeone
Valentina Olla porta in scena la Roma de’na vorta. Il sapore dolce amaro di serenate e amori tragici, la canzone romantica e lo spirito pungente tutto romano dello stornello, racconti personali e sonetti di Trilussa, accompagnano il viaggio di chi, nata in periferia, scopre il suggestivo centro della città eterna, fatto di tetti, chiese, sanpietrini e scorci mozzafiato e, rimasta senza parole, può solo cantare. In scena anche Edoardo Simeone al pianoforte, Vincenzo Meloccaro al sax soprano e clarinetto, Daniele Trissati alla chitarra classica e acustica e Stefano Napoli al contrabbasso, accompagnano Valentina in questo percorso musicale fatto di contaminazioni linguistiche verso il tango, il flamenco e lo swing, in cui la suggestione dell’antico si fonde con la modernità e l’emozione sboccia in una risata e in un canto.

 

 

dal 27/12/2018 al 06/01/2019

TUTTA COLPA DEL CUORE

Di Cinzia Berni e Luca Nannini

Regia Felice Della Corte

Compagnia Mania Teatro

 

Vittorio è  docente  di criminologia all’università, indomito playboy  che non si è mai sposato e per tutta la vita non ha mai frequentato una donna che avesse più di 30 anni. Durante  una cenetta romantica con una sua allieva Clelia, ha un attacco cardiaco. A soccorrerlo è proprio la madre della ragazza: Giò; una dottoressa attraente e spiritosa,  che accetta con intelligenza ed ironia il passare del tempo. Si divide tra il suo ruolo di madre e  la sua professione di medico, da tempo non pensa più a legarsi sentimentalmente . All’inizio il rapporto tra i due è di  antipatia reciproca. Presto però Vittorio si scopre attratto da Giò, e si accorge che i suoi sentimenti sono ricambiati. Vittorio è debole e ha bisogno di conforto, Giò è tenera e protettiva. Tra i due nasce una meravigliosa alchimia. Ma il lupo perde il pelo…
Tutta colpa del cuore è una commedia dove chiunque sia, o sia stato, o sarà innamorato, potrà riconoscersi. E’ una storia sul tempo che passa e gli innamoramenti che restano.  Non è solo  una commedia sentimentale, ma anche divertente, ironica e attuale

 

 

dal 17/01/2019 al 20/01/2019

E TU SEI BELLISSIMA

Di Claudio Proietti

Regia Claudio Boccaccini

Con Simone Colombari e Siddhartha Prestinari

aiuto regia Eleonora di Fortunato

 

Sono passati diversi anni da quando Paolo e Cristina si rincontrano casualmente in una cittadina di provincia, a metà strada tra Roma e Milano. Si tratta di uno di quegli incontri che si aprono con frasi di circostanza – “Cristina, che ci fai qui?”, “Paolo, ma che coincidenza!!” – ma nei quali fin dal primo sguardo si coglie tutta l’intensità del non detto, tutta la carica emotiva di sentimenti rinnegati, forse repressi, ma in fondo mai dimenticati.
“E tu sei bellissima” altro non è che un climax di ricordi, di prepotenti ritorni a un passato che, dietro l’apparente ironia divertita di una coppia divorziata da anni, ancora fa male: ogni periodo, ogni frase, ogni parola pronunciata dai due ex amanti nasconde altre parole, altre frasi, altri periodi, in un concatenarsi di battute e di malcelate critiche reciproche che suscitano nello spettatore un sorriso divertito, ma allo stesso tempo gli concedono la possibilità di una riflessione sulle opportunità, colte o mancate, che la vita offre.

 

 

 

dal 24/01/2019 al 03/02/2019

IL FU MATTIA PASCAL

di Luigi Pirandello

regia Claudio Boccaccini

compagnia Associazione Culturale Nostos

con Felice della Corte, Alessia Navarro, Siddharta Prestinari, Paolo Perinelli, Maurizio Greco, Pierre Bresolin e Ilaria Serantoni

 

La storia è nota. Mattia Pascal vive una vita difficile sia dal punto di vista matrimoniale che economica – dopo aver dissipato l’eredità del padre. un giorno si ritrova a vincere un’ingente somma alla roulette. Tornando verso casa scopre di essere stato identificato nel cadavere di un suicida e decide di cogliere l’occasione di sparire abbandonando l’identità di Mattia Pascal, cui associa l’idea di fallimento, per iniziare una nuova vita con il nome di Adriano Meis. Ben presto si accorgerà di trovarsi al di fuori da tutte le convezioni sociali: non ha documenti perciò non può denunciare i torti subiti, né sposare la donna di cui si è innamorato. Frustrato da questa insopportabile situazione decide di tornare alla sua vecchia vita inscenando il suicidio di Antonio Meis. Tornato a casa però scopre che la sua vecchia vita non c’è più e che ormai non è nient’altro che il fu Mattia Pascal. L’adattamento dei registi porta in scena uno spettacolo che spesso assume i toni divertenti della commedia sfruttando al meglio la presenza nel romanzo di elementi teatrali e di una sintassi vicina all’oralità. La versione proposta da Boccaccini si avvicina a temi di grande importanza e attualità: l’impossibilità per l’uomo di determinare la propria esistenza e la frantumazione dell’identità in una società che dimentica, sostituisce e procede senza pietà per gli individui.

 

 

dal 07/02/2019 al 17/02/2019

LOVE’S KAMIKAZE

di Mario Moretti

regia Claudio Boccaccini

con nome da definire  e Marco Rossetti

 

Tel Aviv, oggi. Due giovani rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea, e Abdul, palestinese, si amano cercando di dimenticare la sporca guerra e, nello stesso tempo, confrontano e discutono le due civiltà e le diverse motivazioni che animano le due parti. Una conclusione tanto inaspettata quanto dotata di tragica verosimiglianza e di emblematica forza dimostrativa sugella lo spettacolo, condotto da Claudio Boccaccini e interpretato da Euridice Axen e Marco Rossetti.

Love’s Kamikaze si innesta naturalmente nel fertile ceppo dell’attualità e dell’impegno civile, a dimostrazione che il teatro non racconta solo favole, ma può essere anche carne, viscere, sangue della nostra impietosa esistenza. E soprattutto, può portare un mattone, una pietra, un granello di sabbia per la costruzione dell’edificio della pace. Un discorso utopistico? Senza dubbio. Ma le utopie dei deboli sono le paure dei forti. Perché l’utopia è l’anticipazione di una ricerca che deve solo superare le strettoie del presente.

Note di regia

Quando 10 anni fa portammo in scena per la prima volta “Love’s Kamikaze”, pensammo che quello fosse il periodo più giusto per raccontare una storia d’amore che avesse come scenario il conflitto arabo-israeliano. A dieci anni di distanza la questione arabo-israeliana è purtroppo ancora al centro delle tragedie mondiali e, anzi, lontana dal mostrare anche solo lievi segni di pacificazione – complice probabilmente una miope e sciagurata politica internazionale che ha portato ulteriore destabilizzazione in un contesto estremamente critico – si tinge quotidianamente di nuovi inquietanti sviluppi.

Love’s kamikaze”, nella nuova edizione stavolta affidata alle interpretazioni di Euridice Axen e Marco Rossetti, continua quindi a mostrare la sua tragica attualità e rappresenta oggi, da parte nostra, la disperata volontà di continuare a contrapporci alle barbarie e alle ingiustizie con le uniche armi a nostra disposizione: il teatro e la poesia.

CLAUDIO BOCCACCINI

 

 

dal 21/02/2019 al 24/02/2019

VIAGGIO IN ITALIA- CANTANDO LE NOSTRE RADICI

Di A cura di Tiziana Tosca Donati, Felice Liperi, Paolo Coletta

Regia Massimo Venturiello – Direzione musicale Piero Fabrizi

Con RadiCanti

 

Viaggio in Italia è un concerto-spettacolo itinerante che attraversa il Bel Paese dalle Madonie della Sicilia fino alla Pontebba friulana, passando per la Maremma, il Molise Arbëreshë, la vera Napoli e che fa tappa in ogni borgo o località̀, per raccogliere i colori, i profumi e le voci della memoria della Musica Popolare.
Viaggio in Italia riscopre e riporta alla luce un patrimonio musicale trascurato, che parla della nostra Storia, di diversità e ricchezza, di regionalità, dialetti, di emigrazione e lavoro, di dignità e bellezza, affidando alla canzone popolare il racconto delle nostre radici, in un arco di tempo che va dal 1200 circa ai primi del Novecento.

dal 28/02/2019 al 10/03/2019

IMMIGRATI BRAVA GENTE

di Bernardino De Bernardis

con Bernardino De Bernardis, Angela Ruggiero, Ruddy Almada, Simonetta Milone, Francesca Di Meglio, Matteo Fasanella, Elena Verde, Antonio Coppola,

Voce Annuncio: Salvo Miraglia

 

Cosa succederebbe ad una famiglia napoletana, animata da continue beghe interne, se piombasse in casa un immigrato? Uno di quelli che affrontano traversate del continente africano e del mare che lo separa dall’Italia per approdare in un paese nuovo, di quelli che lasciano dietro di sé storie di privazioni e hanno davanti solo scommesse?

Lo scoprono la famiglia Croccolo ed il capofamiglia Salvatore, che incontrerà Omar e sceglierà di accoglierlo, dargli un lavoro e un’opportunità, sfidando le paure imperanti e la diffidenza che nel nostro tempo annida ovunque.

E allora, tra siparietti e tranche de vie, battibecchi proverbiali con la suocera, sempre pronta a redarguirlo, e il figlio Roberto, impegnato in una crociata di conquista di talent e reality, si srotola una “commedia sulle paure sociali”, alimentata da una napoletanità energica e fantasiosa, che mostra, attraverso piccole e continue deflagrazioni comiche, la poesia del quotidiano

 

 

dal 21/03/2019 al 31/03/2019

VOCI DAL CORTILE

di Edna Mazya

regia Enrico Maria Lamanna

compagnia Golden Show

con Elisabetta Mirra, Brenno Placido,Jacopo Carta,Matteo Bossoletti

 

Nell’estate dell’86 una violenza dolorosa fu perpetrata a Hibbutz Shomrat nel nord Israele. L’intero paese fu scioccato. Questo tragico e vergognoso fatto fu ispirazione per il più famoso e il più grande successo teatrale mai scritto nella drammaturgia israelita. Un testo che pone a confronto uomo/donna, donna/uomo, amico/amica, essere umano/solitudine. Oggi in Italia raccontiamo questa storia. 5 attori, che hanno dai 24 ai 28 anni, interpretano una storia di giochi erotici tra istinto e buchi affettivi adolescenziali, “che prendono troppo la mano”, tra rumori notturni, altalene, palloni, giochi di ragazzi violati sotto una luna piena.

E a sorpresa i ragazzi e la ragazza diventano gli avvocati, la difesa, l’accusa del giorno dopo.

Un altalena vuota dondola sola, fa un rumore… come un lamento infinito in cerca di un perché. Uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema del “subbullismo” fra minori .

 

 

dal 04/04/2019 al 07/04/2019

40 MQ

Di Emiliano De Martino

Compagnia EDM Produzioni

Con Emiliano De Martino, Noemi Giangrande e Laura Sorel

Scene e costumi: Red Bodò
Grafica: Palmira Pugliese
Foto: Alessandro Bachiorri – Stefano Ciccarelli
Tecnico audio e luci: Marco D’Amelio

 

40 mq è la nuova opera di Emiliano De Martino, che ha come protagonista un ragazzo… cioè un adulto… no, meglio un ragazzo… insomma un uomo alle prese con le decisioni e le scelte connesse al suo crescere, con i dilemmi emotivi, sentimentali e affettivi che questo comporta.
Tra situazioni paradossali ed incursioni di una mamma in bilico tra la tipica chioccia tutta di stampo italiano e la progressista alla Vanity Fair che vuole a tutti costi un figlio maturato ed emancipato (secondo gli stereotipi televisivi, però…), l’opera strizza l’occhio ad un interrogativo tutto contemporaneo per quanto antico: quali siano il contenuto e il significato dell’espressione “sostanza individuale di natura razionale” (Boezio) che va a determinare la persona e che oggi più che mai è oggetto di dibattiti a volte accesi e controversi.
Le pennellate di romanticismo non melenso e di sguardi carichi di prospettive che vanno a valorizzare la bellezza, che caratterizza ogni essere umano, lasceranno il pubblico non solo con domande importanti sulle quali riflettere, ma con un sorriso di non stucchevole dolcezza.

 

 

dal 25/04/2019 al 28/04/2019

LA STORIA D’ITA(G)LIA

di Tirocchi, Paniconi e Pallottini

regia Marco Simeoli

compagnia A.M.O.

con Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi

 

Giovanni Persichetti in arte Rocco Jeckerson, Andrea Mangano e Michele Tarantino sono i genitori di Janis, Tancredi e Oronzo, tre alunni di una scuola superiore, autori di un lavoro di gruppo sulla storia d’Italia. Incoronata D’Onofri detta “La Merkel”, autoritaria professoressa, decide di rendere il compito dei ragazzi un copione da mettere in scena e coinvolge i tre papà costringendoli a recitare. Giovanni, Andrea e Michele dovranno preparare lo spettacolo e affrontare la spietatezza della Merkel, inflessibile e apparentemente senza macchia. Durante le prove scopriremo il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Sarà l’occasione per raccontare la Storia d’Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza privarsi di spunti di riflessione.

Se Romolo e Remo avessero avuto un terzo fratello? Se Giulio Cesare alle Idi di Marzo non fosse andato al Senato ma avesse marcato visita? Se l’Unità d’Italia si fosse decisa per un capriccio di Anita?

 

 

dal 09/05/2019 al 12/05/2019

TU NON MI FARAI DEL MALE- PIPPA BACCA

Di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi

Regia Tiziana Sensi

Compagnia Associazione Tearca

 

“Spose in viaggio”, l’ultimo progetto artistico di Pippa Bacca, ha inizio l’8 marzo 2008 a Milano: insieme ad un’altra artista attraverserà in autostop e vestita da sposa 11 paesi in guerra per concludere il viaggio a Gerusalemme. Contro ogni pregiudizio ed ogni barriera, deve essere un messaggio di pace e di fiducia nell’altro, ricco di simbologie e di amore per la vita in cui gli stessi abiti delle due artiste diventano le tele sulle quali le esperienze del viaggio si imprimono giorno dopo giorno. La sera del 31 marzo 2008 diventa invece il peggiore ribaltamento delle aspettative iniziali: Pippa viene violentata e uccisa a Gebze in Turchia. Il testo vuole raccontare tra immaginazione e realtà una donna di grandi idealità che intende la vita come primo terreno di espressione della propria arte e la cui tragica fine, piuttosto che smentirla, fa restare per sempre sublimata in una figura che reca le stimmate e la perfezione del mito.

 

 

Dal 04/07/2019 al 07/07/2019

TUTTO IN FAMIGLIA

Di Murray Schisgal

Regia Felice Della Corte

Compagnia Mania Teatro

Con Francesca Nunzi, Marco Simeoli, Marco Della Vecchia, Felice Della Corte

 

Uno scrittore di successo, con tre divorzi alle spalle, e il suo migliore amico, lasciato dalla moglie, decidono che è ora di farla finita con le donne e vogliono orientarsi verso nuovi orizzonti sessuali; una divertente commedia nella più classica tradizione della drammaturgia brillante, i cui protagonisti si arrabattano maldestramente nel tentativo di dare senso ed equilibrio alla loro esistenza.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon