Empty Stage --- Image by © William Whitehurst/CORBIS

COMUNICATO STAMPA                                                                     Milano, 12 settembre 2018

PACTA . dei Teatri – stagione 2018-2019

viviAMO IL TEATRO

Al PACTA SALONE con 77 titoli, 3 progetti speciali su donne, diritti, musica, teatro ragazzi e un Festival di Teatro e Scienza: dal 18 ottobre inizia la terza stagione nel Primo Teatro Metropolitano di Milano

 

Il PACTA SALONE, Primo Teatro Metropolitano, in via Ulisse Dini 7 a Milano, apre la sua terza stagione il 18 ottobre 2018, dal titolo viviAMO IL TEATRO – L’evoluzione del desiderio: 77 spettacoli, 197 aperture di sipario, 12 produzioni PACTA . dei Teatri, 3 progetti speciali (DonneTeatroDiritti, pactaSOUNDzone, Parapiglia TeatroInFamiglia) e il Festival ScienzaInScena Atto √2. Una stagione appassionata, percorsa dalla vocazione vera del Teatro, che non esclude nulla e accoglie ogni diversità.

 

“Vero motore positivo e filo rosso, L’evoluzione del desiderio è pensato come tema portante per sviluppare sempre più un teatro dalla forte connotazione innovativa, che, strapazzando e contaminando i propri codici linguistici, sia costantemente ‘in divenire’, anche restando nel rispetto della tradizione. – racconta la direttrice artistica Annig Raimondi – Un teatro che dia sempre spazio ai giovani talenti della scena italiana come a compagnie e artisti di livello nazionale e internazionale, coniugando le proposte artistiche senza dimenticare le istanze sociali per un teatro dell’inclusione. Inoltre, non ultimo, un teatro aperto alle realtà del quartiere, il Municipio 5, e della Città metropolitana di Milano, che vedono in questa sala un punto di riferimento e un argine contro il declino delle periferie”.

 

La Stagione 2018-2019

Anche questa edizione mantiene la formula di un cartellone disciplinato per progetti ma variegato, per tutta la famiglia, dove ognuno possa scegliere gli spettacoli che corrispondono ai suoi gusti e trarne vantaggi e scoperte.

La nuova stagione apre con quattro giorni di festa legati al tema della diversità. Insieme alla compagnia Carolina Reaper, in residenza presso il PACTA SALONE, due spettacoli, dal 18 al 19 ottobre 2018 IN.TER.NOS, dove da una quotidianità che pretende di mostrarsi rassicurante emergono sfumature di debolezze e fragilità, e dal 20 al 21 ottobre 2018 L’INDULGENZA DEL LATTE, con tre storie ambientate nel futuro prossimo. Gli spettacoli si intrecceranno a eventi extra con installazioni fotografiche, dj-set, trucchi, tarocchi e altre amenità. Il mese di ottobre si chiude con un altro spettacolo della Vetrina contemporanea: dal 25 al 28 ottobre 2018 ICARO – L’ultimo volo, un invito all’ascolto degli ultimi di Salvatore Arena con Luca Fiorino.

 

New classic

Da questo momento ha inizio il percorso della stagione New classic dedicato ai grandi maestri: dal 7 all’11 novembre 2018, ROSSO MALPELO, in prima milanese, con Salvo Valentino e Pietro Cucuzza della Compagnia dei Giovani di Catania, una storia di giovane vita nei campi di Sicilia di fine Ottocento narrata dalla penna di Giovanni Verga; dal 13 al 18 novembre 2018, in prima assoluta, YOURCENAR/CLITENNESTRA da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar, con Debora Zuin, la regia di Paolo Bignamini, una produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi, dove Clitennestra rivendica le ragioni del suo delitto attraverso un’autodifesa che chiama in causa i fantasmi più profondi; dal 21 novembre al 2 dicembre 2018 torna IL CUSTODE, il più rappresentativo testo di Harold Pinter con la regia di Riccardo Magherini, produzione PACTA . dei Teatri; dal 14 al 16 dicembre 2018 incontriamo Fabrizio De Andrè e la sua rivisitazione dell’Antologia di Spoon River in LA COLLINA DI SPOON RIVER E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ una produzione Il Sipario Strappato e Antico Teatro Sacco con musiche e canzoni eseguite dal vivo. Seguono poi tre spettacoli: dal 18 al 22 dicembre 2018, in prima assoluta, i segreti dell’anima di Maria Gaetana Agnesi in NÉ BRUTTA NÉ BELLA, Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi, di e con Maria Eugenia D’Aquino, a concludere il palinsesto del Comune di Milano Avrei voluto conoscerla! per le celebrazioni in occasione dei 300 anni dalla nascita di Maria Gaetana Agnesi, matematica, filosofa e benefattrice milanese; dal 10 al 20 gennaio 2019 una produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri con la regia di Paolo Bignamini e la drammaturgia di Fabrizio Sinisi, IL MAESTRO E MARGHERITA (Voland/Pilato/Gli Amanti) a partire dal capolavoro di Michail Bulgakov; infine dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019, altra prima assoluta, MADAME BOVARY di Gustave Flaubert per la scrittura scenica di Annig Raimondi anche interprete con Antonio Rosti, la lotta tra ciò che vorremmo essere e ciò che effettivamente siamo.

L’ultima parte della sezione New classic si sviluppa al termine della stagione: dal 3 al 7 aprile 2019 un concerto spettacolo dove le canzoni di Franco Battiato si uniscono alle parole di Luigi Pirandello in BATTIATO|PIRANDELLO – L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI con Paolo Scheriani; dal 9 al 18 aprile 2019 la coproduzione di PONTOS Teatro –PACTA . dei Teatri con CANDIDO (ovvero L’ottimismo) di Voltaire con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi e la regia di Annig Raimondi; dal 3 al 19 maggio 2019 LA COMMEDIA DELLA VANITÀ una commedia umana composta nel 1934 dallo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la Letteratura nel 1981, una produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia, con la regia di Annig Raimondi. Chiude infine la stagione dall’11 al 21 giugno 2019 VENERE & ADONE Shakespeare e musica, il poemetto in stile alto del bardo, con traduzione di Roberto Sanesi, portato sul palco con la regia di Riccardo Magherini in una produzione PACTA . dei Teatri.

 

Al centro della nuova stagione un Festival e un Progetto speciale: ScienzaInScena Atto √2, la seconda edizione del festival scientifico che nasce dal patrimonio dello storico progetto TeatroInMatematica giunto al suo sedicesimo anno e il Progetto DonneTeatroDiritti al suo decimo anno.

 

Festival ScienzaInScena Atto √2

Il Festival scientifico ScienzaInScena Atto √2 presenta dal 5 al 17 febbraio 2019 6 titoli, un workshop teatral matematico, una mostra/installazione, incontri, libri e 4 spettacoli dedicati ai ragazzi.

“Un festival all’insegna dei grandi anniversari, – annuncia la curatrice Maria Eugenia D’Aquino – i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Ed è proprio a Leonardo che è dedicata l’edizione di quest’anno e la nostra nuova produzione teatralscientifica che aprirà la rassegna”: LEONARDESCO E SFUMATO sperienze e artifizi, del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro, dal 5 al 6 febbraio, in prima assoluta, con Riccardo Magherini e Maria Eugenia D’Aquino, spazio e lighting design Fulvio Michelazzi, musiche originali Maurizio Pisati, uno spettacolo/performance in cui, intorno alle visioni rivoluzionarie del grande genio, lighting design, musica, colore, scienza e teatro si intersecano in una miscela ‘esplosiva’; segue dall’8 al 10 febbraio 2019 FLY ME TO THE MOON un testo di Andrea Brunello, con Laura Anzani e Andrea Brunello, regia di Fabrizio Visconti, una produzione Arditodesìo, Jet Propulsion Theatre, una novità in anteprima nazionale, per celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna. L’11 febbraio 2019, prodotto da PACTA . dei Teatri, SCIENZIATE NEL TEMPO: Sara Sesti, autrice del libro omonimo, matematica ricercatrice insieme all’attrice Maria Eugenia D’Aquino conduce lo spettatore in un viaggio per conoscere le donne protagoniste della storia della scienza. Il 13 e 14 febbraio 2019 L’UOMO CHE PESÒ IL TEMPO, il laboratorio di Henry Cavendish, scienziato ecclettico con la sindrome di Asperger, che, sul finire del ‘700, determinò sperimentalmente il peso del pianeta Terra, in una produzione Nuove Cosmogonie Teatro. Il 15 febbraio 2019, solo presso il Planetario di Milano, GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE un incontro con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, con letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino, tra antichi testi e spettacolari immagini, alla scoperta dell’aldilà celeste dei faraoni egizi. Chiude il Festival il 16 e 17 febbraio 2019 COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA…SPAZIO! una produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi, creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi, uno spettacolo di teatro danza dedicato alla scoperta dell’Universo, un viaggio fantasioso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle.

 

Il Tεatr0inMatεmatica, da cui nasce il festival, l’originale iniziativa di PACTA . dei Teatri, nata nel 2002 da una felice intuizione di Maria Eugenia D’Aquino, attrice e direttrice artistica del progetto, e rivolto esclusivamente alle scuole, si svolgerà quest’anno per la prima volta interamente presso il PACTA SALONE. Un progetto che traduce i concetti matematici, apparentemente astrusi, in personaggi e trame avvincenti, attraverso cui si svelano i retroscena che hanno tracciato, nel corso della storia, il percorso della conoscenza.

 

Progetto DonneTeatroDiritti

A seguire festeggia i suoi dieci anni il progetto DonneTeatroDiritti. Sguardi fra conflitti e integrazioni, mosso dalla questione, sempre più attuale, di tener conto dei diritti e delle libertà delle donne e dei soggetti cosiddetti ‘altri’, oltre ai diritti economici e sociali, e “dal desiderio – spiega Annig Raimondi sua curatrice – di creare un territorio della Cultura delle diversità e dell’inclusione che, attraverso spettacoli, incontri, mostre, letture e proiezioni, organizzati in stretta collaborazione fra le diverse associazioni partner del progetto, incrementi lo scambio di conoscenze e stimoli il dibattito sull’argomento”. DtD 2019 propone sguardi incrociati su queste problematiche: dal 19 al 24 febbraio 2019 FOREIGN (Il film che nessuno è mai riuscito a fare) uno spettacolo di attori-clown sui migranti, con la regia e l’ideazione di Carlo Maria Rossi e Daniel Romila, una produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con HouseClowns. Lo spettacolo sarà accompagnato dalla mostra multimediale: “NUOVE GENERAZIONI. I VOLTI GIOVANI DELL’ITALIA MULTIETNICA” con il patrocinio di MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore, una mostra multimediale che regala un viaggio dentro l’universo delle “nuove generazioni”. Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019, in prima assoluta, LUCREZIA E LE ALTRE, Dal mito le origini della violenza di genere, regia Maurizio Schmidt, con Elisabetta Vergani e Silvia Romani, una produzione Farneto Teatro: un coro di tre voci, un’attrice, una studiosa di mitologia classica, una musicista, per andare a ritroso alle origini della nostra cultura occidentale per riportare alla luce voci, pensieri, miti che hanno forgiato il pensiero della violenza di genere. Dal 5 al 10 marzo 2019 nella stessa serata si susseguono due spettacoli con la regia di Fabrizio Arcuri: MAX GERICKE di Manfred Karge con Angela Malfitano, la storia vera di Ella Gericke, nella Germania del secolo scorso, una donna vedova a vent’anni di un operaio gruista che, non sapendo come sbarcare il lunario, si è semplicemente sostituita al marito, morto di cancro, per non perdere quel posto di lavoro, fino a dimenticare la propria identità, e LA CHIAVE DELL’ASCENSORE di Ágota Kristóf, con Anna Paola Vellaccio, la storia, drammatica e crudele, di una donna tenuta sotto sequestro dal proprio marito che, con l’aiuto di un medico compiacente, infierisce su di lei sottoponendola a orrende mutilazioni. Torna a Milano dal 13 al 15 marzo 2019, al ventesimo anno di repliche, uno degli spettacoli cult di Annig Raimondi LA TERRA DESOLATA (The Waste Land) di Thomas Stearns Eliot. Sabato 16 marzo lo spettacolo conferenza HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI a cura di Monica Macchi, un progetto web di storia orale che ricostruisce la partecipazione delle donne alla rivoluzione egiziana del 2011 attraverso otto monologhi. Dal 20 al 24 marzo 2019 in collaborazione con il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi e Regione Lombardia, torna BACCANTI REWIND da Euripide con la drammaturgia di Maddalena Mazzocut-Mis e la regia di Annig Raimondi e Paolo Bignamini, in collaborazione con ScenAperta – Altomilanese Teatri e l’Università degli Studi di Milano: il percorso a ritroso della vicenda de “Le Baccanti” per cercare una nuova luce. Dal 27 al 31 marzo 2019 termina il progetto DonneTeatroDiritti LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea, una produzione TrentoSpettacoli: Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita e rivive la sua esistenza in un dialogo immaginario e profondo con Cassiopea, la costellazione della dea africana.

Parte del progetto sulle Donne e i Diritti saranno anche alcune serate a ingresso libero organizzate in collaborazione con alcune Università di Milano: il 5 novembre la proiezione di corti palestinesi NAZRA Palestine Short Film e dal 6 maggio per tre lunedì di fila un percorso di letture sceniche da testi di Dacia Maraini incentrati sulla condizione femminile LA DONNA ATTRAVERSO LO SPECCHIO. La drammaturgia femminista italiana e la (ri)formulazione del femminile.

 

pactaSOUNDzone

I lunedì della stagione vedranno tornare il progetto pactaSOUNDzone, la rassegna di teatro, musica e ricerca a cura di Maurizio Pisati, con il titolo COME STA LA LUNA?: un pensiero di Leonardo da Vinci che percorre le serate, un quesito poetico-scientifico che pactaSOUNDzone fa suo attraverso gli artisti ospiti con concerti, eventi audioluminosi, live electronics e seminari.

Lunedì 28 gennaio 2019 alle ore 20.15 si inizia con un brindisi di inaugurazione pSz2019, la presentazione di Carlo Centemeri di Radio Marconi e, nello spazio dedicato del Foyer Mostre al Cubo la struttura che durante tutta la stagione ospita opere che si accompagnano agli spettacoli e lasciano dialogare tra loro le diverse arti visive, l’installazione interattiva per visitatori con telefono cellulare di Antonio Mastrogiacomo, Campato in aria; a seguire con lo stesso artista alle ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass!: la musica delle suonerie ritma la liturgia della comunicazione. Lunedì 25 febbraio 2019 VIBRANTE LUMINOSO! con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli, attorno al ricordo del compositore Fausto Romitelli; lunedì 11 marzo 2019 il Collettivo21+Ensemble Crisis – Recycled music, Ensemble, Elettronica, in un processo di creazione collettiva; lunedì 25 marzo 2019 un tango tutto da ballare RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio con Annamaria Musajo, la chitarra di Pierluigi Ferrari e il contrabbasso di Franco Finocchiaro; lunedì 8 aprile 2019 VOCI NEL BUIO by Yesand, uno spettacolo completamente al buio dove racconto e canto improvvisati si intrecciano in una storia unica e per chiudere lunedì 15 aprile 2019 NOMOLOGO, NPnonpervenuto&Conservatorio G. Verdi di Milano: fra happening e spettacolo teatrale, sei musicisti giocano con suoni e rumori, luci e ombre, luoghi e persone.

 

PARAPIGLIA TeatroInFamiglia

Da ottobre a marzo, dopo il successo della scorsa stagione, PACTA . dei Teatri in collaborazione con la Ditta Gioco Fiaba ripropone la rassegna di teatro per bambini e ragazzi con spettacoli nel fine settimana dai 18 mesi ai 10 anni.

 

 

INFORMAZIONi: www.pacta.org mail biglietteria@pacta.orgpromozione@pacta.org – tel. 0236503740

DOVE SIAMO: PACTA SALONE – via Ulisse Dini 7, 20142 Milano – MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa – tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230 – ORARI SPETTACOLI: martedì-sabato ore 20.45 domenica ore 17.30, lunedì riposo (eccetto i lunedì di pactaSOUNDzone ore 20.45 e sabati e domeniche di PARAPIGLIA TeatroInFamiglia ore 15.30)

 

 

 

viviAMO IL TEATRO

L’evoluzione del desiderio

 

Divenire non è imitare qualcosa o qualcuno […]. Divenire è, a partire dal soggetto che si è, dagli organi che si possiedono e dalle funzioni che si svolgono, estrarre particelle, tra le quali si instaurano rapporti di movimento e di stasi, di velocità e lentezza, attraverso i quali si diviene. In questo senso il divenire è l’evoluzione del desiderio.

(Deleuze, Guattari)

 

Al via il programma artistico e sociale 2018-2019 di PACTA . dei Teatri. Al titolo appassionato, che vuole accogliere con un grande abbraccio gli spettatori, “viviAmo il Teatro”, abbiamo affiancato, con altrettanta passione, ‘L’evoluzione del desiderio’, straripante energia del divenire, rivoluzionaria caratteristica del Teatro stesso.

Vero motore positivo e filo rosso, L’evoluzione del desiderio è pensato come tema portante per sviluppare sempre più un teatro dalla forte connotazione innovativa, che, strapazzando e contaminando i propri codici linguistici, sia costantemente ‘in divenire’, anche restando nel rispetto della tradizione. Un teatro che dia sempre spazio ai giovani talenti della scena italiana come a compagnie e artisti di livello nazionale e internazionale, coniugando le proposte artistiche senza dimenticare le istanze sociali per un teatro dell’inclusione. Inoltre, non ultimo, un teatro aperto alle realtà del quartiere, il Municipio 5, e della Città metropolitana di Milano, che vedono in questa sala un punto di riferimento e un argine contro il declino delle periferie.

Anche per questa edizione abbiamo voluto mantenere la formula di un cartellone disciplinato per progetti ma variegato, per tutta la famiglia, dove ciascuno possa scegliere gli spettacoli che più corrispondono ai suoi gusti e, in un futuro pensato con ottimismo, trarne vantaggi e scoperte.

Così ci siamo dati un compito: che ogni spettatore possa trovare in questo luogo e nelle nostre proposte qualcosa che da sempre avrebbe voluto pensare o conoscere, oppure, altre volte, possa avere l’impressione di sbattere contro un avversario ben definito, a cui essere grati più che a un amico. E alla fine sia costretto a riconoscere che in questo pulsare di iniziative abiti qualcosa di cui ormai molto di rado si sente il bisogno di pronunciare anche solo il nome, qualcosa che ci faccia pensare che esistono ancora valori alti e obiettivi da condividere e difendere. Insomma che possa scorrere un po’ di grandezza.

 

Il greco ha molte parole per dire ‘desiderio’ (epithumìa, orexis, hormé …). Hanno connotazioni diverse e danno un’idea della complessità del desiderare e del suo perenne essere in movimento. In latino significa letteralmente “mancanza di stelle”, intesa come percezione di una mancanza. Perché accada qualsiasi evento ci vogliono due livelli, bisogna essere in due, e allora accade qualcosa. La pratica del desiderio, come sentimento di ricerca appassionata, ci spinge a far esperienza del limite del pensiero, a percorrere il piano tracciato disegnando nuove forme di aggregazione.

L’ideazione e la realizzazione, anno per anno, di una Stagione artistica e sociale che faccia crescere e respirare il PACTA SALONE come un vero polmone vitale è, per noi, una sfida, ma è soprattutto un desiderio assoluto al fine di costruire un concatenamento, produrre un insieme fisico e ideale.

La forza di una comunità, come di ogni singolo, sta proprio nel suo continuo divenire, lontani da dogmatismi e preconcetti. Sta nell’insieme che riesce a creare.

La nuova Stagione è costruita come un lungo canto partendo da una serie di problematiche che riguardano la società dei primi decenni del Nuovo Millennio: disuguaglianze socio-economiche, stereotipi di genere, razzismo, estremismo, conflitti bellici, immigrazione. Unico filo conduttore: perdita di umanità e di contatto con la realtà. Infatti la nostra vita sta ruotando sempre più vorticosamente intorno all’apparire sociale e alla «fiera delle vanità» (centrifuga irrefrenabile di prestigio, successo, mode, pettegolezzi e chi più ne ha più ne metta). Manca il percorso evolutivo del desiderio. Questa è la vita che ci circonda. Questi siamo noi.

Il teatro è una necessità e, come ci dice Marguerite Yourcenar “Fondare biblioteche (e per noi ‘fondare un teatro ogni giorno’) è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che, da molti indizi, mio malgrado, vedo venire…”. E noi, con tutti gli artisti e gli operatori coinvolti e con gli spettatori grandi e piccoli che ci vogliono seguire, continuiamo a costruire granai e ammassare riserve.

 

I temi contemporanei scorreranno sul palcoscenico del PACTA SALONE attraverso il pensiero e le opere di grandi portavoce della modernità, dalla letteratura alla scienza, dai diritti alla poesia, sotto forma di spettacoli, installazioni, proiezioni, mostre, dibattiti.

Fra le nuove produzioni di PACTA: un autore poco rappresentato come il Premio Nobel Elias Canetti e il suo testo distopico, LA COMMEDIA DELLA VANITÀ; un viaggio attraverso il desiderio e i sensi con MADAME BOVARY di Gustave Flaubert; creazioni per NÉ BRUTTA NÉ BELLA sulla benefattrice Maria Gaetana Agnesi e LEONARDESCO E SFUMATO per i 500 anni della morte di Leonardo e, infine, FOREIGN, un’idea di Carlo Rossi sull’immigrazione.

Il cartellone è diviso in filoni tematici, progetti, festival e rassegne, Vetrina Contemporanea, New Classic, DonneTeatroDiritti, Festival ScienzaInScena Atto √2, pactaSOUNDzone e, per i più piccoli, Parapiglia TeatroInFamiglia, nei quali vengono inseriti tutti gli spettacoli proposti. Autorevoli autori (Marguerite Yourcenar, Manfred Karge, Agota Kristof, Bulgakov e Sinisi, Shakespeare, Harold Pinter, Euripide, Voltaire e Mazzocut-Mis, oltre ai già citati), si intrecciano con i giovani autori e i testi contemporanei.

Le numerose compagnie giovani presenti (Carolina Reaper, REALTA’ Debora Mancini – entrambi residenze -, PONTOS Teatro, TrentoSpettacoli, la Compagnia dei Giovani di Catania, etc.) evidenziano la volontà di PACTA di sostenere i nuovi talenti affiancando il loro percorso creativo e organizzativo attraverso un rapporto sinergico e una ricerca costante. Questi giovani, assieme ai registi e alle compagnie già affermate, come Fabrizio Arcuri con Florian Teatro e Tra un atto e l’altro, Paolo Bignamini con Lombardi Tiezzi e Gli Incamminati, Arditodesio, Angela Malfitano e Giorgio Rossi, contribuiscono a costruire con PACTA un territorio produttivo e aggregante e una proposta culturale che coniughi fruizione ludico-ricreativa, creatività e riflessione.

 

PACTA SALONE è anche luogo d’arte e di formazione: oltre a ospitare l’installazione fissa Dionysus’ place, un’opera site-specific dell’artista Ernesto Jannini, nell’ingresso del teatro presso la base della scala, saranno presenti esposizioni temporanee nella cornice di MOSTRE AL CUBO. Inoltre, la Scuola di pratiche teatrali di PACTA includerà nel suo programma anche i corsi specialistici legati al design e alla progettazione eventi, DESIGN FOR PACTA, in collaborazione con associazioni e professionisti del settore.

 

Ringraziamo il MIBACT, Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Comune di Milano, Assessorato alla Cultura e Spettacolo, Città Metropolitana, Regione Lombardia Next – Laboratorio di idee, Fondazione CARIPLO, CLAPSpettacolo dal vivo, Agis Lombarda, GUNA, i Teatri di Milano, fuori Milano e nazionali, e tutti coloro che con sensibilità e attenzione prestano il loro contributo. Inoltre ringraziamo i nostri partner e collaboratori: ScenAperta Altomilanese Teatri, Studio Exhibita, CETEC – Dentro/Fuori San Vittore, PONTOS-Teatro, Ditta Gioco Fiaba, British Council, Istitut Francais Milano, Fondazione Cineteca Italiana, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Università Cattolica, IULM di Milano, Osservatorio Astronomico di Brera e Inaf, Zonemp, Passin Accaparlante, OfficinaFaberLucis, VAS, Scienza Express, BIGBOX e tutti coloro che contribuiscono al consolidamento di PACTA SALONE, alla realizzazione dei progetti e alla Stagione PACTA . dei Teatri.

 

Annig Raimondi

Direttore artistico

PACTA . dei Teatri-SALONE via Dini

 

 

ZONA FRANCA

 

È un mezzo per giocare alla vita, diventarne il regista e conoscerne la fine. È un modo di vedersi nello spazio da diversi punti di vista… coscienti che il minimo gesto è pronto a esplodere e contiene tante possibili interpretazioni quanti sono gli spettatori.

(Jérôme Bel)

 

Nell’era della disintermediazione, delle echo chambers, delle scorciatoie cognitive, del nudging, alias ‘spinta gentile’, della misinformazione, della fake society, dell’iperstoria, dell’illusionismo di massa, degli algoritmi, l’umanità digitale insegue e rincorre il senso di realtà. Che cos’è la realtà nell’era della tecnologia? Da un lato ricercatori, studiosi, esperti esplorano i mutamenti e l’evoluzione della comunicazione e cercano di metterci in guardia dalle insidie che la manipolazione tecnologica può tendere, dall’altro politica, finanza, marketing cercano di spacciarci versioni semplificate della realtà che ci illudono di colmare i nostri desideri, i nostri bisogni e soprattutto ci illudono di essere gli artefici delle proprie scelte.

Uno dei più efficaci antidoti per non cadere nella trappola della ‘semplificazione’ e per difenderci dai tranelli digitali è proprio il teatro, lo spazio della rappresentazione. È il luogo dove si possono fare ancora delle scelte ‘vere’, guardando il mondo attraverso gli occhi di chi lo ha esplorato nella sua complessità, che non ci propina una visione semplificata dell’esistenza, per poterci manipolare più facilmente, che ci chiede di partecipare, di metterci in gioco, di essere protagonisti delle nostre scelte.

Paradossalmente il regno assoluto della finzione è ancora una zona franca che ci può traghettare a riconoscere il vero dal falso.

È il luogo dove ritrovare e ricreare le storie familiari, comprensibili, stimolanti di cui la nostra mente ha bisogno fin dalle origini della nostra specie, il luogo in cui, senza bisogno di ricorrere agli algoritmi, ciascuno può ritrovare la sua storia. In questa direzione anche quest’anno, le trame, gli incontri, le intersezioni, le collisioni presenti nella nostra Stagione Teatrale sono innumerevoli e infinite le occasioni di perdersi e giocare con la complessità per ritrovare la propria identità. Senza trucco senza inganno.

Grazie fin d’ora a tutti quelli che giocheranno con noi, che sono il nostro bene più prezioso.

 

Maria Eugenia D’Aquino

Presidente

Curatrice ScienzaInScena – TeatroInMatematica

 

 

I NUMERI DELLA STAGIONE

PACTA . dei Teatri SALONEviaDini

 

 

 77 titoli

 

8 prime

 

197 aperture di sipario

 

12 produzioni

PACTA . dei Teatri

 

3 progetti speciali

DonneTeatroDiritti – pactaSOUNDzone – Parapiglia TeatroInFamiglia

 

 1 Festival

ScienzaInScena Atto √2

 

 

CALENDARIO

Stagione 2018-2019

PACTA SALONE

 

Dal 18 al 19 ottobre 2018                       Ouverture Evento | Vetrina Contemporanea

IN.TER.NOS (INDAGINE – LI HAI VISTI? – PIGIAMA PARTY)

con Silvia Giulia Mendola, Francesco Meola, Elena Scalet | regia Patrizio Luigi Belloli | drammaturgia Livia Castiglioni | produzione Carolina Reaper

 

 

Extra:

giovedì 18 ottobre installazione fotografica Michela Piccinini – esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni – concorso DRESS PRINCESS per studenti dello Ied – ballo in maschera

venerdì 19 ottobre installazione fotografica Michela Piccinini – esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni – concorso VENERDÌ 19 IS THE NEW VENERDÌ 13 per studenti della Scuola del fumetto – cartomanzia, proiezione serie web “Chi è di scena”, ching, disegnatrice, truccatrice horror

 

 

 

Dal 20 al 21 ottobre 2018                                   Ouverture Evento|Vetrina Contemporanea

L’INDULGENZA DEL LATTE

con Matteo Barbè, Jacopo Fracasso, Paui Galli, Elena Scalet, Andrea Tibaldi | operazione drammaturgica collettiva | soggetto e regia Patrizio Luigi Belloli | produzione Carolina Reaper

 

 

Extra:

sabato 20 ottobre dj set MY MILKSHAKE IS BETTER THAN YOURS

domenica 21 ottobre esibizione CHECCORO – dibattito politico

 

 

 

In occasione di “Buon compleanno Invito a Teatro”, evento organizzato da Invito a Teatro

20 e 21 ottobre 2018

 

20 ottobre ore 19.00

MI DISPIACE PER LE HOSTESS – Poesie d’amore ad alta quota

reading con Patrizio Luigi Belloli, Francesca Biffi | accompagnamento musicale di Stefano Zaninello | produzione Carolina Reaper

Prima che l’aereo tocchi il suolo c’è tutto il tempo di rivere una storia d’amore. E forse anche di salvarla.

 

21 ottobre ore 21.00

ImagOOrbis – orbo chi è mago di Riccardo Magherini e Vasco Mirandola

con Riccardo Magherini e Fulvio Michelazzi Faber Lucis | produzione PACTA . dei Teatri

Uno spettacolo di magia dove il mago non c’è, ma la magia sì

 

 

Dal 25 al 28 ottobre 2018                                                                          Vetrina Contemporanea

ICARO, L’ultimo volo

di Salvatore Arena | con Luca Fiorino | regia di Filippo Gessi | produzione Scena Nuda

 

Dal 7 all’11 novembre 2018                                                   New Classic – prima milanese

ROSSO MALPELO di Giovanni Verga

adattamento Salvo Valentino e Pietro Cucuzza | regia Salvo Valentino | produzione Compagnia dei Giovani di Catania

 

 

Dal 13 al 18 novembre 2018                                                   New Classic – prima assoluta

YOURCENAR/CLITENNESTRA da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar

con Debora Zuin | regia di Paolo Bignamini | produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi

 

 

Dal 21 novembre al 2 dicembre 2018                                                                 New Classic

IL CUSTODE di Harold Pinter

traduzione Alessandra Serra | con Fabio Banfo, Riccardo Magherini, Antonio Rosti | regia Riccardo Magherini | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Dal 14 al 16 dicembre 2018                                                                                  New Classic

LA COLLINA DI SPOON RIVER E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ

testi Edgar Lee Master | traduzione Fernanda Pivano | regia e adattamento Lazzaro Calcagno | con Antonio Carlucci, Sara Damonte, Antonella Margapoti, Manuela Salviati | produzione Il Sipario Strappato e Antico Teatro Sacco

 

 

Dal 18 al 22 dicembre 2018                                                 New Classic – prima assoluta

NÉ BRUTTA NÉ BELLA, Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi

di e con Maria Eugenia D’Aquino | consulenza storica e scientifica Massimo Mazzotti, Paola Magnaghi, Tullia Norando | consulenza alla regia Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Dal 10 al 20 gennaio 2019                                                                                    New Classic

IL MAESTRO E MARGHERITA (Voland/Pilato/Gli Amanti) da Michail Bulgakov

drammaturgia Fabrizio Sinisi | regia Paolo Bignamini | con Matteo Bonanni, Mario Cei, Federica D’Angelo, Luciano Mastellari | produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri

 

 

Dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019                                          New Classic – prima assoluta

MADAME BOVARY di Gustave Flaubert

scrittura scenica Annig Raimondi | con Annig Raimondi e Antonio Rosti | elementi scenici Progetto Ri-costruzione ASST Lodi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Lunedì 28 gennaio 2019                                 pactaSOUNDzone – A cura di Maurizio Pisati

ore 20.15 Brindisi di Inaugurazione pSz2019 | Antonio Mastrogiacomo per Mostre al Cubo: Campato in aria | Presentazione pSz2019 di Carlo Centemeri, Radio Marconi

ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass! | Elettronica, Sax, Rubbish – Antonio Mastrogiacomo

 

 

 

 

 

Dal 5 al 17 febbraio 2019                                  FESTIVAL ScienzaInScena Atto √2

 

5 e 6 febbraio 2019                                                            ScienzaInScena – prima assoluta

LEONARDESCO E SFUMATO sperienze e artifizi

del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro | con Riccardo Magherini, Maria Eugenia D’Aquino | musiche originali Maurizio Pisati | produzione PACTA . dei Teatri

 

Dall’8 al 10 febbraio 2019                                      ScienzaInScena – anteprima nazionale

FLY ME TO THE MOON

testo Andrea Brunello | con Laura Anzani e Andrea Brunello | regia e disegno luci Fabrizio Visconti | produzione Arditodesìo|Jet Propulsion Theatre

 

11 febbraio 2019                                                                                       ScienzaInScena

SCIENZIATE NEL TEMPO

di Sara Sesti | con Sara Sesti e Maria Eugenia D’Aquino | produzione PACTA . dei Teatri

 

13 e 14 febbraio 2019                                                                               ScienzaInScena

L’UOMO CHE PESÒ IL MONDO   

di Katia Capato e Joseph Scicluna | con Katia Capato | produzione Nuove Cosmogonie Teatro

 

15 febbraio 2019 (al Planetario di Milano)                                                  ScienzaInScena

GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE

di e con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano | letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino | produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con Politecnico di Milano

 

16 e 17 febbraio 2019 (dom ore 15.30)                                                          ScienzaInScena

COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi | ideazione coreografica e direzione artistica Giorgio Rossi | interpreti Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli | produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi

 

 

Dal 19 al 24 febbraio 2019                                                                       DonneTeatroDiritti

FOREIGN

regia e ideazione Carlo Maria Rossi e Daniel Romila | con Chiara Lo Dato, con Chiara Lo Dato, Mirko Giannetta, Eugenio Colombo, Daniel Romila e Carlo Maria Rossi | produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con HouseClowns

 

 

Lunedì 25 febbraio 2019                                                                        pactaSOUNDzone

VIBRANTE LUMINOSO!

con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli

 

 

Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019                                 DonneTeatroDiritti – prima assoluta

LUCREZIA E LE ALTRE – Dal mito le origini della violenza di genere

drammaturgia Elisabetta Vergani e Silvia Romani | con Elisabetta Vergani e Silvia Romani | musica dal vivo Sara Calvanelli | regia Maurizio Schmidt | produzione Farneto Teatro

 

Dal 5 al 10 marzo 2019                                                                             DonneTeatroDiritti

MAX GERICKE di Manfred Karge

traduzione Walter Le Moli | titolo originale Jacke Wie Hose | con Angela Malfitano | regia Fabrizio Arcuri | produzione Tra un Atto e l’altro e Accademia Degli Artefatti | in collaborazione con Ert – Emilia Romagna Teatro Fondazione

 

(a seguire)

 

LA CHIAVE DELL’ASCENSORE di Ágota Kristóf

traduzione di Elisabetta Rasy | con Anna Paola Vellaccio | regia di Fabrizio Arcuri | una coproduzione Florian Metateatro/Accademia degli Artefatti

 

 

Lunedì 11 marzo 2019 ore 20.45                                                               pactaSOUNDzone

Collettivo21 + Ensemble Crisis– Recycled music

Ensemble, Elettronica

 

 

Dal 13 al 15 marzo 2019                                                                           DonneTeatroDiritti

LA TERRA DESOLATA (The Waste Land) di Thomas Stearns Eliot

traduzione di Roberto Sanesi | regia e con Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Sabato 16 marzo 2019                                                                              DonneTeatroDiritti

HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI

a cura di Monica Macchi

 

 

Dal 20 al 24 marzo            2019                                                                           DonneTeatroDiritti

BACCANTI REWIND da Euripide

drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis | regia Annig Raimondi e Paolo Bignamini | con Maria Eugenia D’Aquino, Maria Grosso, Annig Raimondi, Paola Romanò | produzione PACTA . dei Teatri | in collaborazione con ScenAperta-Altomilanese Teatri, Università degli Studi di Milano e il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi

 

 

Lunedì 25 marzo 2019 ore 20.45                                                               pactaSOUNDzone

RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio

voce Annamaria Musajo | chitarra Pierluigi Ferrari | contrabbasso Franco Finocchiaro

 

 

Dal 27 al 31 marzo 2019                                                                           DonneTeatroDiritti

LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ – dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea

con Stefano Pietro Detassis | produzione TrentoSpettacoli

 

 

Dal 3 al 7 aprile 2019                                                                                            New Classic

BATTIATO|PIRANDELLO – L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI

con Paolo Scheriani | testo Luigi Pirandello | canzoni Franco Battiato | regia Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli | produzione Scheriani Mandelli Teatro alle Colonne

 

 

 

Lunedì 8 aprile 2019 ore 20.45                                                                  pactaSOUNDzone

VOCI NEL BUIO by Yesand

Ensemble di voci e buio

 

 

Dal 9 al 18 aprile 2019                                                                                          New Classic

CANDIDO ovvero L’ottimismo di Voltaire

adattamento Maddalena Mazzocut-Mis | con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi | regia Annig Raimondi | coproduzione PONTOS Teatro – PACTA . dei Teatri

 

 

Lunedì 15 aprile 2019 ore 20.45                                                                pactaSOUNDzone

NOMOLOGO

Ensemble, Elettronica, NPnonpervenuto&Conservatorio G.Verdi, Milano

 

 

Dal 3 al 19 maggio 2019                                                          New Classic – prima assoluta

LA COMMEDIA DELLA VANITÀ di Elias Canetti

traduzione Bianca Zagari | con Maria Eugenia D’Aquino, Paui Galli, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi, Eliel Ferreira de Sousa | regia Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia

 

 

Dall’11 al 21 giugno 2019                                                                                               New Classic

VENERE & ADONE – Shakespeare e musica di William Shakespeare

traduzione di Roberto Sanesi | adattamento e regia di Riccardo Magherini | con Riccardo Magherini, Nicola Lanni, Gabriele Palimento | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

SPETTACOLI SINOSSI

Stagione 2018-2019

PACTA SALONE

 

Dal 18 al 19 ottobre 2018        Ouverture Evento       Vetrina Contemporanea

IN.TER.NOS

(Indagine – Li hai visti? – Pigiama party)

con Silvia Giulia Mendola, Francesco Meola, Elena Scalet

regia Patrizio Luigi Belloli

drammaturgia Livia Castiglioni

musiche Gipo Gurrado

luci Daniel Tummolillo

foto di scena Michela Piccinini

produzione Carolina Reaper

 

Tre brevi atti unici: un interno, una stanza, quattro pareti. Da una quotidianità che pretende di mostrarsi rassicurante emergono sfumature di debolezze e fragilità al limite del sopportabile.

In INDAGINE, due agenti di polizia interrogano una ragazza su misteriosi avvenimenti accaduti la notte prima a una festa di compleanno.

LI HAI VISTI? racconta l’isolamento che una giovane coppia costruisce attorno alla propria abitazione per il terrore incontrollabile scatenato dalla comparsa di quattro sinistri individui molto eleganti in una macchina altrettanto elegante.

PIGIAMA PARTY si apre con l’atmosfera leggera di una serata tra amici, dove, tra cioccolata calda, biscotti, bigodini e sogni a occhi aperti, aleggiano vecchie leggende metropolitane e storie dell’orrore.

 

Extra:

giovedì 18 ottobre

  • installazione fotografica Michela Piccinini
  • esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni
  • concorso DRESS PRINCESS per studenti dello Ied – ballo in maschera

venerdì 19 ottobre

  • installazione fotografica Michela Piccinini
  • esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni
  • concorso VENERDÌ 19 IS THE NEW VENERDÌ 13 per studenti della Scuola del fumetto
  • cartomanzia, proiezione serie web “Chi è di scena”, ching, disegnatrice, truccatrice horror

 

 

Dal 20 al 21 ottobre 2018      Ouverture Evento         Vetrina Contemporanea

L’INDULGENZA DEL LATTE

operazione drammaturgica collettiva

soggetto e regia Patrizio Luigi Belloli

con Matteo Barbè, Jacopo Fracasso, Paui Galli, Elena Scalet, Andrea Tibaldi

scene Francesca Biffi

luci Daniel Tummolillo

video Michela Piccinini e Manuele Laghi

foto Michela Piccinini

assistente alla regia Livia Castiglioni

produzione Carolina Reaper

 

Tre storie ambientate nel futuro prossimo.

THE INDULGENCE OF MILK – 2017. Alcuni ragazzi omosessuali si sottopongono a un duro addestramento per entrare nelle file neonaziste e cercare di distruggerle dall’interno.

I WANT IT – 2022. Il giorno del loro matrimonio, arrivate davanti alla porta della chiesa, due promesse spose scoprono di aver comprato lo stesso abito di nozze. La coincidenza suscita ilarità e scalpore tra i presenti, ma tra loro apre una crisi: ‘chi di noi due partorirà il nostro primo figlio?’ Non se lo erano mai chieste per davvero.

LAST FAMILY DAY – 2025. E’ l’ultimo giorno in Italia di una famiglia tradizionale che ha lottato con le unghie e con i denti per resistere agli assalti della modernità. Invano. Per ogni sirena che si sente, un gay si è sposato in Italia. Per ogni bomba che deflagra, un bambino è stato adottato da coppie omogenitoriali. La situazione non è più tollerabile. E la famiglia tradizionale è costretta a esiliare lontano da questa nazione.

 

 

Extra:

sabato 20 ottobre

  • dj set MY MILKSHAKE IS BETTER THAN YOURS

domenica 21 ottobre

  • esibizione CHECCORO
  • dibattito politico

 

 

20 e 21 ottobre 2018

In occasione di “Buon compleanno Invito a Teatro”, evento organizzato da Invito a Teatro

 

20 ottobre ore 19.00

MI DISPIACE PER LE HOSTESS

Poesie d’amore ad alta quota

reading con Patrizio Luigi Belloli, Francesca Biffi

e l’accompagnamento musicale di Stefano Zaninello

produzione Carolina Reaper

 

21 ottobre ore 21.00

ImagOOrbis – orbo chi è mago

di Riccardo Magherini e Vasco Mirandola

con Riccardo Magherini e Fulvio Michelazzi Faber Lucis

produzione PACTA . dei Teatri

Dal 25 al 28 ottobre 2018                                                Vetrina Contemporanea

ICARO

L’ultimo volo

di Salvatore Arena

con Luca Fiorino

regia Filippo Gessi

scene e costumi Giulia Drogo

luci Antonio Rinaldi

musiche Giovanni Puliafito

assistente alla regia Gabriele Furnari Falanga

produzione Scena Nuda

 

ICARO è un invito all’ascolto di tutti gli ultimi. Di quelli che vivono ai margini della città, alla periferia dell’indifferenza.

Icaro-Vanni, un qualunque uomo, di un qualunque sobborgo di Calcutta, Milano, o New York. Lacerato dalla perdita, dall’abbandono, cerca una salvezza dentro se stesso, ali come un’ancora per volare sopra l’abisso del suo dolore. La variazione della scrittura, siciliano nella prima parte, italiano nella seconda, è una scelta che dilata il tempo, lo rallenta, perché il protagonista possa capire dov’è il nodo, dove lo sbaglio e come espiare la sua colpa.

 

 

 

Dal 7 all’11 novembre 2018                                                                  New Classic

Prima milanese

ROSSO MALPELO

di Giovanni Verga

adattamento Salvo Valentino e Pietro Cucuzza

regia Salvo Valentino

con Pietro Cucuzza e Salvo Valentino

costumi Salvo Valentino

produzione Compagnia dei Giovani di Catania

 

Rosso è un povero ragazzo non amato da nessuno, nemmeno dalla madre. E che non sa amare, nemmeno l’unico amico: Ranocchio. Lavora nella cava dove ha visto morire il padre. Il tesoro di affetti della sua anima, l’amore per il padre morto, la sua ruvida e scontrosa carità alimentano le sue ribellioni e le sue apparenti crudeltà. Anche lui “vinto” dalla sorte e dalla vita cerca un riscatto, una via d’uscita al suo inevitabile finale. E sfida il destino, in quella cava dove aveva già perso il padre…Una storia di giovane vita nei campi di Sicilia di fine Ottocento, narrata dalla penna di Giovanni Verga e drammatizzata con una messa in scena iperrealista.

 

 

Dal 13 al 18 novembre 2018                                                                             New Classic

Prima assoluta

YOURCENAR/CLITENNESTRA

da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar

con Debora Zuin

regia Paolo Bignamini

dramaturg Maria Antonia Pingitore

luci Fabio Bozzetta

produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi

con la collaborazione di Collectif Femmes Nomades/Paris

 

Nel 1935 Marguerite Yourcenar ha 32 anni: Fuochi è il suo corpo a corpo letterario con una profonda crisi sentimentale, una raccolta di prose poetiche, abitata da personaggi del mito greco e giudaico-cristiano. Così, tra Antigone e Saffo, tra Maria Maddalena e Fedra, emerge Clitennestra, in piedi a rivendicare le ragioni del suo delitto attraverso un’autodifesa che chiama in causa i fantasmi più profondi.

 

 

 

Dal 21 novembre al 2 dicembre 2018                                              New Classic

IL CUSTODE

di Harold Pinter

traduzione Alessandra Serra

con Fabio Banfo, Riccardo Magherini, Antonio Rosti

regia Riccardo Magherini

spazio scenico e luci Fulvio Michelazzi

musiche Maurizio Pisati

produzione PACTA . dei Teatri

 

Davis e i fratelli Mik e Aston non hanno alcun paradiso a cui aspirare se non una squallida stanza in un caseggiato fatiscente di un quartiere suburbano della più estesa metropoli dell’Europa. Un luogo dove gli oggetti, le suppellettili che adornano e rendono accogliente e calda la vita familiare borghese, sono ammassati alla rinfusa. Nessuno di loro sente quel luogo come il proprio, ma nessuno di loro ha scelta: Aston sta meglio nascosto tra le cose, Mik non ha altri da sottomettere, da intimidire, da sopraffare, Davis è troppo fragile per scappare, uno schiavo predestinato. E‘ tutto fermo e così rimarrà, immutevole. E’ il dramma della negazione del sé e dell’altro, della solitudine di esseri che non si comprendono.

 

 

Dal 14 al 16 dicembre 2018                                                                  New Classic

LA COLLINA DI SPOON RIVER di Edgar Lee Master

E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ

testi di Edgar Lee Masters

traduzione Fernanda Pivano

regia e adattamento Lazzaro Calcagno

con Antonio Carlucci, Sara Damonte, Antonella Margapoti, Manuela Salviati

e la musica dal vivo dei London Valour Tribute Band Fabrizio De André

produzione Il Sipario Strappato – Antico Teatro Sacco

 

L’opera L’Antologia di Spoon River, di Edgar Lee Masters, è una raccolta di poesie in forma di epitaffio, che raccontano la vita delle persone sepolte nel cimitero di un piccolo paesino immaginario della provincia americana. Il cantautore Fabrizio De André lesse Spoon River a diciotto anni, ritrovando se stesso in alcuni personaggi, scelse nove poesie dall’intera raccolta e, con la collaborazione di Giuseppe Bentivoglio e Nicola Piovani, rielaborò i testi, scrisse le musiche e le raccolse nell’album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”. In una scena asciutta caratterizzata da un baule colmo di antichi oggetti di uso comune, scorrono i personaggi che hanno ispirato il cantautore genovese.

 

 

Dal 18 al 22 dicembre 2018                                                    New Classic

Prima assoluta

NÉ BRUTTA NÉ BELLA

Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi

di e con Maria Eugenia D’Aquino

consulenza storica e scientifica Massimo Mazzotti, Paola Magnaghi, Tullia Norando

consulenza alla regia Annig Raimondi

musiche originali Hinc Iam Beata Tempora di Maurizio Pisati

luci e spazio scenico Fulvio Michelazzi

costumi La Lory Costumi

oggetti di scena Mirella Salvischiani, Alessandro Aresu

ospiti del ‘salotto’: Massimo Mazzotti Director Professor Department of History University of California, Berkeley; Paola Magnaghi e Tullia Norando del Politecnico di Milano; Maurizio Pisati, compositore; Diana De Marchi, presidente della Commissione di Pari Opportunità del Consiglio del Comune di Milano; Cristina Cenedella, storica, direttrice del Museo Martinitt e Stelline di Milano; Giuseppe Girgenti, filosofo dell’Università San Raffaele; Don Carlo Stucchi rettore cappellania Maria Immacolata Pio Albergo Trivulzio; Gianni Rizzoni, editore; Raffaella Razzini di Scienza under 18

produzione PACTA. Dei Teatri

 

Lo spettacolo conclude il palinsesto del Comune di Milano Avrei voluto conoscerla! per le celebrazioni in occasione dei 300 anni dalla nascita di Maria Gaetana Agnesi, matematica, filosofa e benefattrice milanese.

Partendo da un salotto del ‘700, il suo salotto, lo spettacolo ripercorre la sua vicenda umana e scientifica e conduce in un viaggio nella Milano settecentesca, rivela i segreti dell’anima di Maria Gaetana Agnesi, i suoi desideri, le sue passioni, lasciando trapelare uno sguardo lungimirante sul mondo e una visione davvero rivoluzionaria. E, al termine dello spettacolo, il suo salotto, come al tempo delle ‘conversazioni’ nel bel Palazzo Agnesi di via Pantano, si popola di personaggi contemporanei del mondo di cultura, scienza, filosofia, musica, per completare l’affresco di un momento importante della nostra Storia.

 

 

Dal 10 al 20 gennaio 2019                                                                     New Classic

IL MAESTRO E MARGHERITA

(Voland/Pilato/Gli Amanti)

da Michail Bulgakov

drammaturgia Fabrizio Sinisi

regia Paolo Bignamini

con Matteo Bonanni, Mario Cei, Federica D’Angelo, Luciano Mastellari

scene e costumi Gregorio Zurla

assistente alla regia Gianmarco Bizzarri

consulenza scientifica Gian Piero Piretto

un progetto di Gabriele Allevi e Paolo Bignamini

produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera

in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri

foto di scena Stefania Ciocca e Michela Piccinini

grazie a Francesca Barattini, Carlo Grassi, Anna Maria Testaverde e Tomaso Walliser

 

A partire dal capolavoro di Michail Bulgakov, si sposta la vicenda dalla Mosca staliniana alla Milano dei nostri giorni dove un evento inaspettato scatena il disordine: l’arrivo di Satana, nella persona dell’alchimista Voland. In questa città contemporanea, ma sospesa nel tempo, un giovane sognatore lavora come custode al Museo di Storia Naturale: nelle lunghe notti di solitudine troverà l’ispirazione per scrivere un romanzo sulla figura di Ponzio Pilato, l’individuo più solo della Storia dell’uomo. Quel romanzo mai pubblicato decreterà la sventura del giovane Maestro. Sarà lo sguardo di Margherita, quello della persona che ama, posatosi sulla sorte del Maestro, a trasfigurare la sconfitta in una prova d’amore estrema. La donna si spingerà oltre i limiti dell’umano, stringendo un patto con il diavolo, per ottenere “il perdono del tempo” e riavvolgere il filo del destino.

 

 

 

Dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019                                                     New Classic

Prima assoluta

MADAME BOVARY

di Gustave Flaubert

scrittura scenica Annig Raimondi

con Annig Raimondi e Antonio Rosti

spazio scenico e disegno luci Fulvio Michelazzi

elementi scenici Progetto Ri-costruzione ASST Lodi

percorso sonoro Maurizio Pisati

installazione musicale Loris Mattia Siboni

costumi Nir Lagziel

produzione PACTA . dei Teatri

 

  1. Da una notizia di cronaca di provincia, rielaborata dalla penna di Flaubert, nasce il primo grande romanzo realista. Emma Rouault, figlia di un agiato agricoltore normanno, cresciuta in una scuola religiosa, si diletta con romanzi sentimentali e pensa che il matrimonio le aprirà le porte della felicità. Andata in sposa a un medico mediocre, Charles Bovary, le sue speranze sono presto deluse. Madame Bovary rende immortale la lotta tra l’ideale e il reale, tra l’infinito e il finito, tra ciò che vorremmo essere e ciò che effettivamente siamo.

 

 

 

Dal 5 al 17 febbraio 2019

ScienzaInScena Atto √2

con la direzione artistica di Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri

in collaborazione con il Politecnico di Milano, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica, il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci; il Planetario di Milano, il festival Teatro della Meraviglia 2019 a Trento a cura di Teatro Portland, Università degli Studi di Trento e Opera Universitaria.

 

Da Leonardo allo sbarco passando per Galileo, Keplero, Copernico e in mezzo stelle, tante stelle e storie di scienziate con un’incursione di Archeoastronomia, con Giulio Magli, in uno dei luoghi più suggestivi di Milano, Il Planetario. Ma non solo, quest’anno il format si arricchisce anche di una sezione dedicata all’infanzia, che vede protagonisti artisti, ricercatrici matematiche legate alle più importanti istituzioni scientifiche della città come il Politecnico di Milano, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica e uno dei più importanti coreografi del panorama nazionale, Giorgio Rossi della celebre compagnia Sosta Palmizi. E ancora: workshop su come trasformare un argomento scientifico in una pièce teatrale e una mostra/installazione a tema curata da Fulvio Michelazzi.

Grande novità: il Festival sarà gemellato al Festival trentino, il Teatro della meraviglia 2019, dal 18-23 Febbraio, ideato da Andrea Brunello, attore, drammaturgo, regista, Ph.d di Fisica, direttore artistico del Teatro Portland e della Compagnia Arditodesìo di Trento, già ospite nella passata edizione e presente quest’anno con lo spettacolo dedicato al 50° dallo sbarco sulla Luna, in anteprima nazionale. Il gemellaggio sancisce l’inizio di un percorso parallelo che vuole creare reti di collaborazione e scambio con le realtà italiane che promuovono il Teatro e Scienza.

 

 

 

 

5 e 6 febbraio 2019                                                            ScienzaInScena

Prima assoluta

LEONARDESCO E SFUMATO

sperienze e artifizi

del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro

con Riccardo Magherini, Maria Eugenia D’Aquino

spazio e lighting design Fulvio Michelazzi

musiche originali Maurizio Pisati

Produzione PACTA . dei Teatri

 

In occasione dei 500 anni dalla morte del grande maestro del Rinascimento Leonardo Da Vinci, uno spettacolo/performance, in cui, intorno alle visioni rivoluzionarie del grande genio, lighting design, musica, colore, scienza e teatro si intersecano. Un lavoro che vuole catturare l’attimo in cui il genio leonardesco cerca di afferrare le leggi universali, oscillando dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, e trasformarle in visioni.

 

Dall’8 al 10 febbraio 2019                                                 ScienzaInScena

Anteprima Nazionale

FLY ME TO THE MOON

testo di Andrea Brunello

con Laura Anzani e Andrea Brunello

regia e disegno luci Fabrizio Visconti

produzione Arditodesìo|Jet Propulsion Theatre

 

Lui, un astronauta perfetto. Aveva tutto in regola: il coraggio, un fisico eccezionale, l’intelligenza, l’esperienza e il rispetto dei colleghi e dei superiori. Sarebbe dovuto partire per la luna assieme ad Armstrong e Aldrin. Lei, la moglie che lo ha sempre supportato con amore e spirito di sacrificio, fedele al suo ruolo fino all’incredibile. Un problema di salute, però, gli ha portato via la luna. Qui è cominciata la vera sfida, per entrambi. Dopo il successo di NOI, ROBOT, che ha debuttato nella scorsa edizione del festival, la compagnia trentina presenta a Milano una novità in anteprima nazionale, per celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna

 

Il 10 febbraio ore 11.00

WORKSHOP TEATRALMATEMATICO                                           ScienzaInScena workshop

a cura di Maria Eugenia D’Aquino

Come riuscire a compiere un piccolo ‘atto creativo’, inventare una trama teatrale, un dialogo, una canzone, da un tema scientifico, in poche mosse. Percorso divertente, dalla scienza al palcoscenico aperto a tutti.

 

11 febbraio 2019                                                                             ScienzaInScena

SCIENZIATE NEL TEMPO

di Sara Sesti

con Sara Sesti e Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri

 

La matematica ricercatrice, Sara Sesti, autrice del libro omonimo, insieme all’attrice Maria Eugenia D’Aquino intraprendono un viaggio per conoscere le donne protagoniste della storia della scienza. Cento biografie di scienziate: da Teano, esponente di spicco della Scuola pitagorica, ai premi Nobel Barbara Mc Clintock o Marie Curie, alle matematiche Emmy Noether e Sophie Germain, a Rosa Luxemburg e Ada Byron, programmatrice ante litteram. A Mileva Maric, la moglie di Einstein e Rosalind Franklin, fino alle ultime vincitrici del Premio Nobel. E poi ancora l’attrice hollywoodiana Hedy Lamarr: famosa per la sua bellezza, ma meno nota per aver inventato negli anni Quaranta lo Spread Spectrum, una tecnologia oggi usata per il Wi-Fi.

 

13 e 14 febbraio 2019                                                                   ScienzaInScena

L’UOMO CHE PESÒ IL MONDO

In memoria di Joseph Scicluna

di Katia Capato e Joseph Scicluna

regia e con Katia Capato

da un’idea di Massimo Arattano e Albertina Gatti

consulenza scientifica SAPERCAPIRE

produzione Nuove Cosmogonie Teatro

 

Il laboratorio di Henry Cavendish, scienziato ecclettico che, sul finire del ‘700, determinò sperimentalmente il peso del pianeta Terra. Cavendish si applicherà affannosamente ai suoi esperimenti con quel suo strano modo di fare che studiosi contemporanei hanno riconosciuto essere imputabile a una forma di autismo: la sindrome di Asperger. E poi altri scienziati: Newton, Keplero e Tycho Brahe. Giganti della cultura scientifica che racconteranno aspetti della loro vita facendo osservare la Scienza in modo divertente, comprensibile e umano.

15 febbraio 2019 (al Planetario di Milano)                      ScienzaInScena

GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE

di e con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano

letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con Politecnico di Milano

 

Un incontro con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, tra antichi testi e spettacolari immagini, alla scoperta dell’aldilà celeste dei faraoni egizi.

Biglietti: in prevendita online al link http://booking.lofficina.eu/sito/

in vendita in cassa c/o Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano c.so Venezia 57 – www.lofficina.eu – info@lofficina.eu

 

16 e 17 febbraio 2019 (dom ore 15.30)                                    ScienzaInScena

COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi

ideazione coreografica e direzione artistica Giorgio Rossi

interpreti Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli

disegno luci Andrea Margarolo

esecuzione tecnica Piermarco Lunghi, Tea Primiterra

oggetti di scena Bruno Soriato

produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi

con il contributo di MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo/Direzione generale per lo spettacolo dal vivo; Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo

con il sostegno di Armunia (Castiglioncello/LI), sistema Garibaldi (Bisceglie/BAT), Azioni in Danza (Barletta/BAT)

ringraziamenti a Associazione Explorer, Elena Lazzaretto, La Baracca Testoni Ragazzi, Flavia Marini

 

Uno spettacolo di teatro danza dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Fra pianeti e corpi celesti vivrà la danza delle Costellazioni: punti luminosi nel cielo, punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva. La prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce, tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo.

 

Lo spettacolo sarà introdotto da una lecture sulla ‘scienza del movimento’ tenuta da Giorgio Rossi, coreografo e cofondatore del celeberrimo gruppo di danza contemporanea e teatro danza Sosta Palmizi, in dialogo con l’astrofisico Stefano Sandrelli dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera, che traghetterà il pubblico nella magia dello spettacolo COSTELLAZIONI.

 

 

MOSTRA

 

“Farai le figure in tale atto il quale sia sufficiente a
dimostrare quello che la figura ha nell’animo; altrimenti la tua arte non
sarà laudabile”           (Leonardo da Vinci)

A cura di Flash et Bip – Fulvio Michelazzi e Maurizio Pisati

video istallazione sull’identità, chi sono io, cosa faccio vedere di me stesso, come mi vedono gli altri.

 

 

Infine: ScienzaInScena Atto √2 – For kids

9 febbraio 2019                                                                          ScienzaInScena – Parapiglia

ore 15.30 – MARTINA TREMENDA NELLO SPAZIO E TU CONOSCI L’UNIVERSO?

drammaturgia e regia Filippo Tognazzo – con Alessia Bedini

produzione INAF – Istituto Nazionale di AstroFisica

in collaborazione con Realtà Debora Mancini e Zelda – Compagnia Teatrale Professionale

Spettacolo liberamente ispirato a “Avventure e scoperte nello spazio” AstroKids, Ed. Scienza Express, AA.V.V., a cura di Laura Daricello e Stefano Sandrelli

dagli 8 ai 12 anni

Durante un’esplorazione spaziale, Martina Tremenda viene raggiunta da una misteriosa richiesta di soccorso. Con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale di Genio, il computer di bordo, parte allora per un viaggio avventuroso tra luce e raggi cosmici, onde gravitazionali, messaggi in codice e buchi neri. Uno spettacolo per avvicinarsi all’Astrofisica attraverso il teatro e il divertimento.

 

10 febbraio 2019                                                                        ScienzaInScena – Parapiglia

ore 11.00 – MOGNOMI E POLIGNOMI

con Giulia Bernardi, Martina De Pieri, Giulia Mandelli, Irene Nava, matematiche Politecnico di Milano

Produzione PiGreco – il Luogo Ideale

dai 3 anni – SPETTACOLO/LABORATORIO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Un racconto animato e coinvolgente, che introduce ad alcuni concetti matematici molto semplici, che poi saranno ripresi nel laboratorio che segue il racconto. Un racconto di matematica e integrazione: ogni tribù di mognomi vive nella propria isola, tutti con la stessa forma e il cappello dello stesso colore. Non si conoscono tra di loro fino all’arrivo di una forte tempesta: riusciranno i mognomi a salvarsi e aiutarsi gli uni con gli altri? Ascolteremo la storia di come hanno imparato a vivere insieme nelle isole dei polignomi.

 

ore 15.30 – GALILEO GALILEI ovvero ATTENZIONE CADUTA GRAVI!

di Gianluca Ranzini – astrofisico, giornalista di Focus e conferenziere del Civico Planetario di Milano

regia Luca Ciancia

con Luca Ciancia, Ivana Franceschini e Massimiliano Zanellati

scenografia Alessandra Castelbarco e Marco di Nallo

produzione Ditta Gioco Fiaba di Milano dagli 8 ai 14 anni

Chi è Galileo per gli studenti di oggi? Cosa resta del suo pensiero e della sua vita?

ll personaggio affrontato nello spettacolo è un Galileo umano, alle prese con le difficoltà della quotidianità tra allievi impossibili e un’acidissima governante, fotografato in tre momenti chiave della sua storia, ma è anche un Galileo storico, in relazione ai pensatori che lo hanno influenzato (Aristotele, Tolomeo, Copernico, Brahe, Keplero) e costretto a difendere le proprie scoperte di fronte al tribunale ecclesiastico.

 

17 febbraio 2019                                                                        ScienzaInScena – Parapiglia

ore 11.00 – MATEBOSCO

con Giulia Bernardi, Martina De Pieri, Giulia Mandelli, Irene Nava, matematiche del Politecnico di Milano

Produzione PiGreco – il Luogo Ideale

dai 3 anni – SPETTACOLO/LABORATORIO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Un viaggio alla scoperta del magico mondo della matematica: i nanetti che abitano il MateBosco hanno bisogno di aiuto per costruire il nuovo villaggio. Come possono essere fatte le nuove casette in modo da essere stabili e accoglienti? Attraverso un racconto animato e coinvolgente, i bambini verranno introdotti ad alcuni concetti matematici molto semplici, che poi saranno ripresi nel laboratorio che segue il racconto. Si giocherà insieme per scoprire le caratteristiche delle forme geometriche, allenandosi a riconoscerle al buio oppure a partire dalle loro ombre o ancora…guardandole alla luce!

Progetto DonneTeatroDiritti 2019

Sguardi fra conflitti e integrazioni

a cura di Annig Raimondi

in collaborazione con Farneto Teatro, Accademia degli Artefatti, Compagnia Tra un Atto e l’Altro, Florian Teatro, HouseClowns, ScenAperta, Università degli Studi di Milano, Il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi, TrentoSpettacoli, RAM FILM

 

Punto di partenza del Progetto artistico e sociale DtD, giunto alla sua X edizione, vi è la questione, sempre più attuale, di tener conto dei diritti e delle libertà delle donne e dei soggetti cosiddetti ‘altri’, oltre ai diritti economici e sociali, insufficientemente definiti (come il diritto di asilo e accoglienza, il diritto allo sviluppo, il diritto al cibo o all’acqua) che hanno più difficoltà a essere riconosciuti in teoria e soprattutto nella pratica. I numerosissimi atti di di sopraffazione e violenza verso persone ritenute più deboli odiverse” da noi testimoniano del clima di deserto morale, o deserto delle relazioni, nel quale viviamo. In questo contesto la cultura svolge un ruolo da protagonista e ha il compito di ‘far pensare’ e di risvegliare interessi, passioni e portare avanti un confronto dialettico per arrivare ad abbracciare una politica dell’impegno piuttosto che dell’indifferenza.

 

 

 

Dal 19 al 24 febbraio 2019                                                        DonneTeatroDiritti

FOREIGN (Il film che nessuno è mai riuscito a fare)

regia e ideazione Carlo Maria Rossi e Daniel Romila

con Chiara Lo Dato, Mirko Giannetta, Eugenio Colombo, Daniel Romila e Carlo Maria Rossi

prodotto da PACTA . dei Teatri

in collaborazione con HouseClowns

Lo spettacolo è parlato in italiano e inglese

 

Un set cinematografico, in località segreta, accoglie di volta in volta il pubblico, persone desiderose di vivere un’avventura: assistere dal vivo alle riprese di una scena. Il film tratta di immigrazione, in particolare del trattamento riservato ai migranti una volta giunti nel paese tanto desiderato. Dopo aver affrontato mille difficoltà, in un viaggio che è paragonabile a un’impresa omerica, una semplice richiesta di documenti può sembrare una bazzecola. Ma non è così per il protagonista di questo film. Nella migliore tradizione della clownerie, lo spettacolo fa ridere e sorridere lasciando però allo spettatore la consapevolezza di aver assistito a qualcosa di profondo.

 

+ MOSTRA MULTIMEDIALE: “NUOVE GENERAZIONI. I VOLTI GIOVANI DELL’ITALIA MULTIETNICA”

A cura di Andrea Avveduto, Letizia Bardazzi, Alessandra Convertini, Wael Farouq, Jacopo Fusi, Giacomo Gentile, Cristina Giuliani, Giovanni Lucertini, Gianni Mereghetti, Giorgio Paolucci, Elena Puncioni, Margherita Tassi con un gruppo di Studenti Universitari di Bologna e Milano.

Con il patrocinio di MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Sono più di un milione e mezzo i giovani nati in Italia da genitori stranieri, o che sono arrivati qui da piccoli e hanno messo radici in quello che considerano il “loro” Paese. Quali legami mantengono con le tradizioni ereditate dai genitori e dalle terre di cui sono originari, quali vincoli stringono con i valori delle società in cui stanno crescendo? Che ruolo giocano nella costruzione della loro identità la famiglia, la scuola e gli altri ambienti in cui vivono? Una mostra multimediale che regala un viaggio dentro l’universo delle “nuove generazioni”.

Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019                                            DonneTeatroDiritti

Prima assoluta

LUCREZIA E LE ALTRE

Dal mito le origini della violenza di genere

drammaturgia Elisabetta Vergani e Silvia Romani

con Elisabetta Vergani e Silvia Romani

regia Maurizio Schmidt

musica dal vivo Sara Calvanelli

organizzazione Davide Pansera

produzione Farneto Teatro

 

Nel V secolo a.C. in una villa di campagna la nobile Lucrezia viene violentata senza pietà dal figlio dell’ultimo re di Roma, Tarquinio il Superbo. Alle prime luci dell’alba, Lucrezia chiama intorno a sé i suoi cari e si toglie la vita trafiggendosi con la spada: “che nessuna donna viva più nel disonore!” esclama. La prima voce di donna a levarsi contro la violenza. In scena, un coro di tre voci, un’attrice, una studiosa di mitologia classica, una musicista, per andare a ritroso alle origini della nostra cultura occidentale, interrogando il mito classico, i poemi omerici, la letteratura greca e latina, transitando per Shakespeare e arrivando fino alla contemporaneità per riportare alla luce voci e miti che hanno forgiato il pensiero della violenza di genere.

 

 

Dal 5 al 10 marzo 2019                                                               DonneTeatroDiritti

MAX GERICKE e LA CHIAVE DELL’ASCENSORE

Due donne, due piece teatrali, due monologhi, due tragedie con la regia di Fabrizio Arcuri, che in modo diverso partono da una struttura fiabesca per poi trattare argomenti di stretta attualità. Storie di donne, ma soprattutto storie di abusi e di conflitti.

 

MAX GERICKE

(La maggior parte della vita è passata, meno male)

di Manfred Karge

traduzione Walter Le Moli

titolo originale Jacke Wie Hose

con Angela Malfitano

regia Fabrizio Arcuri

set video Lorenzo Letizia

assistente alla regia Francesca Zerrilli

ufficio stampa Silvia Mergiotti

assistenza Rossella Giammarinaro

produzione Tra un Atto e l’altro e Accademia Degli Artefatti

in collaborazione con Ert – Emilia Romagna Teatro Fondazione

con il sostegno della Regione Emilia Romagna

Si ringrazia il Teatro di Roma e Studio Spectrum

 

Germania. Secolo scorso. Ella Gericke. Una storia vera. 26 frammenti di una vita. Giacca come pantaloni (il titolo originale) è diventato ormai il suo abbigliamento, perché la miseria della depressione economica prima e i nazisti poi l’hanno costretta a dimenticare di essere donna. Vedova a vent’anni di un operaio gruista, non sapendo come sbarcare il lunario, si è semplicemente sostituita al marito, morto di cancro, per non perdere quel posto di lavoro. Una esistenza dove ogni scelta è stata fatta in nome della sopravvivenza, fino a dimenticare del tutto la propria identità.

 

(a seguire)

LA CHIAVE DELL’ASCENSORE

di Ágota Kristóf

traduzione di Elisabetta Rasy

con Anna Paola Vellaccio

regia Fabrizio Arcuri

assistente in scena Edoardo De Piccoli

assistente alla regia Francesca Zerilli

assistente alla produzione Marilisa D’Amico

cura Giulia Basel

foto di scena Roberta Verzella

grafica Antonio Stella

una coproduzione Florian Metateatro/Accademia degli Artefatti.

 

Scritto nel 1977, è la storia, drammatica e crudele, di una donna tenuta sotto sequestro dal proprio marito che, con l’aiuto di un medico compiacente, infierisce su di lei sottoponendola a orrende mutilazioni. I due uomini arrivano al punto di privarla dell’uso delle gambe e renderla cieca. Alla donna straziata rimane solo la voce per gridare al mondo la sua orribile storia e denunciare i soprusi subiti. Potranno toglierle la vita, ma non si farà strappare la voce per gridare al mondo la sua condizione.

 

 

Dal 13 al 15 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

LA TERRA DESOLATA (The Waste Land)

di Thomas Stearns Eliot

traduzione Roberto Sanesi

regia e con Annig Raimondi

musiche Maurizio Pisati, La Cruz, Antonio Scarano, Richard Wagner

costumi Nir Lagziel

scene e luci Fulvio Michelazzi

produzione PACTA . dei Teatri

 

Dalla tradizione letteraria al mito, dalla storia all’epica, dalla religione all’antropologia culturale, tutto è confluito in un’opera che attinge alle filosofie orientali e ai testi sacri (Veda, Upanishad), ai profeti biblici, all’Ecclesiaste, Sant’Agostino, all’Apocalisse: un’allegoria dello spirito smarrito in una emblematica città europea. Una galleria di eccentrici ritratti (dapprima una diva da café chantant, poi una donna fatale, una donna quotidiana, un titanico guerriero…) dove la voce recitante si moltiplica e si spersonalizza variando registri e timbri e sottolinea la condizione dell’uomo moderno che, persa la propria centralità, tenta di recuperarsi assumendo voci altre e diverse. Giunto al ventesimo anno di repliche, torna a Milano uno degli spettacoli ‘cult’ di Annig Raimondi.

 

 

Sabato 16 marzo 2019                                                   DonneTeatroDiritti

HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI

spettacolo-conferenza a cura di Monica Macchi

A introdurre l’evento, la proiezione di ‘Gramsci 44′, produzione RAM FILM, diretto da Emiliano Barbucci, con Peppino Mazzotta, Americo Melchionda, Maria Milasi, DOP Daniele Ciprì, scritto da Emanuele Milasi

 

Un progetto web di storia orale in Creative Commons del collettivo Mosereen che ricostruisce la partecipazione delle donne alla rivoluzione egiziana del 2011 attraverso otto monologhi. Ma l’Egitto pre e post-Tahrir è anche quello raccontato da Majiid Nawaz in “Radical. Il mio viaggio dal fondamentalismo islamico alla democrazia”, un ex-reclutatore jihadista che proprio nella prigione di Mazrah Tora scopre il sistema giudiziario parallelo ma anche un laboratorio politico che lo porta a prendere le distanze dall’islamismo. Ne verranno letti alcuni brani che ci portano nell’Egitto di Sisi, tema affrontato nel workshop con la classe 4DV del Liceo Candiani di Busto Arsizio che ha elaborato progetti diversi per un sentiero dedicato a Giulio Regeni da realizzarsi nel parco a fianco del liceo.

 

 

 

Dal 20 al 24 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

BACCANTI REWIND

da Euripide

drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis

regia Annig Raimondi e Paolo Bignamini

con Maria Eugenia D’Aquino, Maria Grosso, Annig Raimondi, Paola Romanò

luci e spazio scenico Fulvio Michelazzi

musiche originali Maurizio Pisati

costumi Nir Lagziel

assistenti alla regia Maria Grosso e Gianmarco Bizzarri

produzione PACTA . dei Teatri

in collaborazione con ScenAperta-Altomilanese Teatri, Università degli Studi di Milano e il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi

 

Lo spettacolo ripercorre a ritroso la vicenda de “Le Baccanti” di Euripide, come un’indagine che ricerchi una luce nascosta sulle tematiche profonde e inesauribili del testo. Restano solo tre donne, tre sorelle, tre Baccanti con il compito di tracciare un nuovo corso per la città. Una di loro è proprio Agave, alle prese con l’elaborazione del suo terribile gesto, l’uccisione violenta del figlio Penteo. In una sorta di clinica che pratica una crudele ‘terapia della memoria’, le donne costringeranno la sorella a confrontarsi con la consapevolezza del proprio delitto, la obbligheranno a farlo proprio, a caricarlo tutto su di sé, per avere un nuovo perfetto capro espiatorio. L’idea registica ha coinvolto nell’allestimento il progetto riabilitativo e innovativo di RI-COSTRUZIONE del USC Psichiatria del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi. Il loro laboratorio creativo ha contribuito con la costruzione di particolarissime “maschere”.

 

 

 

Dal 27 al 31 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ

dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea

drammaturgia e regia Maura Pettorruso

con Stefano Pietro Detassis

scene e costumi Maria Paola Di Francesco

disegno luci Alice Colla

organizzazione Daniele Filosi

produzione TrentoSpettacoli

con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

 

Un uomo, un pensatore, filosofo e matematico. Una zolla di terra arida e priva di vita. L’ultimo viaggio. Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita. 98 anni pieni di lotte, di fallimenti, di amori, coronati dal premio Nobel per la Letteratura. In quel breve istante fra gli ultimi momenti di vita e il mistero della morte, Bertrand si appresta a compiere l’ultimo frammento di tempo: abito elegante, sguardo stupito, sale su una zolla di terra e inizia il suo ultimo viaggio, alla ricerca del mistero della vita. Russell rivive la sua esistenza, in un dialogo immaginario e profondo con Cassiopea, la costellazione della dea africana.

 

DtD in collaborazione con le Università

 

  • 5 novembre 2018 – ore 19.30 ingresso libero, PACTA SALONE

NAZRA Palestine Short Film una serata di proiezione di corti palestinesi selezionati e presentati alla Biennale Cinema 2018 a Venezia. Interventi di Simone Sibilio e Monica Macchi a cura dello IULM di Milano

 

A seguire e chiudere il Progetto DonneTeatroDiritti, PACTA . dei Teatri ospita al PACTA SALONE un percorso di tre letture sceniche da testi di Dacia Maraini incentrati sulla condizione femminile: LA DONNA ATTRAVERSO LO SPECCHIO. La drammaturgia femminista italiana e la (ri)formulazione del femminile, un progetto a cura di Maria Morelli, dramaturg Maddalena Mazzocut-Mis, regia Paolo Bignamini, produzione PACTA . dei Teatri, ScenAperta Altomilanese Teatri e Università degli Studi di Milano. Gli incontri, dedicati agli studenti universitari, sono a ingresso libero e prevedono momenti di approfondimento scientifico e proiezioni di documenti originali.

 

  • 6 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

Il manifesto di Dacia Maraini (titolo originale: Manifesto dal carcere, due atti, 1969)

Anna, la protagonista, rievoca, da morta, alcuni momenti della sua vita: dall’oppressione paterna alla mercificazione del suo corpo, fino al carcere. In prigione redige, insieme alle sue compagne, un vero e proprio manifesto femminista. Un’opera di Dacia Maraini nata da inchieste da lei condotte per Il Paese Sera sulla condizione delle carceri femminili.

 

  • 13 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

La donna perfetta di Dacia Maraini (atto unico, 1974)

Nina ha sempre vissuto come ciò che la sua famiglia ritiene essere “una donna perfetta”. Dopo aver conosciuto Elvio, rimane incinta e viene abbandonata dall’amante. Ricorre così all’aborto (clandestino, dal momento che la pratica in Italia sarà illegale fino al 1978) e muore durante l’intervento. Nina ora è un fantasma: la sua presenza interroga i personaggi del dramma inchiodandoli alle loro responsabilità morali.

 

  • 20 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

I sogni di Clitennestra di Dacia Maraini (due atti, 1978)

Una rivisitazione in chiave moderna del dramma eschileo: Agamennone e Clitennestra sono emigrati siciliani che vivono a Prato negli anni ’70, lavorando come operai. La vicenda della tragedia classica si declina in una continua intersezione con il presente, modificando gli esiti della drammaturgia: Clitennestra non viene uccisa da Oreste ma impazzisce, incapace di adattarsi a un mondo costruito su misura dei valori maschili e muore a causa della violenta terapia di elettroshock a cui è sottoposta in manicomio.

Dal 3 al 7 aprile 2019                                                                                New Classic

BATTIATO|PIRANDELLO

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI

con Paolo Scheriani

testo Luigi Pirandello

canzoni Franco Battiato

regia Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli

produzione Scheriani Mandelli Teatro alle Colonne

 

Un concerto spettacolo dove le canzoni di Franco Battiato si uniscono alle parole di Luigi Pirandello e al suo “Uomo dal fiore in bocca” in un mix di Teatro/Canzone, il tutto immerso nelle immagini proiettate che conducono lo spettatore in una dimensione onirica e a tratti surreale.

Un viaggio raffinato nella musica di uno dei più grandi cantautori italiani e nelle parole del drammaturgo agrigentino, vincitore di un Premio Nobel per la letteratura.

 

 

 

Dal 9 al 18 aprile 2019                                                                             New Classic

CANDIDO

ovvero L’ottimismo

di Voltaire

adattamento di Maddalena Mazzocut-Mis

con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi

regia Annig Raimondi

installazione disegni Lorenzo Vergani

disegno luci Manfredi Michelazzi

costumi Nir Lagziel

scenografia Laszlo Ctrvlich

assistente regia Maria Grosso

coproduzione PONTOS Teatro – PACTA . dei Teatri

 

Il Candido di Voltaire è indubbiamente uno dei libri più famosi e più letti. Candido è un giovane innamorato di Cunegonda, una fanciulla nobile per la quale egli affronterà innumerevoli avventure con indomito coraggio, seguendo l’insegnamento del suo maestro in merito all’ottimismo. L’allontanamento dal castello dove ha trascorso l’infanzia dà però inizio alle sue peripezie.

 

 

 

Dal 3 al 19 maggio 2019                                                                         New Classic

Prima assoluta

LA COMMEDIA DELLA VANITA’

di Elias Canetti

traduzione Bianca Zagari

con Maria Eugenia D’Aquino, Paui Galli, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi, Eliel Ferreira de Sousa

regia Annig Raimondi

musiche originali Maurizio Pisati

spazio scenico Lazlo Ctrvlich

disegno luci Manfredi Michelazzi

costumi Nir Lagziel

oggetti di scena Progetto riabilitativo Ri-costruzione ASST Lodi

produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia

 

Una commedia umana composta nel 1934 dallo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la Letteratura nel 1981.

Il governo totalitario del Paese stabilisce per legge che la vanità debba essere bandita e che pertanto ogni strumento atto a tenerla in vita vada distrutto; per i trasgressori la pena sarà la morte. La massa accoglie con entusiasmo l’imposizione, tanto da fare un grande rogo, il rogo dei ritratti, delle foto, la distruzione degli specchi. Dopo diversi anni, i risultati saranno diversi da quelli che ci si aspettava.

 

 

 

Dal 11 al 21 giugno 2019                                                                        New Classic

VENERE & ADONE

Shakespeare e musica

di William Shakespeare

traduzione Roberto Sanesi

adattamento e regia Riccardo Magherini

con Riccardo Magherini, Nicola Lanni, Gabriele Palimento

musiche dal vivo Nicola Lanni

disegno luci Fulvio Michelazzi

voci registrate Maria Eugenia D’Aquino, Vladimir Todisco Grande, Francesca Lolli, Suso Colorni

produzione PACTA . dei Teatri

 

A Londra, tra l’agosto del 1592 e il marzo del 1594, impera la peste: si decide di chiudere i teatri. A Shakespeare per sopravvivere occorre una patente di Poeta. Il risultato è un poemetto di stile “alto”, scritto “alla moda dei tempi”, il cui soggetto è la natura del desiderio sessuale, raccolto in un bel “vestito” per arrivare negli ambienti giusti e dare soddisfazione a quelle angosciose aspirazioni “colte”. La messa in scena trae ispirazione dalla tradizione del cunto siciliano, una tradizione solo apparentemente distante dall’opera di Shakespeare. Così, quasi inaspettatamente, la tecnica dell’affabulazione, mescolata ai colpi di scena un po’ circensi accompagnati da effettacci di magia da baraccone di altri tempi e dalla musica dal vivo, ci restituisce tutto l’umorismo che vibra dietro ai versi Shakespeariani.

 

 

pactaSOUNDzone2019 – COME STA LA LUNA?

rassegna di teatro musica e ricerca a cura di Maurizio Pisati

 

Concerti, eventi audioluminosi, live electronics, seminari. Un pensiero percorre le serate, con un quesito poetico-scientifico che Leonardo da Vinci poneva anzitutto a sé stesso, e che pactaSOUNDzone fa suo attraverso gli artisti ospiti:

La luna, densa e grave / densa e grave, / come sta la luna?

 

Lunedì 28 gennaio 2019

– ore 20.15 Brindisi di Inaugurazione pSz2019

Antonio Mastrogiacomo per Mostre al Cubo: Campato in aria, installazione interattiva per visitatori con telefono cellulare

Presentazione pSz2019 di Carlo Centemeri, Radio Marconi

 

– ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass!

Elettronica, Sax, rubbish – Antonio Mastrogiacomo

 

Le suonerie vengono da una cartella zippata in stoccaggio su torrent. In linea di principio, il concetto è semplice: ogni file audio può essere impiegato come suoneria. Uso e consumo. Questa musica ritma la liturgia della comunicazione.

 

Lunedì 25 febbraio 2019

– ore 20.45 VIBRANTE LUMINOSO!

con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli

 

Vinile e digitale, domande, risposte e una chitarra attorno a Fausto Romitelli

 

 

Lunedì 11 marzo 2019

ore 20.45 Collettivo_21 + Ensemble crisis– Recycled music

Ensemble, Elettronica

Collettivo_21: Lorenzo Di Marco, flauto; Miljan Minić, clarinetto; Lorenzo Moretto e Fruzsina Laszlo, sax; Eleonora Liuzzi, violino; Giacomo Biagi, violoncello; Giulia Pastorino, chitarra classica e conducting Compositori: Giacomo Biagi, Luca Brignole, Federico Perotti, Luca Ricci

Ensemble crisis: Pietro Frigato, chitarra elettrica e conducting; Marco Bussi, elettronica

 

L’esplorazione del suono, dello spazio e del rapporto tra i musicisti, attraverso il lavoro di due direttori che s’alterneranno divenendo a loro volta strumentisti in una conducting che indagherà gli aspetti essenziali dell’idea di creazione.

 

 

Lunedì 25 marzo 2019

ore 20.45 RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio

Voce Annamaria Musajo – Chitarra Pierluigi Ferrari – Contrabbasso Franco Finocchiaro

 

Per me esiste ormai soltanto una bellezza: quella che è un fine e non un mezzo, e che è tale perché il suo creatore ha identificato in sé il significato della sua condizione umana con il significato della sua condizione di artista.” (Julio Cortazar, Il gioco del Mondo)

 

Lunedì 8 aprile 2019

ore 20.45 VOCI NEL BUIO by Yesand

Ensemble di voci e buio.

Narratori Alberto Cannizzaro, Giorgia Carloni, Jacopo Casadei, Luigi Verga

Cantanti Eleonora Aliverti, Lapo Attardo, Tatiana Barone, Davide Bianchi, Manuele Bravi, Valentina Gallotti, Walter Grandi

 

Dice che si deve sempre spegnere la luce prima di uscire. Noi lo si farà dopo essere entrati. Uno spettacolo completamente al buio dove racconto e canto improvvisati si intrecciano in una storia unica e irripetibile. Chiude gli occhi e spalanca la mente, si muove tra suoni, silenzi e fantasia, luce immaginifica che divora l’oscurità.

 

 

Lunedì 15 aprile 2019

ore 20.45 NOMOLOGO Abiti lisi e vecchi costumi come maschere sonore stese ad asciugare

Ensemble, Elettronica, NPnonpervenuto&Conservatorio G.Verdi, Milano

Leonardo Bonetti, Maria Vincenza Cabizza, Mauro Di Vincenzo, Lior Eytan, Andrea Mattera, Alvaro Nunez Carbullanca

 

Fra happening e spettacolo teatrale, sei musicisti giocano con suoni e rumori, luci e ombre, luoghi e persone, rimettendo al centro della scena un’interiorità sempre più fragile, sconnessa, incoerente.

 

 

PARAPIGLIA TeatroInFamiglia

Rassegna di teatro per bambini e ragazzi

quarta edizione 2018-2019

organizzata da Ditta Gioco Fiaba e PACTA . dei Teatri

presso PACTA Salone in Via Ulisse Dini 7 a Milano

 

PARAPIGLIA TEATROinFAMIGLIA non è solo una rassegna, ma un fantasioso luogo di incontro tra adulti e bambini, uno spazio di confronto per le famiglie, un piccolo motore culturale per vitalizzare e qualificare la periferia cittadina, una variopinta proposta per le Scuole di Milano nonchè, la domenica mattina, l’unica rassegna regionale specificamente dedicata al pubblico dei piccolissimi degli Asili Nido.

 

INFORMAZIONI

biglietti € 6,00 per tutti

prenotazioni: info@dittagiocofiaba.com o tel 331.7977383

www.dittagiocofiaba.com

 

21 ottobre 2018                                                                     Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – BALLA COI BULLI

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Nel selvaggio e (comico) west della Ditta Gioco Fiaba imperversa un criminale che si diverte a maltrattare i cittadini di Happy Town. Persino lo sceriffo non riesce a contenerlo. Tutti vorrebbero farsi rispettare, ma nessuno agisce per troppa paura. Come nella tradizione dei migliori western, arriva però l’eroe capace di risvegliare gli animi e di permettere il faticoso imporsi della giustizia.

 

28 ottobre 2018                                                                     Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: SUL TRAM

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Lo scoiattolo Gillo, curioso come tutti i cuccioli, se ne va in tram dove scopre la macchina che morde i biglietti, le porte a soffietto, il tasto che suona, le maniglie a cui appendersi e…un cappello dimenticato (e parlante)! E così insieme ai bambini si mette a cercare il proprietario del cappello.

 

Ore 15.30 – LA NOTTE DELLE LETTERE VIVENTI

produzione Ditta Gioco Fiaba dai 6 ai 10 anni

Un sinistro mistero si nasconde in biblioteca… Molti libri sono stati smangiucchiati, altri si fa fatica a leggerli; diverse parole sono tronche con consonanti mancanti e vocali scomparse. Le bibliotecarie hanno deciso di intervenire e hanno chiamato un esperto, un uomo senza paura che crede nel potere del vocabolario e dovrà chiarire il mistero e riportare la quiete e l’ordine, o meglio, l’ordine alfabetico! E naturalmente…avrà bisogno dell’aiuto dei bambini del pubblico.

 

4 novembre 2018                                                                   Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: AL PARCO

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Approfittando delle ultime giornate calde di ottobre lo scoiattolo ha deciso di andare al parco con la sua tata. Qui troverà tanti animali e giochi da fare, con uno splendido monopattino, ma anche una fontana che piange…come una fontana! Ma forse tutti insieme possiamo aiutarla…

 

 

Ore 15.30 – SHERLOCK HOLMES E IL MASTINO DEI BASKERVILLE

Produzione Ditta Gioco Fiaba dai 5 anni

Nella brughiera del Dartmoor, nel Devon, l’anziano sir Charles Baskerville viene trovato morto nella sua villa, apparentemente ucciso da un grosso spavento. Il suo medico è invece convinto che il responsabile sia un orribile creatura, un gigantesco mastino. Sulla famiglia dei Baskerville aleggia infatti una terribile maledizione. Per risolvere il mistero viene chiesto aiuto a Sherlock Holmes.

 

11 novembre 2018                                                                 Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – IL RACCONTAFIABE

Produzione Compagnia dei Giovani di Catania dai 4 anni

Liberamente tratto da un racconto di Luigi Capuana. Protagonista un “Raccontafiabe”, uno strano narratore che gira di città in città a narrare le fiabe classiche ai bambini. Fin quando si accorge che ormai i bambini le sanno già tutte a memoria. Che fare dunque? Il pubblico dovrà aiutare il narratore a trovare delle fiabe nuove di zecca tra fate e maghi dispettosi.

 

18 novembre 2018                                                                           Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL FRIGOR

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Continua l’esplorazione della casetta di Gillo. E nel frigorifero, tra mille golosità da assaggiare, troveremo anche una mela freddolosa che ama danzare!

 

Ore 15.30 – IL LUPO E LA CAPRA (in una notte di temporale)

Produzione Teatro del Cerchio dai 4 anni

Lo spettacolo, contro i pregiudizi e le differenze di genere, riprende il racconto dello scrittore giapponese Yuichi Kimura. Un lupo un po’ acciaccato che teme la vecchiaia e una capra giovane e pimpante danno vita a una sorta di “commedia degli equivoci” a causa di un temporale improvviso che li sorprende nel bosco e li fa riparare sotto la stessa capanna abbandonata. Il buio (e un raffreddore del lupo) fanno sì che i due pensino all’altro come un animale della stessa razza tanto da diventare amici e complici nel tempo passato insieme. Il temporale cesserà ma non senza prima vedere i due darsi appuntamento per il giorno dopo alla luce del sole.

 

24 novembre 2018                                                                           Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – L’ARTIGIANO DELLE NOTE

Storie, burle e cose serie per scoprire il mestiere del musicista

Produzione NoteInScena dai 3 ai 7 anni

Un incontro-spettacolo dove i bambini ascoltano, guardano, cantano, ballano, ridono e si stupiscono. Un maestro un po’ speciale e i suoi aiutanti prendono per mano i piccoli spettatori e con delicatezza li accompagnano in un viaggio entusiasmante alla scoperta del meraviglioso mestiere del musicista.

 

2 dicembre 2018                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – BBBBRRRR…CHE BRIVIDI

con Alessandro Pazzi e Lorenzo Vergani

produzione PONTOS-Teatro dai 6 ai 10 anni

Un attore e un illustratore per un viaggio in compagnia di pupazzi di neve che prendono vita, fantasmi di carta, mostri che hanno paura del buio, lupi che mangiano strane cose… per imparare che per diventare coraggiosi bisogna anche passare attraverso una sana paura: perché dietro alle cose che a volte ci fanno più paura si nascondono realtà impensabili che all’inizio ci mettono addosso un brivido, ma alla fine ci fanno sentire meno soli.

 

 

 

9 dicembre 2018                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IN CUCINA

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa mamma guidano i bambini alla scoperta della cucina della loro nuova casa e delle piccole storie in questa nascoste. L’utilizzo del mimo, di suoni onomatopeici, di immagini gioco tridimensionali e agibili, della partecipazione dei bambini attraverso il tatto e il movimento sono gli strumenti di questo spettacolo speciale creato per il pubblico dei più piccoli.

 

Ore 15.30 – LA FESTA DELLE FESTE

Produzione Teatro Telaio dai 5 ai 10 anni

Un garzone pasticcione deve allestire un grande banchetto… Sembra non manchi nulla eppure… Si fanno avanti quattro animali, un gatto, una mucca, un cammello e un dromedario che stanno tutti accompagnando i loro padroni in un posto che sembra da tutt’altra parte: La Mecca, il Gange, Betlemme. Ognuno di loro ha storie da raccontare che sembrano essere diversissime. Eppure è comune la voglia di camminare per arrivare al “centro”, il luogo dove la festa possa caricarsi di senso.

 

16 dicembre 2018                                                                  Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – IL CIRCO DI NATALE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 2 ai 5 anni

Impacchettare regali, allenare le renne, far scendere la neve, decorare gli alberi… quanto lavoro c’è dietro a ogni Natale! Ma chi aiuta Babbo Natale a preparare tutto? Un incredibile circo fatto di elfi, renne ballerine, nani barbuti, pupazzi di neve e altri mille personaggi… Tutti pronti a esibirsi in rivista per i bambini e a preparare un altro fantastico giorno di Natale!

 

Ore 15.30 – LO SCHIACCIANOCI

produzione Ditta Gioco Fiaba dai 3 anni

Dalla fiaba musicale di Tchaikovsky uno spettacolo interattivo animato dalle note dalle più famose musiche orchestrali. Due attori e un magico albero di Natale che domina la scena, uno schiaccianoci di legno destinato a trasformarsi in un principe, ombrelli coloratissimi che serviranno per volare, diverranno addobbi natalizi, si trasformeranno in spade e altro ancora.

 

6 gennaio 2019                                                                      Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – LA BEFANA SI È ARRABBIATA

Produzione Ditta Gioco Fiaba dai 3 anni

L’Epifania è alle porte e, mentre i bambini attendono l’arrivo delle calze piene di sorprese, la Befana si dispera e si arrabbia sempre più. “Tutti amano Babbo Natale, tutti vogliono Babbo Natale” borbotta la vecchina, convinta che nessuno si curi di lei che arriva sempre per ultima, ha le scarpe tutte rotte, lascia il carbone e tutte le feste si porta via. Quest’anno la Befana rifiuta di alzarsi dalla poltrona e di uscire di casa.

 

13 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: DAL DOTTORE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Questa volta lo scoiattolo è raffreddato… e allora bisogna convincerlo ad andare dal Dottore! Ma il Dott. Stetoscopius non fa paura! E’ solo buffo e con uno strano accento… e poi si scoprono tante cose come il peso, la temperatura e…lo sciroppo! Guarirà lo scoiattolo?

 

Ore 15.30 – L’ISOLA DEL TESORO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Liberamente tratto dal libro di Stevenson. Il giovane Jim, protagonista dell’avventura, affronta con coraggio la sfida dei pirati Long John Silver e Cane Nero e, entrato in possesso della mappa del capitano Flint, si imbarca alla volta della misteriosa isola. Ma il suo viaggio non sarà così semplice… Sull’isola infatti Flint ha lasciato un altro pirata ormai folle a guardia del tesoro e poi trabocchetti, trappole, scheletri e false indicazioni capaci di sviare l’avventuriero più sicuro portandolo a fine certa. E poi la mappa è incompleta! Anche se Silver ha un pappagallo che pare sapere molte cose…

 

20 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – SE NON SARÀ SERENO SI RASSERENERÀ

(LA MUCCA MUSONA E ALTRE STORIE CHE NON TI ASPETTI)

produzione Carolina Reaper dai 3 ai 10 anni

Riuscirà l’elefantino verde, nuovo arrivato nella savana, a trovare un amico con cui giocare? E il coniglietto dall’irriducibile entusiasmo a far sorridere la mucca più musona della fattoria? E’ possibile che un lupo e una capra in una notte di temporale scoprano di avere un sacco di cose in comune? E soprattutto che il primo non si pappi la seconda? Sì che è possibile. La vita sa sorprenderci sempre. E anche il teatro. Uno spettacolo zebrato, muccato, leopardato. Colorato quanto basta per dimenticare la paura e ballare tutti insieme.

 

27 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – VOLA SOLO CHI OSA FARLO

Concerto di parole

Liberamente tratto da “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepúlveda

produzione La fabbrica dei ponti dai 4 anni

I gabbiani sorvolano la foce dell’Elba nel mare del Nord. Kengah si tuffa su un banco di aringhe insieme agli altri gabbiani, ma quando riemerge il resto dello stormo è volato via. A stento spicca il volo, raggiunge la terra ferma e precipita su un balcone di Amburgo dove trova Zorba, un gatto nero grande e grosso. La gabbiana morente gli affida il suo uovo facendogli fare tre promesse: di non mangiarlo, di averne cura e di insegnargli a volare. Se per le prime due promesse sarà sufficiente l’amore del gatto, per la terza serve una grande idea e l’aiuto di tutti.

 

3 febbraio 2019                                                                      Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL BAGNETTO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa tata presi con il quotidiano rito del bagnetto… L’utilizzo del mimo, di suoni onomatopeici, di immagini gioco tridimensionali e agibili, della partecipazione dei bambini attraverso il tatto e il movimento sono gli strumenti di questo spettacolo speciale creato per il pubblico dei più piccoli.

 

Ore 15.30 – PETER PAN

Produzione Teatro Blu dai 4 anni

Un uomo d’affari, di nome Peter si sveglia la mattina di buon ora e corre in ufficio dove trascorre la sua giornata fra telefonate, riunioni, corse da un piano all’altro, calcoli, responsabilità e riepiloghi. Interviene Trilly, una bambina un po’ magica, che cerca di richiamare l’uomo d’affari, di toglierlo dal vortice in cui si è, suo malgrado, catapultato. Ma l’uomo non la vuole ascoltare. Trilly non lo riconosce più e decide di andarsene, vuole ritornare nella sua isola: l’Isolachenoncè. Nel ricordarla incomincia a poco a poco a darle forma e tenta di trascinare Peter in questo suo gioco.

 

 

9 febbraio 2019                                      ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – MARTINA TREMENDA NELLO SPAZIO

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dagli 8 ai 12 anni

 

10 febbraio 2019                                    ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

ore 11.00 – MOGNOMI E POLIGNOMI

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dai 3 anni

 

ore 15.30 – GALILEO ovvero attenzione caduta gravi!

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dagli 8 ai 14 anni

 

17 febbraio                                             ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – IL MATEBOSCO

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dai 3 anni

 

Ore 15.30COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 21) dai 4 anni

 

24 febbraio 2019                                                                 Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: L’ARMADIO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Un viaggio curioso tra armadi pieni di oggetti strani… scarpe, cappelli, occhiali ma anche una chiave misteriosa e un topo molto affamato che ha perso il suo formaggio…

 

Ore 15.30 – ABBRACCI

Produzione Teatro Telaio dai 4 ai 10 anni

Due Panda stanno costruendo la casa, ognuna la propria. Si incontrano. Si guardano. Si piacciono. E poi? Come si fa a esprimere il proprio affetto? E’ necessario andare a scuola, ma una scuola speciale: una scuola d’abbracci. Perché con gli abbracci si possono esprimere tante cose: ci si fa coraggio quando si ha paura, si può festeggiare una vittoria, la gioia di un incontro o la speranza di ritrovarsi quando si va via.

 

3 marzo 2019                                                                       Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL GIARDINO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa mamma guidano i bambini alla scoperta del bellissimo giardino della loro nuova casa e dei fantastici animali che lo abitano. Ma come brucia il sole! Bisogna mettere cappello e occhiali. Ma qui c’è un fiore parlante e profumatissimo! Attenzione: arriva il temporale, bisogna prendere l’ombrello!

 

Ore 15.30 – CAPPUCCETTI MATTI

Produzione Pandemonium Teatro dai 5 anni

Un gioco con la fiaba più conosciuta, Cappuccetto rosso. Si passa da un Cappuccetto all’altro: classico, inglese, razzo, tonto, pazzo, oca, killer e altri ancora …fino all’esaurimento fisico… degli attori! Naturalmente anche i coprotagonisti della storia, lupo, mamma, nonna e cacciatore dovranno adeguarsi alle trasformazioni della protagonista.

 

 

10 marzo 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: IL MARE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Approfittando delle ultime giornate calde di ottobre lo scoiattolo ha deciso di andare al mare con la sua tata. E in spiaggia si possono fare mille scoperte e anche incontrare un paguro bagnino con problemi alla conchiglia…

 

Ore 15.30 – …CHE VIAGGI MISTER GULLIVER!

Produzione ABC musica teatro dai 5 ai 10 anni

Libero adattamento del famoso romanzo “I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift.

Gulliver è alle prese con la stesura del manoscritto in cui deve raccontare tutti i suoi viaggi, ma la sua memoria dopo tanti anni non è così fresca, chiede quindi aiuto alla sua governante Josephine per riviverli attraverso un vero e proprio gioco di ruoli. Ecco allora che guanti, scopa e lenzuola diventano i personaggi della storia. La musica ha un ruolo fondamentale: non è solo colonna sonora, ma viene utilizzata per creare atmosfere, rendere idiomi sconosciuti e rappresentare personaggi veri e propri.

 

Sabato 16 marzo 2019                                                          Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – CARTOLINE DI DON CHISCIOTTE

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Le fantastiche avventure del celeberrimo Cavaliere della Mancia raccontate con fantasia e divertimento in uno spettacolo di teatro d’azione. Tre improbabili postini alle prese con il loro ufficio postale, timbri, buste e mille cartoline da consegnare…anche a una certa Dulcinea del Toboso… Tra cavalieri, giganti, mostri e incantesimi; i tre postini, nei i ruoli del protagonista, del suo inseparabile Sancio ma anche del fido destriero Ronzinante, dovranno affrontare mille prove, spesso con esiti dolorosamente comici, per l’amore della bella Dulcinea.

 

 

ATTIVITÀ PER LA CITTÀ

Didattica, formazione e socialità

 

La Scuola di pratiche teatrali a cura di PACTA

Il settore didattico di PACTA ha fra gli obiettivi principali quello di formare nuove figure professionali o di approfondirne le tecniche di conoscenza. Lo scopo è far tornare il teatro a essere espressione della gente ed elemento propulsivo di curiosità e cultura; mostrare cosa succede nel nostro tempo; formare lo spettatore da un punto di vista socioculturale. Vengono proposti seminari tenuti da professionisti del settore, laboratori scolastici, Learning Week, per avvicinare tutti coloro che sono interessati al processo creativo e guidarli all’apprendimento delle Pratiche Teatrali.

La scuola a cura di PACTA è strutturata secondo un metodo che coniuga il corpo poetico, il linguaggio drammaturgico, le strutture musicali e la luministica. Comprende i seguenti corsi annuali e i seminari tematici: Corso di teatro per adultiCorso di teatro adolescentiCome usare la voce (su radiodrammi, poesie e novelle) – Teatro su misura (sul lavoro dell’interprete per rendere visibile una trama o un personaggio) – La luce e la scena (sulla luministica teatrale) – La maschera dell’attore (sulla costruzione del personaggio).

 

Il progetto Design for PACTA

Enti e specialisti del design si raccolgono attorno a PACTA per questo specifico progetto: Design for PACTA. Verranno proposti una serie di Workshop e Seminari di progettazione mirata, tenuti da professionisti del settore: light e sound designer, progettisti, scenografi, fotografi. I corsi si svolgeranno nel PACTA Salone, da luglio a settembre, e avranno come destinatari sia studenti universitari sia tutti i professionisti e appassionati che siano interessati al programma di lezioni, workshop e incontri. Partner: IACCItalia, MIE – Michi Industries Europe.

 

Spazio di lettura e biblioteca: LIB(E)RO SCAMBIO

Libero accesso per tutte le fasce di cittadini dai 6 ai 90 anni, per far vivere tutti gli spazi del PACTA Salone come luoghi di incontro e scambio di conoscenza attraverso i libri, un posto per dare un’altra vita a un libro che resterebbe altrimenti inutilizzato su uno scaffale nella propria libreria di casa. Partner: Comitato Vigentino per Milano

 

MOSTRE al CUBO: Me exhibeo

Un cubo bianco è posto al centro del Foyer del PACTA SALONE, una struttura per accompagnare il pubblico allo spettacolo con fotografia, pittura, grafica, poesia, luce, video.

Mostre che si accompagnano agli spettacoli e lasciano dialogare tra loro le diverse arti visive, una intersezione tra i linguaggi dell’arte, una presenza fissa per l’intera stagione, con la presenza di: Alessandra Bonicalzi, Laszlo Ctrvlich, Francesca Leoni, Fondazione Achille Castiglioni, Marco Di Paolo, Flash and Bip, Fenia Kotsopoulou, Giulio Calegari, Lorenzo Gatti, Roberto Zizzo e Luciana Soriato.

 

 

TEATRO IN MATEMATICA

Progetto di Maria Eugenia D’Aquino

Consulenza scientifica: Politecnico di Milano

 

L’immancabile appuntamento TeatroInMatematica, originale iniziativa di PACTA . dei Teatri –SALONEviaDini nata nel 2002 da una felice intuizione di Maria Eugenia D’Aquino, attrice e direttrice artistica del progetto, e dedicata alle scuole, torna quest’anno e si svolgerà interamente al PACTA SALONE, nei giorni della matematica, dal 26 novembre al 6 dicembre: la traduzione di concetti matematici, apparentemente astrusi, in personaggi e trame avvincenti. In cartellone tre titoli scelti tra i più significativi e popolari in repertorio. Al termine degli spettacoli i protagonisti e i consulenti scientifici accoglieranno domande e commenti da parte degli spettatori. . Agli spettacoli seguiranno degli shortlab per condurre gli studenti a elaborare un piccolo prodotto artistico inspirato all’argomento matematico trattato in scena.

Il 26 novembre 2018 alle ore 11.30 – L’IRRAZIONALE LEGGEREZZA DEI NUMERI, una morte misteriosa, un presunto naufragio: così scomparve Ippaso da Metaponto, colpevole di aver scalfito la perfetta razionalità del sistema pitagorico, divulgando il segreto dei numeri irrazionali. Il 3 e 4 dicembre 2018 ore 11.30 – L’INCOGNITA X, l’incognita e tante equazioni di gradi diversi, allo stesso modo molteplici situazioni vengono sviluppate drammaturgicamente come equazioni di vario tipo. Il 5 e 6 dicembre 2018 alle ore 11.30 – APPUNTAMENTO AL LIMITE – Il calcolo sublime, sul calcolo infinitesimale, una delle teorie che più ha arricchito la matematica moderna e determinato il progresso scientifico.

 

 

COLLABORAZIONE CON ATIR

Continua la preziosa collaborazione tra PACTA . dei Teatri – Salone di Via Dini e ATIR Teatro Ringhiera. In particolare, PACTA ospiterà anche quest’anno due spettacoli finalizzati alla coesione e all’inclusione sociale con cittadini abili, diversamente abili e over60 a cura di ATIR Teatro Ringhiera e proposti alle scuole.

 

Martedì 11 e mercoledì 12 dicembre ore 11.00

IL GRAN TORNEO DELLE RELIGIONI

Spettacolo/esito del laboratorio con gli Over60 di ATIR Teatro Ringhiera | conduzione e drammaturgia di Arianna Scommegna, Mila Boeri e Renata Ciaravino | liberamente tratto da “II Re, il Saggio e il Buffone” di Shafique Keshavjee

“Che cosa succede quando un ateo, un buddista, un indù, un mussulmano, un ebreo e un cristiano sono chiamati a confrontarsi e a dire ciascuno la propria verità?”, questa la domanda centrale del libro di Keshavjee a cui lo spettacolo si è ispirato.

 

Giovedì 28 marzo e venerdì 29 marzo ore 11.00

ANTIGONE E LE GUERRIERE DAI CAPELLI BIANCHI

Studio teatrale/esito del II anno de “Gli spazi del teatro” – progetto di teatro integrato per cittadini abili e disabili a cura di ATIR Teatro Ringhiera e Cooperativa Sociale Comunità Progetto

con la partecipazione degli studenti del Liceo Artistico Statale di Brera

Conduttori Chiara Stoppa e Arianna Bianchi, educ-attrice Valentina Ledono

Un racconto ambientato in una casa di riposo, dove alcune anziane protagoniste si ritrovano ad affrontare un compito ardimentoso: una riscrittura da Sofocle, che dà voce al singolo e al coro, alla forza del gruppo e al coraggio del gesto individuale. Lo spettacolo è l’esito finale del secondo anno del progetto “Gli Spazi del Teatro”, percorso di teatro integrato, con attori abili e diversamente abili insieme, volto alla costruzione di linguaggi e modalità comuni e universali, senza mai perdere l’eccezionalità di ciascuno.

 

Per info e prenotazioni: 02 87390039 – scuole@atirteatroringhiera.it

GLI ABBONAMENTI

 

 

ALL YOU CAN SEE – ingressi illimitati €130,00 

 

CARTA AMICI DI PACTA – 6 spettacoli €66,00

 

ABBONAMENTO LA PRIMA (10 prime) €60,00

 

ABBONAMENTO IL SALONE (4 spettacoli) €40,00

 

CARTA TANDEM – 2 ingressi a 2 spettacoli €38,00

 

CARTA FAMIGLIA (minimo 3 persone) €24,00  

 

SCIENZAINSCENA (ingresso a tutti gli spettacoli, mostra, conferenze e laboratori del festival, sconti per ingressi al Planetario e al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci) €30,00

 

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

PACTA SALONE

via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

 

Per informazioni: www.pacta.org mail biglietteria@pacta.orgpromozione@pacta.org – tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org

 

Orari spettacoli da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.30, lunedì riposo

(PARAPIGLIA TeatroInFamiglia sabato o domenica ore 15.30)

                          (PACTAsoundZONE e altri appuntamenti programmati lunedì ore 20.45)

 

Orari biglietteria: via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00

nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni €16 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €12 (min. 10 persone) | gruppi scuola €9 | Prevendita €1,50 – per gli spettacoli della rassegna PARAPIGLIA biglietti € 6,00 per tutti

 

ABBONAMENTI: ALL YOU CAN SEE ingressi illimitati €130,00 – CARTA AMICI DI PACTA 6 spettacoli €66,00 – ABBONAMENTO LA PRIMA (10 prime) €60,00 – ABBONAMENTO IL SALONE (4 spettacoli) €40,00 – CARTA TANDEM 2 ingressi a 2 spettacoli €38,00 – CARTA FAMIGLIA (minimo 3 persone) €24,00 – SCIENZAINSCENA (ingresso a tutti gli spettacoli, mostra, conferenze e laboratori del festival, sconti per ingressi al Planetario e al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci) €30,00

 

 

PACTA . dei Teatri – LO STAFF

 

PACTA . dei Teatri

Annig Raimondi, Maria Eugenia D’Aquino, Fulvio Michelazzi, Riccardo Magherini, Maurizio Pisati

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sara Abdelall

PROMOZIONE COMUNICAZIONE Viola Venegoni

UFFICIO SCUOLE Elisabetta Miracoli

UFFICIO STAMPA Giulia Colombo

AMMINISTRAZIONE Gianluca Anselmi, Matteo Zagaria

BIGLIETTERIA Gaia Lenzi

GRAFICA Antonella Raimondi

TECNICI E COSTRUTTORI Eliel Ferreira de Sousa, Manfredi Michelazzi, Emanuele Cavalcanti, Giacomo Gualano

 

COMITATO D’ONORE

Ileana Alesso, Mila Barletta, Renato Betti, Carla Biasca, Nunzia Bonanno, Andrea Bonessa, Amneris Bonvicini, Adriana Carluccio, Giuseppe Cavajoni, Anna Clerici, Gianni Clocchiatti, Carla e Giorgio D’Aquino, Fanny Di Salle, Giulia Farina, Franco Galli, Fiorella Gasparro, Sandro Gorli, Rita Grandori, Elisa e Giuseppe Grandori, Bernardo Lanzetti, Margherita Mazzini, Valeria Mazzoletti, Mirko Menconi, Serena Mignani, Cristiana Minoletti, Marilde Motta, Alessandro Pizzoccaro, Paolo Pototschnig, Antonella Raimondi, Marco ed Elisabetta Raimondi, Susanna Raimondi, Valentina Raimondi, Elena Rota, Gianluca Roveraro, Chiara Vaccarino, Anna Vedda, Daniele Zannoni

 

PARTNER

CETEC Dentro/Fuori San Vittore, SCENAPERTA ALTOMILANESE TEATRI, EFFEDIESSE – POLITECNICO DI MILANO, ZONEmauriziopisatimusica, INAF – OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI BRERA – MILAN, STUDIO EXHIBITA – FROM IDEAS TO FACTS, VAS Visual Arts and Science di Davide Ganito e Virginio Levrio, PONTOS-Teatro

 

SPONSOR TECNICI

Titta Buongiorno (VOLUME), Ivan Foglino (MUSIQUARIUM), Danilo Marcenaro (MUSIQUARIUM), Renzo Mozzi (AUDIO VIDEO PROVIDER), Gianna Nervi (MUSIQUARIUM), Antonio Rosanò (AUDIOLUCI), Carlo Scali (MUSIQUARIUM), Michael Stiller (M.I.E.)

 

 

CON IL SOSTEGNO DI

  

COMUNICATO STAMPA                                                                     Milano, 12 settembre 2018

 

PACTA . dei Teatri – stagione 2018-2019

viviAMO IL TEATRO

Al PACTA SALONE con 77 titoli, 3 progetti speciali su donne, diritti, musica, teatro ragazzi e un Festival di Teatro e Scienza: dal 18 ottobre inizia la terza stagione nel Primo Teatro Metropolitano di Milano

 

Il PACTA SALONE, Primo Teatro Metropolitano, in via Ulisse Dini 7 a Milano, apre la sua terza stagione il 18 ottobre 2018, dal titolo viviAMO IL TEATRO – L’evoluzione del desiderio: 77 spettacoli, 197 aperture di sipario, 12 produzioni PACTA . dei Teatri, 3 progetti speciali (DonneTeatroDiritti, pactaSOUNDzone, Parapiglia TeatroInFamiglia) e il Festival ScienzaInScena Atto √2. Una stagione appassionata, percorsa dalla vocazione vera del Teatro, che non esclude nulla e accoglie ogni diversità.

 

“Vero motore positivo e filo rosso, L’evoluzione del desiderio è pensato come tema portante per sviluppare sempre più un teatro dalla forte connotazione innovativa, che, strapazzando e contaminando i propri codici linguistici, sia costantemente ‘in divenire’, anche restando nel rispetto della tradizione. – racconta la direttrice artistica Annig Raimondi – Un teatro che dia sempre spazio ai giovani talenti della scena italiana come a compagnie e artisti di livello nazionale e internazionale, coniugando le proposte artistiche senza dimenticare le istanze sociali per un teatro dell’inclusione. Inoltre, non ultimo, un teatro aperto alle realtà del quartiere, il Municipio 5, e della Città metropolitana di Milano, che vedono in questa sala un punto di riferimento e un argine contro il declino delle periferie”.

 

La Stagione 2018-2019

Anche questa edizione mantiene la formula di un cartellone disciplinato per progetti ma variegato, per tutta la famiglia, dove ognuno possa scegliere gli spettacoli che corrispondono ai suoi gusti e trarne vantaggi e scoperte.

La nuova stagione apre con quattro giorni di festa legati al tema della diversità. Insieme alla compagnia Carolina Reaper, in residenza presso il PACTA SALONE, due spettacoli, dal 18 al 19 ottobre 2018 IN.TER.NOS, dove da una quotidianità che pretende di mostrarsi rassicurante emergono sfumature di debolezze e fragilità, e dal 20 al 21 ottobre 2018 L’INDULGENZA DEL LATTE, con tre storie ambientate nel futuro prossimo. Gli spettacoli si intrecceranno a eventi extra con installazioni fotografiche, dj-set, trucchi, tarocchi e altre amenità. Il mese di ottobre si chiude con un altro spettacolo della Vetrina contemporanea: dal 25 al 28 ottobre 2018 ICARO – L’ultimo volo, un invito all’ascolto degli ultimi di Salvatore Arena con Luca Fiorino.

 

New classic

Da questo momento ha inizio il percorso della stagione New classic dedicato ai grandi maestri: dal 7 all’11 novembre 2018, ROSSO MALPELO, in prima milanese, con Salvo Valentino e Pietro Cucuzza della Compagnia dei Giovani di Catania, una storia di giovane vita nei campi di Sicilia di fine Ottocento narrata dalla penna di Giovanni Verga; dal 13 al 18 novembre 2018, in prima assoluta, YOURCENAR/CLITENNESTRA da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar, con Debora Zuin, la regia di Paolo Bignamini, una produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi, dove Clitennestra rivendica le ragioni del suo delitto attraverso un’autodifesa che chiama in causa i fantasmi più profondi; dal 21 novembre al 2 dicembre 2018 torna IL CUSTODE, il più rappresentativo testo di Harold Pinter con la regia di Riccardo Magherini, produzione PACTA . dei Teatri; dal 14 al 16 dicembre 2018 incontriamo Fabrizio De Andrè e la sua rivisitazione dell’Antologia di Spoon River in LA COLLINA DI SPOON RIVER E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ una produzione Il Sipario Strappato e Antico Teatro Sacco con musiche e canzoni eseguite dal vivo. Seguono poi tre spettacoli: dal 18 al 22 dicembre 2018, in prima assoluta, i segreti dell’anima di Maria Gaetana Agnesi in NÉ BRUTTA NÉ BELLA, Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi, di e con Maria Eugenia D’Aquino, a concludere il palinsesto del Comune di Milano Avrei voluto conoscerla! per le celebrazioni in occasione dei 300 anni dalla nascita di Maria Gaetana Agnesi, matematica, filosofa e benefattrice milanese; dal 10 al 20 gennaio 2019 una produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri con la regia di Paolo Bignamini e la drammaturgia di Fabrizio Sinisi, IL MAESTRO E MARGHERITA (Voland/Pilato/Gli Amanti) a partire dal capolavoro di Michail Bulgakov; infine dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019, altra prima assoluta, MADAME BOVARY di Gustave Flaubert per la scrittura scenica di Annig Raimondi anche interprete con Antonio Rosti, la lotta tra ciò che vorremmo essere e ciò che effettivamente siamo.

L’ultima parte della sezione New classic si sviluppa al termine della stagione: dal 3 al 7 aprile 2019 un concerto spettacolo dove le canzoni di Franco Battiato si uniscono alle parole di Luigi Pirandello in BATTIATO|PIRANDELLO – L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI con Paolo Scheriani; dal 9 al 18 aprile 2019 la coproduzione di PONTOS Teatro –PACTA . dei Teatri con CANDIDO (ovvero L’ottimismo) di Voltaire con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi e la regia di Annig Raimondi; dal 3 al 19 maggio 2019 LA COMMEDIA DELLA VANITÀ una commedia umana composta nel 1934 dallo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la Letteratura nel 1981, una produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia, con la regia di Annig Raimondi. Chiude infine la stagione dall’11 al 21 giugno 2019 VENERE & ADONE Shakespeare e musica, il poemetto in stile alto del bardo, con traduzione di Roberto Sanesi, portato sul palco con la regia di Riccardo Magherini in una produzione PACTA . dei Teatri.

 

Al centro della nuova stagione un Festival e un Progetto speciale: ScienzaInScena Atto √2, la seconda edizione del festival scientifico che nasce dal patrimonio dello storico progetto TeatroInMatematica giunto al suo sedicesimo anno e il Progetto DonneTeatroDiritti al suo decimo anno.

 

Festival ScienzaInScena Atto √2

Il Festival scientifico ScienzaInScena Atto √2 presenta dal 5 al 17 febbraio 2019 6 titoli, un workshop teatral matematico, una mostra/installazione, incontri, libri e 4 spettacoli dedicati ai ragazzi.

“Un festival all’insegna dei grandi anniversari, – annuncia la curatrice Maria Eugenia D’Aquino – i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Ed è proprio a Leonardo che è dedicata l’edizione di quest’anno e la nostra nuova produzione teatralscientifica che aprirà la rassegna”: LEONARDESCO E SFUMATO sperienze e artifizi, del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro, dal 5 al 6 febbraio, in prima assoluta, con Riccardo Magherini e Maria Eugenia D’Aquino, spazio e lighting design Fulvio Michelazzi, musiche originali Maurizio Pisati, uno spettacolo/performance in cui, intorno alle visioni rivoluzionarie del grande genio, lighting design, musica, colore, scienza e teatro si intersecano in una miscela ‘esplosiva’; segue dall’8 al 10 febbraio 2019 FLY ME TO THE MOON un testo di Andrea Brunello, con Laura Anzani e Andrea Brunello, regia di Fabrizio Visconti, una produzione Arditodesìo, Jet Propulsion Theatre, una novità in anteprima nazionale, per celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna. L’11 febbraio 2019, prodotto da PACTA . dei Teatri, SCIENZIATE NEL TEMPO: Sara Sesti, autrice del libro omonimo, matematica ricercatrice insieme all’attrice Maria Eugenia D’Aquino conduce lo spettatore in un viaggio per conoscere le donne protagoniste della storia della scienza. Il 13 e 14 febbraio 2019 L’UOMO CHE PESÒ IL TEMPO, il laboratorio di Henry Cavendish, scienziato ecclettico con la sindrome di Asperger, che, sul finire del ‘700, determinò sperimentalmente il peso del pianeta Terra, in una produzione Nuove Cosmogonie Teatro. Il 15 febbraio 2019, solo presso il Planetario di Milano, GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE un incontro con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, con letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino, tra antichi testi e spettacolari immagini, alla scoperta dell’aldilà celeste dei faraoni egizi. Chiude il Festival il 16 e 17 febbraio 2019 COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA…SPAZIO! una produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi, creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi, uno spettacolo di teatro danza dedicato alla scoperta dell’Universo, un viaggio fantasioso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle.

 

Il Tεatr0inMatεmatica, da cui nasce il festival, l’originale iniziativa di PACTA . dei Teatri, nata nel 2002 da una felice intuizione di Maria Eugenia D’Aquino, attrice e direttrice artistica del progetto, e rivolto esclusivamente alle scuole, si svolgerà quest’anno per la prima volta interamente presso il PACTA SALONE. Un progetto che traduce i concetti matematici, apparentemente astrusi, in personaggi e trame avvincenti, attraverso cui si svelano i retroscena che hanno tracciato, nel corso della storia, il percorso della conoscenza.

 

Progetto DonneTeatroDiritti

A seguire festeggia i suoi dieci anni il progetto DonneTeatroDiritti. Sguardi fra conflitti e integrazioni, mosso dalla questione, sempre più attuale, di tener conto dei diritti e delle libertà delle donne e dei soggetti cosiddetti ‘altri’, oltre ai diritti economici e sociali, e “dal desiderio – spiega Annig Raimondi sua curatrice – di creare un territorio della Cultura delle diversità e dell’inclusione che, attraverso spettacoli, incontri, mostre, letture e proiezioni, organizzati in stretta collaborazione fra le diverse associazioni partner del progetto, incrementi lo scambio di conoscenze e stimoli il dibattito sull’argomento”. DtD 2019 propone sguardi incrociati su queste problematiche: dal 19 al 24 febbraio 2019 FOREIGN (Il film che nessuno è mai riuscito a fare) uno spettacolo di attori-clown sui migranti, con la regia e l’ideazione di Carlo Maria Rossi e Daniel Romila, una produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con HouseClowns. Lo spettacolo sarà accompagnato dalla mostra multimediale: “NUOVE GENERAZIONI. I VOLTI GIOVANI DELL’ITALIA MULTIETNICA” con il patrocinio di MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore, una mostra multimediale che regala un viaggio dentro l’universo delle “nuove generazioni”. Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019, in prima assoluta, LUCREZIA E LE ALTRE, Dal mito le origini della violenza di genere, regia Maurizio Schmidt, con Elisabetta Vergani e Silvia Romani, una produzione Farneto Teatro: un coro di tre voci, un’attrice, una studiosa di mitologia classica, una musicista, per andare a ritroso alle origini della nostra cultura occidentale per riportare alla luce voci, pensieri, miti che hanno forgiato il pensiero della violenza di genere. Dal 5 al 10 marzo 2019 nella stessa serata si susseguono due spettacoli con la regia di Fabrizio Arcuri: MAX GERICKE di Manfred Karge con Angela Malfitano, la storia vera di Ella Gericke, nella Germania del secolo scorso, una donna vedova a vent’anni di un operaio gruista che, non sapendo come sbarcare il lunario, si è semplicemente sostituita al marito, morto di cancro, per non perdere quel posto di lavoro, fino a dimenticare la propria identità, e LA CHIAVE DELL’ASCENSORE di Ágota Kristóf, con Anna Paola Vellaccio, la storia, drammatica e crudele, di una donna tenuta sotto sequestro dal proprio marito che, con l’aiuto di un medico compiacente, infierisce su di lei sottoponendola a orrende mutilazioni. Torna a Milano dal 13 al 15 marzo 2019, al ventesimo anno di repliche, uno degli spettacoli cult di Annig Raimondi LA TERRA DESOLATA (The Waste Land) di Thomas Stearns Eliot. Sabato 16 marzo lo spettacolo conferenza HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI a cura di Monica Macchi, un progetto web di storia orale che ricostruisce la partecipazione delle donne alla rivoluzione egiziana del 2011 attraverso otto monologhi. Dal 20 al 24 marzo 2019 in collaborazione con il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi e Regione Lombardia, torna BACCANTI REWIND da Euripide con la drammaturgia di Maddalena Mazzocut-Mis e la regia di Annig Raimondi e Paolo Bignamini, in collaborazione con ScenAperta – Altomilanese Teatri e l’Università degli Studi di Milano: il percorso a ritroso della vicenda de “Le Baccanti” per cercare una nuova luce. Dal 27 al 31 marzo 2019 termina il progetto DonneTeatroDiritti LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea, una produzione TrentoSpettacoli: Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita e rivive la sua esistenza in un dialogo immaginario e profondo con Cassiopea, la costellazione della dea africana.

Parte del progetto sulle Donne e i Diritti saranno anche alcune serate a ingresso libero organizzate in collaborazione con alcune Università di Milano: il 5 novembre la proiezione di corti palestinesi NAZRA Palestine Short Film e dal 6 maggio per tre lunedì di fila un percorso di letture sceniche da testi di Dacia Maraini incentrati sulla condizione femminile LA DONNA ATTRAVERSO LO SPECCHIO. La drammaturgia femminista italiana e la (ri)formulazione del femminile.

 

pactaSOUNDzone

I lunedì della stagione vedranno tornare il progetto pactaSOUNDzone, la rassegna di teatro, musica e ricerca a cura di Maurizio Pisati, con il titolo COME STA LA LUNA?: un pensiero di Leonardo da Vinci che percorre le serate, un quesito poetico-scientifico che pactaSOUNDzone fa suo attraverso gli artisti ospiti con concerti, eventi audioluminosi, live electronics e seminari.

Lunedì 28 gennaio 2019 alle ore 20.15 si inizia con un brindisi di inaugurazione pSz2019, la presentazione di Carlo Centemeri di Radio Marconi e, nello spazio dedicato del Foyer Mostre al Cubo la struttura che durante tutta la stagione ospita opere che si accompagnano agli spettacoli e lasciano dialogare tra loro le diverse arti visive, l’installazione interattiva per visitatori con telefono cellulare di Antonio Mastrogiacomo, Campato in aria; a seguire con lo stesso artista alle ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass!: la musica delle suonerie ritma la liturgia della comunicazione. Lunedì 25 febbraio 2019 VIBRANTE LUMINOSO! con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli, attorno al ricordo del compositore Fausto Romitelli; lunedì 11 marzo 2019 il Collettivo21+Ensemble Crisis – Recycled music, Ensemble, Elettronica, in un processo di creazione collettiva; lunedì 25 marzo 2019 un tango tutto da ballare RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio con Annamaria Musajo, la chitarra di Pierluigi Ferrari e il contrabbasso di Franco Finocchiaro; lunedì 8 aprile 2019 VOCI NEL BUIO by Yesand, uno spettacolo completamente al buio dove racconto e canto improvvisati si intrecciano in una storia unica e per chiudere lunedì 15 aprile 2019 NOMOLOGO, NPnonpervenuto&Conservatorio G. Verdi di Milano: fra happening e spettacolo teatrale, sei musicisti giocano con suoni e rumori, luci e ombre, luoghi e persone.

 

PARAPIGLIA TeatroInFamiglia

Da ottobre a marzo, dopo il successo della scorsa stagione, PACTA . dei Teatri in collaborazione con la Ditta Gioco Fiaba ripropone la rassegna di teatro per bambini e ragazzi con spettacoli nel fine settimana dai 18 mesi ai 10 anni.

 

 

INFORMAZIONi: www.pacta.org mail biglietteria@pacta.orgpromozione@pacta.org – tel. 0236503740

DOVE SIAMO: PACTA SALONE – via Ulisse Dini 7, 20142 Milano – MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa – tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230 – ORARI SPETTACOLI: martedì-sabato ore 20.45 domenica ore 17.30, lunedì riposo (eccetto i lunedì di pactaSOUNDzone ore 20.45 e sabati e domeniche di PARAPIGLIA TeatroInFamiglia ore 15.30)

 

 

viviAMO IL TEATRO

L’evoluzione del desiderio

 

Divenire non è imitare qualcosa o qualcuno […]. Divenire è, a partire dal soggetto che si è, dagli organi che si possiedono e dalle funzioni che si svolgono, estrarre particelle, tra le quali si instaurano rapporti di movimento e di stasi, di velocità e lentezza, attraverso i quali si diviene. In questo senso il divenire è l’evoluzione del desiderio.

(Deleuze, Guattari)

 

Al via il programma artistico e sociale 2018-2019 di PACTA . dei Teatri. Al titolo appassionato, che vuole accogliere con un grande abbraccio gli spettatori, “viviAmo il Teatro”, abbiamo affiancato, con altrettanta passione, ‘L’evoluzione del desiderio’, straripante energia del divenire, rivoluzionaria caratteristica del Teatro stesso.

Vero motore positivo e filo rosso, L’evoluzione del desiderio è pensato come tema portante per sviluppare sempre più un teatro dalla forte connotazione innovativa, che, strapazzando e contaminando i propri codici linguistici, sia costantemente ‘in divenire’, anche restando nel rispetto della tradizione. Un teatro che dia sempre spazio ai giovani talenti della scena italiana come a compagnie e artisti di livello nazionale e internazionale, coniugando le proposte artistiche senza dimenticare le istanze sociali per un teatro dell’inclusione. Inoltre, non ultimo, un teatro aperto alle realtà del quartiere, il Municipio 5, e della Città metropolitana di Milano, che vedono in questa sala un punto di riferimento e un argine contro il declino delle periferie.

Anche per questa edizione abbiamo voluto mantenere la formula di un cartellone disciplinato per progetti ma variegato, per tutta la famiglia, dove ciascuno possa scegliere gli spettacoli che più corrispondono ai suoi gusti e, in un futuro pensato con ottimismo, trarne vantaggi e scoperte.

Così ci siamo dati un compito: che ogni spettatore possa trovare in questo luogo e nelle nostre proposte qualcosa che da sempre avrebbe voluto pensare o conoscere, oppure, altre volte, possa avere l’impressione di sbattere contro un avversario ben definito, a cui essere grati più che a un amico. E alla fine sia costretto a riconoscere che in questo pulsare di iniziative abiti qualcosa di cui ormai molto di rado si sente il bisogno di pronunciare anche solo il nome, qualcosa che ci faccia pensare che esistono ancora valori alti e obiettivi da condividere e difendere. Insomma che possa scorrere un po’ di grandezza.

 

Il greco ha molte parole per dire ‘desiderio’ (epithumìa, orexis, hormé …). Hanno connotazioni diverse e danno un’idea della complessità del desiderare e del suo perenne essere in movimento. In latino significa letteralmente “mancanza di stelle”, intesa come percezione di una mancanza. Perché accada qualsiasi evento ci vogliono due livelli, bisogna essere in due, e allora accade qualcosa. La pratica del desiderio, come sentimento di ricerca appassionata, ci spinge a far esperienza del limite del pensiero, a percorrere il piano tracciato disegnando nuove forme di aggregazione.

L’ideazione e la realizzazione, anno per anno, di una Stagione artistica e sociale che faccia crescere e respirare il PACTA SALONE come un vero polmone vitale è, per noi, una sfida, ma è soprattutto un desiderio assoluto al fine di costruire un concatenamento, produrre un insieme fisico e ideale.

La forza di una comunità, come di ogni singolo, sta proprio nel suo continuo divenire, lontani da dogmatismi e preconcetti. Sta nell’insieme che riesce a creare.

La nuova Stagione è costruita come un lungo canto partendo da una serie di problematiche che riguardano la società dei primi decenni del Nuovo Millennio: disuguaglianze socio-economiche, stereotipi di genere, razzismo, estremismo, conflitti bellici, immigrazione. Unico filo conduttore: perdita di umanità e di contatto con la realtà. Infatti la nostra vita sta ruotando sempre più vorticosamente intorno all’apparire sociale e alla «fiera delle vanità» (centrifuga irrefrenabile di prestigio, successo, mode, pettegolezzi e chi più ne ha più ne metta). Manca il percorso evolutivo del desiderio. Questa è la vita che ci circonda. Questi siamo noi.

Il teatro è una necessità e, come ci dice Marguerite Yourcenar “Fondare biblioteche (e per noi ‘fondare un teatro ogni giorno’) è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che, da molti indizi, mio malgrado, vedo venire…”. E noi, con tutti gli artisti e gli operatori coinvolti e con gli spettatori grandi e piccoli che ci vogliono seguire, continuiamo a costruire granai e ammassare riserve.

 

I temi contemporanei scorreranno sul palcoscenico del PACTA SALONE attraverso il pensiero e le opere di grandi portavoce della modernità, dalla letteratura alla scienza, dai diritti alla poesia, sotto forma di spettacoli, installazioni, proiezioni, mostre, dibattiti.

Fra le nuove produzioni di PACTA: un autore poco rappresentato come il Premio Nobel Elias Canetti e il suo testo distopico, LA COMMEDIA DELLA VANITÀ; un viaggio attraverso il desiderio e i sensi con MADAME BOVARY di Gustave Flaubert; creazioni per NÉ BRUTTA NÉ BELLA sulla benefattrice Maria Gaetana Agnesi e LEONARDESCO E SFUMATO per i 500 anni della morte di Leonardo e, infine, FOREIGN, un’idea di Carlo Rossi sull’immigrazione.

Il cartellone è diviso in filoni tematici, progetti, festival e rassegne, Vetrina Contemporanea, New Classic, DonneTeatroDiritti, Festival ScienzaInScena Atto √2, pactaSOUNDzone e, per i più piccoli, Parapiglia TeatroInFamiglia, nei quali vengono inseriti tutti gli spettacoli proposti. Autorevoli autori (Marguerite Yourcenar, Manfred Karge, Agota Kristof, Bulgakov e Sinisi, Shakespeare, Harold Pinter, Euripide, Voltaire e Mazzocut-Mis, oltre ai già citati), si intrecciano con i giovani autori e i testi contemporanei.

Le numerose compagnie giovani presenti (Carolina Reaper, REALTA’ Debora Mancini – entrambi residenze -, PONTOS Teatro, TrentoSpettacoli, la Compagnia dei Giovani di Catania, etc.) evidenziano la volontà di PACTA di sostenere i nuovi talenti affiancando il loro percorso creativo e organizzativo attraverso un rapporto sinergico e una ricerca costante. Questi giovani, assieme ai registi e alle compagnie già affermate, come Fabrizio Arcuri con Florian Teatro e Tra un atto e l’altro, Paolo Bignamini con Lombardi Tiezzi e Gli Incamminati, Arditodesio, Angela Malfitano e Giorgio Rossi, contribuiscono a costruire con PACTA un territorio produttivo e aggregante e una proposta culturale che coniughi fruizione ludico-ricreativa, creatività e riflessione.

 

PACTA SALONE è anche luogo d’arte e di formazione: oltre a ospitare l’installazione fissa Dionysus’ place, un’opera site-specific dell’artista Ernesto Jannini, nell’ingresso del teatro presso la base della scala, saranno presenti esposizioni temporanee nella cornice di MOSTRE AL CUBO. Inoltre, la Scuola di pratiche teatrali di PACTA includerà nel suo programma anche i corsi specialistici legati al design e alla progettazione eventi, DESIGN FOR PACTA, in collaborazione con associazioni e professionisti del settore.

 

Ringraziamo il MIBACT, Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Comune di Milano, Assessorato alla Cultura e Spettacolo, Città Metropolitana, Regione Lombardia Next – Laboratorio di idee, Fondazione CARIPLO, CLAPSpettacolo dal vivo, Agis Lombarda, GUNA, i Teatri di Milano, fuori Milano e nazionali, e tutti coloro che con sensibilità e attenzione prestano il loro contributo. Inoltre ringraziamo i nostri partner e collaboratori: ScenAperta Altomilanese Teatri, Studio Exhibita, CETEC – Dentro/Fuori San Vittore, PONTOS-Teatro, Ditta Gioco Fiaba, British Council, Istitut Francais Milano, Fondazione Cineteca Italiana, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Università Cattolica, IULM di Milano, Osservatorio Astronomico di Brera e Inaf, Zonemp, Passin Accaparlante, OfficinaFaberLucis, VAS, Scienza Express, BIGBOX e tutti coloro che contribuiscono al consolidamento di PACTA SALONE, alla realizzazione dei progetti e alla Stagione PACTA . dei Teatri.

 

Annig Raimondi

Direttore artistico

PACTA . dei Teatri-SALONE via Dini

 

 

ZONA FRANCA

 

È un mezzo per giocare alla vita, diventarne il regista e conoscerne la fine. È un modo di vedersi nello spazio da diversi punti di vista… coscienti che il minimo gesto è pronto a esplodere e contiene tante possibili interpretazioni quanti sono gli spettatori.

(Jérôme Bel)

 

Nell’era della disintermediazione, delle echo chambers, delle scorciatoie cognitive, del nudging, alias ‘spinta gentile’, della misinformazione, della fake society, dell’iperstoria, dell’illusionismo di massa, degli algoritmi, l’umanità digitale insegue e rincorre il senso di realtà. Che cos’è la realtà nell’era della tecnologia? Da un lato ricercatori, studiosi, esperti esplorano i mutamenti e l’evoluzione della comunicazione e cercano di metterci in guardia dalle insidie che la manipolazione tecnologica può tendere, dall’altro politica, finanza, marketing cercano di spacciarci versioni semplificate della realtà che ci illudono di colmare i nostri desideri, i nostri bisogni e soprattutto ci illudono di essere gli artefici delle proprie scelte.

Uno dei più efficaci antidoti per non cadere nella trappola della ‘semplificazione’ e per difenderci dai tranelli digitali è proprio il teatro, lo spazio della rappresentazione. È il luogo dove si possono fare ancora delle scelte ‘vere’, guardando il mondo attraverso gli occhi di chi lo ha esplorato nella sua complessità, che non ci propina una visione semplificata dell’esistenza, per poterci manipolare più facilmente, che ci chiede di partecipare, di metterci in gioco, di essere protagonisti delle nostre scelte.

Paradossalmente il regno assoluto della finzione è ancora una zona franca che ci può traghettare a riconoscere il vero dal falso.

È il luogo dove ritrovare e ricreare le storie familiari, comprensibili, stimolanti di cui la nostra mente ha bisogno fin dalle origini della nostra specie, il luogo in cui, senza bisogno di ricorrere agli algoritmi, ciascuno può ritrovare la sua storia. In questa direzione anche quest’anno, le trame, gli incontri, le intersezioni, le collisioni presenti nella nostra Stagione Teatrale sono innumerevoli e infinite le occasioni di perdersi e giocare con la complessità per ritrovare la propria identità. Senza trucco senza inganno.

Grazie fin d’ora a tutti quelli che giocheranno con noi, che sono il nostro bene più prezioso.

 

 

Maria Eugenia D’Aquino

Presidente

Curatrice ScienzaInScena – TeatroInMatematica

 

 

 

I NUMERI DELLA STAGIONE

PACTA . dei Teatri SALONEviaDini

 

 

 77 titoli

 

8 prime

 

197 aperture di sipario

 

12 produzioni

PACTA . dei Teatri

 

3 progetti speciali

DonneTeatroDiritti – pactaSOUNDzone – Parapiglia TeatroInFamiglia

 

 1 Festival

ScienzaInScena Atto √2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CALENDARIO

Stagione 2018-2019

PACTA SALONE

 

Dal 18 al 19 ottobre 2018                       Ouverture Evento | Vetrina Contemporanea

IN.TER.NOS (INDAGINE – LI HAI VISTI? – PIGIAMA PARTY)

con Silvia Giulia Mendola, Francesco Meola, Elena Scalet | regia Patrizio Luigi Belloli | drammaturgia Livia Castiglioni | produzione Carolina Reaper

 

 

Extra:

giovedì 18 ottobre installazione fotografica Michela Piccinini – esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni – concorso DRESS PRINCESS per studenti dello Ied – ballo in maschera

venerdì 19 ottobre installazione fotografica Michela Piccinini – esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni – concorso VENERDÌ 19 IS THE NEW VENERDÌ 13 per studenti della Scuola del fumetto – cartomanzia, proiezione serie web “Chi è di scena”, ching, disegnatrice, truccatrice horror

 

 

 

Dal 20 al 21 ottobre 2018                                   Ouverture Evento|Vetrina Contemporanea

L’INDULGENZA DEL LATTE

con Matteo Barbè, Jacopo Fracasso, Paui Galli, Elena Scalet, Andrea Tibaldi | operazione drammaturgica collettiva | soggetto e regia Patrizio Luigi Belloli | produzione Carolina Reaper

 

 

Extra:

sabato 20 ottobre dj set MY MILKSHAKE IS BETTER THAN YOURS

domenica 21 ottobre esibizione CHECCORO – dibattito politico

 

 

 

In occasione di “Buon compleanno Invito a Teatro”, evento organizzato da Invito a Teatro

20 e 21 ottobre 2018

 

20 ottobre ore 19.00

MI DISPIACE PER LE HOSTESS – Poesie d’amore ad alta quota

reading con Patrizio Luigi Belloli, Francesca Biffi | accompagnamento musicale di Stefano Zaninello | produzione Carolina Reaper

Prima che l’aereo tocchi il suolo c’è tutto il tempo di rivere una storia d’amore. E forse anche di salvarla.

 

21 ottobre ore 21.00

ImagOOrbis – orbo chi è mago di Riccardo Magherini e Vasco Mirandola

con Riccardo Magherini e Fulvio Michelazzi Faber Lucis | produzione PACTA . dei Teatri

Uno spettacolo di magia dove il mago non c’è, ma la magia sì

 

 

Dal 25 al 28 ottobre 2018                                                                          Vetrina Contemporanea

ICARO, L’ultimo volo

di Salvatore Arena | con Luca Fiorino | regia di Filippo Gessi | produzione Scena Nuda

 

Dal 7 all’11 novembre 2018                                                   New Classic – prima milanese

ROSSO MALPELO di Giovanni Verga

adattamento Salvo Valentino e Pietro Cucuzza | regia Salvo Valentino | produzione Compagnia dei Giovani di Catania

 

 

Dal 13 al 18 novembre 2018                                                   New Classic – prima assoluta

YOURCENAR/CLITENNESTRA da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar

con Debora Zuin | regia di Paolo Bignamini | produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi

 

 

Dal 21 novembre al 2 dicembre 2018                                                                 New Classic

IL CUSTODE di Harold Pinter

traduzione Alessandra Serra | con Fabio Banfo, Riccardo Magherini, Antonio Rosti | regia Riccardo Magherini | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Dal 14 al 16 dicembre 2018                                                                                  New Classic

LA COLLINA DI SPOON RIVER E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ

testi Edgar Lee Master | traduzione Fernanda Pivano | regia e adattamento Lazzaro Calcagno | con Antonio Carlucci, Sara Damonte, Antonella Margapoti, Manuela Salviati | produzione Il Sipario Strappato e Antico Teatro Sacco

 

 

Dal 18 al 22 dicembre 2018                                                 New Classic – prima assoluta

NÉ BRUTTA NÉ BELLA, Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi

di e con Maria Eugenia D’Aquino | consulenza storica e scientifica Massimo Mazzotti, Paola Magnaghi, Tullia Norando | consulenza alla regia Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Dal 10 al 20 gennaio 2019                                                                                    New Classic

IL MAESTRO E MARGHERITA (Voland/Pilato/Gli Amanti) da Michail Bulgakov

drammaturgia Fabrizio Sinisi | regia Paolo Bignamini | con Matteo Bonanni, Mario Cei, Federica D’Angelo, Luciano Mastellari | produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri

 

 

Dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019                                          New Classic – prima assoluta

MADAME BOVARY di Gustave Flaubert

scrittura scenica Annig Raimondi | con Annig Raimondi e Antonio Rosti | elementi scenici Progetto Ri-costruzione ASST Lodi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Lunedì 28 gennaio 2019                                 pactaSOUNDzone – A cura di Maurizio Pisati

ore 20.15 Brindisi di Inaugurazione pSz2019 | Antonio Mastrogiacomo per Mostre al Cubo: Campato in aria | Presentazione pSz2019 di Carlo Centemeri, Radio Marconi

ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass! | Elettronica, Sax, Rubbish – Antonio Mastrogiacomo

 

 

 

 

 

Dal 5 al 17 febbraio 2019                                  FESTIVAL ScienzaInScena Atto √2

 

5 e 6 febbraio 2019                                                            ScienzaInScena – prima assoluta

LEONARDESCO E SFUMATO sperienze e artifizi

del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro | con Riccardo Magherini, Maria Eugenia D’Aquino | musiche originali Maurizio Pisati | produzione PACTA . dei Teatri

 

Dall’8 al 10 febbraio 2019                                      ScienzaInScena – anteprima nazionale

FLY ME TO THE MOON

testo Andrea Brunello | con Laura Anzani e Andrea Brunello | regia e disegno luci Fabrizio Visconti | produzione Arditodesìo|Jet Propulsion Theatre

 

11 febbraio 2019                                                                                       ScienzaInScena

SCIENZIATE NEL TEMPO

di Sara Sesti | con Sara Sesti e Maria Eugenia D’Aquino | produzione PACTA . dei Teatri

 

13 e 14 febbraio 2019                                                                               ScienzaInScena

L’UOMO CHE PESÒ IL MONDO   

di Katia Capato e Joseph Scicluna | con Katia Capato | produzione Nuove Cosmogonie Teatro

 

15 febbraio 2019 (al Planetario di Milano)                                                  ScienzaInScena

GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE

di e con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano | letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino | produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con Politecnico di Milano

 

16 e 17 febbraio 2019 (dom ore 15.30)                                                          ScienzaInScena

COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi | ideazione coreografica e direzione artistica Giorgio Rossi | interpreti Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli | produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi

 

 

Dal 19 al 24 febbraio 2019                                                                       DonneTeatroDiritti

FOREIGN

regia e ideazione Carlo Maria Rossi e Daniel Romila | con Chiara Lo Dato, con Chiara Lo Dato, Mirko Giannetta, Eugenio Colombo, Daniel Romila e Carlo Maria Rossi | produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con HouseClowns

 

 

Lunedì 25 febbraio 2019                                                                        pactaSOUNDzone

VIBRANTE LUMINOSO!

con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli

 

 

Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019                                 DonneTeatroDiritti – prima assoluta

LUCREZIA E LE ALTRE – Dal mito le origini della violenza di genere

drammaturgia Elisabetta Vergani e Silvia Romani | con Elisabetta Vergani e Silvia Romani | musica dal vivo Sara Calvanelli | regia Maurizio Schmidt | produzione Farneto Teatro

 

 

 

 

Dal 5 al 10 marzo 2019                                                                             DonneTeatroDiritti

MAX GERICKE di Manfred Karge

traduzione Walter Le Moli | titolo originale Jacke Wie Hose | con Angela Malfitano | regia Fabrizio Arcuri | produzione Tra un Atto e l’altro e Accademia Degli Artefatti | in collaborazione con Ert – Emilia Romagna Teatro Fondazione

 

(a seguire)

 

LA CHIAVE DELL’ASCENSORE di Ágota Kristóf

traduzione di Elisabetta Rasy | con Anna Paola Vellaccio | regia di Fabrizio Arcuri | una coproduzione Florian Metateatro/Accademia degli Artefatti

 

 

Lunedì 11 marzo 2019 ore 20.45                                                               pactaSOUNDzone

Collettivo21 + Ensemble Crisis– Recycled music

Ensemble, Elettronica

 

 

Dal 13 al 15 marzo 2019                                                                           DonneTeatroDiritti

LA TERRA DESOLATA (The Waste Land) di Thomas Stearns Eliot

traduzione di Roberto Sanesi | regia e con Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

Sabato 16 marzo 2019                                                                              DonneTeatroDiritti

HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI

a cura di Monica Macchi

 

 

Dal 20 al 24 marzo            2019                                                                           DonneTeatroDiritti

BACCANTI REWIND da Euripide

drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis | regia Annig Raimondi e Paolo Bignamini | con Maria Eugenia D’Aquino, Maria Grosso, Annig Raimondi, Paola Romanò | produzione PACTA . dei Teatri | in collaborazione con ScenAperta-Altomilanese Teatri, Università degli Studi di Milano e il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi

 

 

Lunedì 25 marzo 2019 ore 20.45                                                               pactaSOUNDzone

RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio

voce Annamaria Musajo | chitarra Pierluigi Ferrari | contrabbasso Franco Finocchiaro

 

 

Dal 27 al 31 marzo 2019                                                                           DonneTeatroDiritti

LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ – dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea

con Stefano Pietro Detassis | produzione TrentoSpettacoli

 

 

Dal 3 al 7 aprile 2019                                                                                            New Classic

BATTIATO|PIRANDELLO – L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI

con Paolo Scheriani | testo Luigi Pirandello | canzoni Franco Battiato | regia Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli | produzione Scheriani Mandelli Teatro alle Colonne

 

 

 

Lunedì 8 aprile 2019 ore 20.45                                                                  pactaSOUNDzone

VOCI NEL BUIO by Yesand

Ensemble di voci e buio

 

 

Dal 9 al 18 aprile 2019                                                                                          New Classic

CANDIDO ovvero L’ottimismo di Voltaire

adattamento Maddalena Mazzocut-Mis | con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi | regia Annig Raimondi | coproduzione PONTOS Teatro – PACTA . dei Teatri

 

 

Lunedì 15 aprile 2019 ore 20.45                                                                pactaSOUNDzone

NOMOLOGO

Ensemble, Elettronica, NPnonpervenuto&Conservatorio G.Verdi, Milano

 

 

Dal 3 al 19 maggio 2019                                                          New Classic – prima assoluta

LA COMMEDIA DELLA VANITÀ di Elias Canetti

traduzione Bianca Zagari | con Maria Eugenia D’Aquino, Paui Galli, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi, Eliel Ferreira de Sousa | regia Annig Raimondi | produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia

 

 

Dall’11 al 21 giugno 2019                                                                                               New Classic

VENERE & ADONE – Shakespeare e musica di William Shakespeare

traduzione di Roberto Sanesi | adattamento e regia di Riccardo Magherini | con Riccardo Magherini, Nicola Lanni, Gabriele Palimento | produzione PACTA . dei Teatri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SPETTACOLI SINOSSI

Stagione 2018-2019

PACTA SALONE

 

Dal 18 al 19 ottobre 2018        Ouverture Evento       Vetrina Contemporanea

IN.TER.NOS

(Indagine – Li hai visti? – Pigiama party)

con Silvia Giulia Mendola, Francesco Meola, Elena Scalet

regia Patrizio Luigi Belloli

drammaturgia Livia Castiglioni

musiche Gipo Gurrado

luci Daniel Tummolillo

foto di scena Michela Piccinini

produzione Carolina Reaper

 

Tre brevi atti unici: un interno, una stanza, quattro pareti. Da una quotidianità che pretende di mostrarsi rassicurante emergono sfumature di debolezze e fragilità al limite del sopportabile.

In INDAGINE, due agenti di polizia interrogano una ragazza su misteriosi avvenimenti accaduti la notte prima a una festa di compleanno.

LI HAI VISTI? racconta l’isolamento che una giovane coppia costruisce attorno alla propria abitazione per il terrore incontrollabile scatenato dalla comparsa di quattro sinistri individui molto eleganti in una macchina altrettanto elegante.

PIGIAMA PARTY si apre con l’atmosfera leggera di una serata tra amici, dove, tra cioccolata calda, biscotti, bigodini e sogni a occhi aperti, aleggiano vecchie leggende metropolitane e storie dell’orrore.

 

 

 

Extra:

giovedì 18 ottobre

  • installazione fotografica Michela Piccinini
  • esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni
  • concorso DRESS PRINCESS per studenti dello Ied – ballo in maschera

venerdì 19 ottobre

  • installazione fotografica Michela Piccinini
  • esposizione fotografica oggetti di design Fondazione Castiglioni
  • concorso VENERDÌ 19 IS THE NEW VENERDÌ 13 per studenti della Scuola del fumetto
  • cartomanzia, proiezione serie web “Chi è di scena”, ching, disegnatrice, truccatrice horror

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 20 al 21 ottobre 2018      Ouverture Evento         Vetrina Contemporanea

L’INDULGENZA DEL LATTE

operazione drammaturgica collettiva

soggetto e regia Patrizio Luigi Belloli

con Matteo Barbè, Jacopo Fracasso, Paui Galli, Elena Scalet, Andrea Tibaldi

scene Francesca Biffi

luci Daniel Tummolillo

video Michela Piccinini e Manuele Laghi

foto Michela Piccinini

assistente alla regia Livia Castiglioni

produzione Carolina Reaper

 

Tre storie ambientate nel futuro prossimo.

THE INDULGENCE OF MILK – 2017. Alcuni ragazzi omosessuali si sottopongono a un duro addestramento per entrare nelle file neonaziste e cercare di distruggerle dall’interno.

I WANT IT – 2022. Il giorno del loro matrimonio, arrivate davanti alla porta della chiesa, due promesse spose scoprono di aver comprato lo stesso abito di nozze. La coincidenza suscita ilarità e scalpore tra i presenti, ma tra loro apre una crisi: ‘chi di noi due partorirà il nostro primo figlio?’ Non se lo erano mai chieste per davvero.

LAST FAMILY DAY – 2025. E’ l’ultimo giorno in Italia di una famiglia tradizionale che ha lottato con le unghie e con i denti per resistere agli assalti della modernità. Invano. Per ogni sirena che si sente, un gay si è sposato in Italia. Per ogni bomba che deflagra, un bambino è stato adottato da coppie omogenitoriali. La situazione non è più tollerabile. E la famiglia tradizionale è costretta a esiliare lontano da questa nazione.

 

 

 

 

Extra:

sabato 20 ottobre

  • dj set MY MILKSHAKE IS BETTER THAN YOURS

domenica 21 ottobre

  • esibizione CHECCORO
  • dibattito politico

 

 

 

 

20 e 21 ottobre 2018

In occasione di “Buon compleanno Invito a Teatro”, evento organizzato da Invito a Teatro

 

20 ottobre ore 19.00

MI DISPIACE PER LE HOSTESS

Poesie d’amore ad alta quota

reading con Patrizio Luigi Belloli, Francesca Biffi

e l’accompagnamento musicale di Stefano Zaninello

produzione Carolina Reaper

 

21 ottobre ore 21.00

ImagOOrbis – orbo chi è mago

di Riccardo Magherini e Vasco Mirandola

con Riccardo Magherini e Fulvio Michelazzi Faber Lucis

produzione PACTA . dei Teatri

Dal 25 al 28 ottobre 2018                                                Vetrina Contemporanea

ICARO

L’ultimo volo

di Salvatore Arena

con Luca Fiorino

regia Filippo Gessi

scene e costumi Giulia Drogo

luci Antonio Rinaldi

musiche Giovanni Puliafito

assistente alla regia Gabriele Furnari Falanga

produzione Scena Nuda

 

ICARO è un invito all’ascolto di tutti gli ultimi. Di quelli che vivono ai margini della città, alla periferia dell’indifferenza.

Icaro-Vanni, un qualunque uomo, di un qualunque sobborgo di Calcutta, Milano, o New York. Lacerato dalla perdita, dall’abbandono, cerca una salvezza dentro se stesso, ali come un’ancora per volare sopra l’abisso del suo dolore. La variazione della scrittura, siciliano nella prima parte, italiano nella seconda, è una scelta che dilata il tempo, lo rallenta, perché il protagonista possa capire dov’è il nodo, dove lo sbaglio e come espiare la sua colpa.

 

 

 

Dal 7 all’11 novembre 2018                                                                  New Classic

Prima milanese

ROSSO MALPELO

di Giovanni Verga

adattamento Salvo Valentino e Pietro Cucuzza

regia Salvo Valentino

con Pietro Cucuzza e Salvo Valentino

costumi Salvo Valentino

produzione Compagnia dei Giovani di Catania

 

Rosso è un povero ragazzo non amato da nessuno, nemmeno dalla madre. E che non sa amare, nemmeno l’unico amico: Ranocchio. Lavora nella cava dove ha visto morire il padre. Il tesoro di affetti della sua anima, l’amore per il padre morto, la sua ruvida e scontrosa carità alimentano le sue ribellioni e le sue apparenti crudeltà. Anche lui “vinto” dalla sorte e dalla vita cerca un riscatto, una via d’uscita al suo inevitabile finale. E sfida il destino, in quella cava dove aveva già perso il padre…Una storia di giovane vita nei campi di Sicilia di fine Ottocento, narrata dalla penna di Giovanni Verga e drammatizzata con una messa in scena iperrealista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 13 al 18 novembre 2018                                                                             New Classic

Prima assoluta

YOURCENAR/CLITENNESTRA

da “Fuochi – Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar

con Debora Zuin

regia Paolo Bignamini

dramaturg Maria Antonia Pingitore

luci Fabio Bozzetta

produzione Compagnia Lombardi – Tiezzi

con la collaborazione di Collectif Femmes Nomades/Paris

 

 

Nel 1935 Marguerite Yourcenar ha 32 anni: Fuochi è il suo corpo a corpo letterario con una profonda crisi sentimentale, una raccolta di prose poetiche, abitata da personaggi del mito greco e giudaico-cristiano. Così, tra Antigone e Saffo, tra Maria Maddalena e Fedra, emerge Clitennestra, in piedi a rivendicare le ragioni del suo delitto attraverso un’autodifesa che chiama in causa i fantasmi più profondi.

 

 

 

Dal 21 novembre al 2 dicembre 2018                                              New Classic

IL CUSTODE

di Harold Pinter

traduzione Alessandra Serra

con Fabio Banfo, Riccardo Magherini, Antonio Rosti

regia Riccardo Magherini

spazio scenico e luci Fulvio Michelazzi

musiche Maurizio Pisati

produzione PACTA . dei Teatri

 

Davis e i fratelli Mik e Aston non hanno alcun paradiso a cui aspirare se non una squallida stanza in un caseggiato fatiscente di un quartiere suburbano della più estesa metropoli dell’Europa. Un luogo dove gli oggetti, le suppellettili che adornano e rendono accogliente e calda la vita familiare borghese, sono ammassati alla rinfusa. Nessuno di loro sente quel luogo come il proprio, ma nessuno di loro ha scelta: Aston sta meglio nascosto tra le cose, Mik non ha altri da sottomettere, da intimidire, da sopraffare, Davis è troppo fragile per scappare, uno schiavo predestinato. E‘ tutto fermo e così rimarrà, immutevole. E’ il dramma della negazione del sé e dell’altro, della solitudine di esseri che non si comprendono.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 14 al 16 dicembre 2018                                                                  New Classic

LA COLLINA DI SPOON RIVER di Edgar Lee Master

E LE CANZONI DI FABRIZIO DE ANDRÉ

testi di Edgar Lee Masters

traduzione Fernanda Pivano

regia e adattamento Lazzaro Calcagno

con Antonio Carlucci, Sara Damonte, Antonella Margapoti, Manuela Salviati

e la musica dal vivo dei London Valour Tribute Band Fabrizio De André

produzione Il Sipario Strappato – Antico Teatro Sacco

 

L’opera L’Antologia di Spoon River, di Edgar Lee Masters, è una raccolta di poesie in forma di epitaffio, che raccontano la vita delle persone sepolte nel cimitero di un piccolo paesino immaginario della provincia americana. Il cantautore Fabrizio De André lesse Spoon River a diciotto anni, ritrovando se stesso in alcuni personaggi, scelse nove poesie dall’intera raccolta e, con la collaborazione di Giuseppe Bentivoglio e Nicola Piovani, rielaborò i testi, scrisse le musiche e le raccolse nell’album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”. In una scena asciutta caratterizzata da un baule colmo di antichi oggetti di uso comune, scorrono i personaggi che hanno ispirato il cantautore genovese.

 

 

Dal 18 al 22 dicembre 2018                                                    New Classic

Prima assoluta

NÉ BRUTTA NÉ BELLA

Nel salotto di Maria Gaetana Agnesi

di e con Maria Eugenia D’Aquino

consulenza storica e scientifica Massimo Mazzotti, Paola Magnaghi, Tullia Norando

consulenza alla regia Annig Raimondi

musiche originali Hinc Iam Beata Tempora di Maurizio Pisati

luci e spazio scenico Fulvio Michelazzi

costumi La Lory Costumi

oggetti di scena Mirella Salvischiani, Alessandro Aresu

ospiti del ‘salotto’: Massimo Mazzotti Director Professor Department of History University of California, Berkeley; Paola Magnaghi e Tullia Norando del Politecnico di Milano; Maurizio Pisati, compositore; Diana De Marchi, presidente della Commissione di Pari Opportunità del Consiglio del Comune di Milano; Cristina Cenedella, storica, direttrice del Museo Martinitt e Stelline di Milano; Giuseppe Girgenti, filosofo dell’Università San Raffaele; Don Carlo Stucchi rettore cappellania Maria Immacolata Pio Albergo Trivulzio; Gianni Rizzoni, editore; Raffaella Razzini di Scienza under 18

produzione PACTA. Dei Teatri

 

Lo spettacolo conclude il palinsesto del Comune di Milano Avrei voluto conoscerla! per le celebrazioni in occasione dei 300 anni dalla nascita di Maria Gaetana Agnesi, matematica, filosofa e benefattrice milanese.

Partendo da un salotto del ‘700, il suo salotto, lo spettacolo ripercorre la sua vicenda umana e scientifica e conduce in un viaggio nella Milano settecentesca, rivela i segreti dell’anima di Maria Gaetana Agnesi, i suoi desideri, le sue passioni, lasciando trapelare uno sguardo lungimirante sul mondo e una visione davvero rivoluzionaria. E, al termine dello spettacolo, il suo salotto, come al tempo delle ‘conversazioni’ nel bel Palazzo Agnesi di via Pantano, si popola di personaggi contemporanei del mondo di cultura, scienza, filosofia, musica, per completare l’affresco di un momento importante della nostra Storia.

 

 

Dal 10 al 20 gennaio 2019                                                                     New Classic

IL MAESTRO E MARGHERITA

(Voland/Pilato/Gli Amanti)

da Michail Bulgakov

drammaturgia Fabrizio Sinisi

regia Paolo Bignamini

con Matteo Bonanni, Mario Cei, Federica D’Angelo, Luciano Mastellari

scene e costumi Gregorio Zurla

assistente alla regia Gianmarco Bizzarri

consulenza scientifica Gian Piero Piretto

un progetto di Gabriele Allevi e Paolo Bignamini

produzione Teatro de Gli Incamminati/deSidera

in collaborazione con ScenAperta Altomilanese Teatri

foto di scena Stefania Ciocca e Michela Piccinini

grazie a Francesca Barattini, Carlo Grassi, Anna Maria Testaverde e Tomaso Walliser

 

A partire dal capolavoro di Michail Bulgakov, si sposta la vicenda dalla Mosca staliniana alla Milano dei nostri giorni dove un evento inaspettato scatena il disordine: l’arrivo di Satana, nella persona dell’alchimista Voland. In questa città contemporanea, ma sospesa nel tempo, un giovane sognatore lavora come custode al Museo di Storia Naturale: nelle lunghe notti di solitudine troverà l’ispirazione per scrivere un romanzo sulla figura di Ponzio Pilato, l’individuo più solo della Storia dell’uomo. Quel romanzo mai pubblicato decreterà la sventura del giovane Maestro. Sarà lo sguardo di Margherita, quello della persona che ama, posatosi sulla sorte del Maestro, a trasfigurare la sconfitta in una prova d’amore estrema. La donna si spingerà oltre i limiti dell’umano, stringendo un patto con il diavolo, per ottenere “il perdono del tempo” e riavvolgere il filo del destino.

 

 

 

Dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019                                                     New Classic

Prima assoluta

MADAME BOVARY

di Gustave Flaubert

scrittura scenica Annig Raimondi

con Annig Raimondi e Antonio Rosti

spazio scenico e disegno luci Fulvio Michelazzi

elementi scenici Progetto Ri-costruzione ASST Lodi

percorso sonoro Maurizio Pisati

installazione musicale Loris Mattia Siboni

costumi Nir Lagziel

produzione PACTA . dei Teatri

 

  1. Da una notizia di cronaca di provincia, rielaborata dalla penna di Flaubert, nasce il primo grande romanzo realista. Emma Rouault, figlia di un agiato agricoltore normanno, cresciuta in una scuola religiosa, si diletta con romanzi sentimentali e pensa che il matrimonio le aprirà le porte della felicità. Andata in sposa a un medico mediocre, Charles Bovary, le sue speranze sono presto deluse. Madame Bovary rende immortale la lotta tra l’ideale e il reale, tra l’infinito e il finito, tra ciò che vorremmo essere e ciò che effettivamente siamo.

 

 

 

Dal 5 al 17 febbraio 2019

ScienzaInScena Atto √2

con la direzione artistica di Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri

in collaborazione con il Politecnico di Milano, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica, il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci; il Planetario di Milano, il festival Teatro della Meraviglia 2019 a Trento a cura di Teatro Portland, Università degli Studi di Trento e Opera Universitaria.

 

Da Leonardo allo sbarco passando per Galileo, Keplero, Copernico e in mezzo stelle, tante stelle e storie di scienziate con un’incursione di Archeoastronomia, con Giulio Magli, in uno dei luoghi più suggestivi di Milano, Il Planetario. Ma non solo, quest’anno il format si arricchisce anche di una sezione dedicata all’infanzia, che vede protagonisti artisti, ricercatrici matematiche legate alle più importanti istituzioni scientifiche della città come il Politecnico di Milano, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica e uno dei più importanti coreografi del panorama nazionale, Giorgio Rossi della celebre compagnia Sosta Palmizi. E ancora: workshop su come trasformare un argomento scientifico in una pièce teatrale e una mostra/installazione a tema curata da Fulvio Michelazzi.

Grande novità: il Festival sarà gemellato al Festival trentino, il Teatro della meraviglia 2019, dal 18-23 Febbraio, ideato da Andrea Brunello, attore, drammaturgo, regista, Ph.d di Fisica, direttore artistico del Teatro Portland e della Compagnia Arditodesìo di Trento, già ospite nella passata edizione e presente quest’anno con lo spettacolo dedicato al 50° dallo sbarco sulla Luna, in anteprima nazionale. Il gemellaggio sancisce l’inizio di un percorso parallelo che vuole creare reti di collaborazione e scambio con le realtà italiane che promuovono il Teatro e Scienza.

 

 

 

 

5 e 6 febbraio 2019                                                            ScienzaInScena

Prima assoluta

LEONARDESCO E SFUMATO

sperienze e artifizi

del Collettivo Mettere per ordine alli lochi loro

con Riccardo Magherini, Maria Eugenia D’Aquino

spazio e lighting design Fulvio Michelazzi

musiche originali Maurizio Pisati

Produzione PACTA . dei Teatri

 

In occasione dei 500 anni dalla morte del grande maestro del Rinascimento Leonardo Da Vinci, uno spettacolo/performance, in cui, intorno alle visioni rivoluzionarie del grande genio, lighting design, musica, colore, scienza e teatro si intersecano. Un lavoro che vuole catturare l’attimo in cui il genio leonardesco cerca di afferrare le leggi universali, oscillando dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, e trasformarle in visioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall’8 al 10 febbraio 2019                                                 ScienzaInScena

Anteprima Nazionale

FLY ME TO THE MOON

testo di Andrea Brunello

con Laura Anzani e Andrea Brunello

regia e disegno luci Fabrizio Visconti

produzione Arditodesìo|Jet Propulsion Theatre

 

Lui, un astronauta perfetto. Aveva tutto in regola: il coraggio, un fisico eccezionale, l’intelligenza, l’esperienza e il rispetto dei colleghi e dei superiori. Sarebbe dovuto partire per la luna assieme ad Armstrong e Aldrin. Lei, la moglie che lo ha sempre supportato con amore e spirito di sacrificio, fedele al suo ruolo fino all’incredibile. Un problema di salute, però, gli ha portato via la luna. Qui è cominciata la vera sfida, per entrambi. Dopo il successo di NOI, ROBOT, che ha debuttato nella scorsa edizione del festival, la compagnia trentina presenta a Milano una novità in anteprima nazionale, per celebrare il 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna

 

Il 10 febbraio ore 11.00

WORKSHOP TEATRALMATEMATICO                                           ScienzaInScena workshop

a cura di Maria Eugenia D’Aquino

Come riuscire a compiere un piccolo ‘atto creativo’, inventare una trama teatrale, un dialogo, una canzone, da un tema scientifico, in poche mosse. Percorso divertente, dalla scienza al palcoscenico aperto a tutti.

 

11 febbraio 2019                                                                             ScienzaInScena

SCIENZIATE NEL TEMPO

di Sara Sesti

con Sara Sesti e Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri

 

La matematica ricercatrice, Sara Sesti, autrice del libro omonimo, insieme all’attrice Maria Eugenia D’Aquino intraprendono un viaggio per conoscere le donne protagoniste della storia della scienza. Cento biografie di scienziate: da Teano, esponente di spicco della Scuola pitagorica, ai premi Nobel Barbara Mc Clintock o Marie Curie, alle matematiche Emmy Noether e Sophie Germain, a Rosa Luxemburg e Ada Byron, programmatrice ante litteram. A Mileva Maric, la moglie di Einstein e Rosalind Franklin, fino alle ultime vincitrici del Premio Nobel. E poi ancora l’attrice hollywoodiana Hedy Lamarr: famosa per la sua bellezza, ma meno nota per aver inventato negli anni Quaranta lo Spread Spectrum, una tecnologia oggi usata per il Wi-Fi.

 

13 e 14 febbraio 2019                                                                   ScienzaInScena

L’UOMO CHE PESÒ IL MONDO

In memoria di Joseph Scicluna

di Katia Capato e Joseph Scicluna

regia e con Katia Capato

da un’idea di Massimo Arattano e Albertina Gatti

consulenza scientifica SAPERCAPIRE

produzione Nuove Cosmogonie Teatro

 

Il laboratorio di Henry Cavendish, scienziato ecclettico che, sul finire del ‘700, determinò sperimentalmente il peso del pianeta Terra. Cavendish si applicherà affannosamente ai suoi esperimenti con quel suo strano modo di fare che studiosi contemporanei hanno riconosciuto essere imputabile a una forma di autismo: la sindrome di Asperger. E poi altri scienziati: Newton, Keplero e Tycho Brahe. Giganti della cultura scientifica che racconteranno aspetti della loro vita facendo osservare la Scienza in modo divertente, comprensibile e umano.

15 febbraio 2019 (al Planetario di Milano)                      ScienzaInScena

GIZA, IL SOLE E LE ALTRE STELLE

di e con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano

letture a cura di Maria Eugenia D’Aquino

produzione PACTA . dei Teatri in collaborazione con Politecnico di Milano

 

Un incontro con Giulio Magli, archeoastronomo, direttore del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, tra antichi testi e spettacolari immagini, alla scoperta dell’aldilà celeste dei faraoni egizi.

Biglietti: in prevendita online al link http://booking.lofficina.eu/sito/

in vendita in cassa c/o Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano c.so Venezia 57 – www.lofficina.eu – info@lofficina.eu

 

16 e 17 febbraio 2019 (dom ore 15.30)                                    ScienzaInScena

COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi

ideazione coreografica e direzione artistica Giorgio Rossi

interpreti Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli

disegno luci Andrea Margarolo

esecuzione tecnica Piermarco Lunghi, Tea Primiterra

oggetti di scena Bruno Soriato

produzione Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi

con il contributo di MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo/Direzione generale per lo spettacolo dal vivo; Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo

con il sostegno di Armunia (Castiglioncello/LI), sistema Garibaldi (Bisceglie/BAT), Azioni in Danza (Barletta/BAT)

ringraziamenti a Associazione Explorer, Elena Lazzaretto, La Baracca Testoni Ragazzi, Flavia Marini

 

Uno spettacolo di teatro danza dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Fra pianeti e corpi celesti vivrà la danza delle Costellazioni: punti luminosi nel cielo, punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva. La prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce, tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo.

 

Lo spettacolo sarà introdotto da una lecture sulla ‘scienza del movimento’ tenuta da Giorgio Rossi, coreografo e cofondatore del celeberrimo gruppo di danza contemporanea e teatro danza Sosta Palmizi, in dialogo con l’astrofisico Stefano Sandrelli dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera, che traghetterà il pubblico nella magia dello spettacolo COSTELLAZIONI.

 

 

MOSTRA

 

“Farai le figure in tale atto il quale sia sufficiente a
dimostrare quello che la figura ha nell’animo; altrimenti la tua arte non
sarà laudabile”           (Leonardo da Vinci)

A cura di Flash et Bip – Fulvio Michelazzi e Maurizio Pisati

video istallazione sull’identità, chi sono io, cosa faccio vedere di me stesso, come mi vedono gli altri.

 

 

Infine: ScienzaInScena Atto √2 – For kids

9 febbraio 2019                                                                          ScienzaInScena – Parapiglia

ore 15.30 – MARTINA TREMENDA NELLO SPAZIO E TU CONOSCI L’UNIVERSO?

drammaturgia e regia Filippo Tognazzo – con Alessia Bedini

produzione INAF – Istituto Nazionale di AstroFisica

in collaborazione con Realtà Debora Mancini e Zelda – Compagnia Teatrale Professionale

Spettacolo liberamente ispirato a “Avventure e scoperte nello spazio” AstroKids, Ed. Scienza Express, AA.V.V., a cura di Laura Daricello e Stefano Sandrelli

dagli 8 ai 12 anni

Durante un’esplorazione spaziale, Martina Tremenda viene raggiunta da una misteriosa richiesta di soccorso. Con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale di Genio, il computer di bordo, parte allora per un viaggio avventuroso tra luce e raggi cosmici, onde gravitazionali, messaggi in codice e buchi neri. Uno spettacolo per avvicinarsi all’Astrofisica attraverso il teatro e il divertimento.

 

10 febbraio 2019                                                                        ScienzaInScena – Parapiglia

ore 11.00 – MOGNOMI E POLIGNOMI

con Giulia Bernardi, Martina De Pieri, Giulia Mandelli, Irene Nava, matematiche Politecnico di Milano

Produzione PiGreco – il Luogo Ideale

dai 3 anni – SPETTACOLO/LABORATORIO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Un racconto animato e coinvolgente, che introduce ad alcuni concetti matematici molto semplici, che poi saranno ripresi nel laboratorio che segue il racconto. Un racconto di matematica e integrazione: ogni tribù di mognomi vive nella propria isola, tutti con la stessa forma e il cappello dello stesso colore. Non si conoscono tra di loro fino all’arrivo di una forte tempesta: riusciranno i mognomi a salvarsi e aiutarsi gli uni con gli altri? Ascolteremo la storia di come hanno imparato a vivere insieme nelle isole dei polignomi.

 

ore 15.30 – GALILEO GALILEI ovvero ATTENZIONE CADUTA GRAVI!

di Gianluca Ranzini – astrofisico, giornalista di Focus e conferenziere del Civico Planetario di Milano

regia Luca Ciancia

con Luca Ciancia, Ivana Franceschini e Massimiliano Zanellati

scenografia Alessandra Castelbarco e Marco di Nallo

produzione Ditta Gioco Fiaba di Milano dagli 8 ai 14 anni

Chi è Galileo per gli studenti di oggi? Cosa resta del suo pensiero e della sua vita?

ll personaggio affrontato nello spettacolo è un Galileo umano, alle prese con le difficoltà della quotidianità tra allievi impossibili e un’acidissima governante, fotografato in tre momenti chiave della sua storia, ma è anche un Galileo storico, in relazione ai pensatori che lo hanno influenzato (Aristotele, Tolomeo, Copernico, Brahe, Keplero) e costretto a difendere le proprie scoperte di fronte al tribunale ecclesiastico.

 

17 febbraio 2019                                                                        ScienzaInScena – Parapiglia

ore 11.00 – MATEBOSCO

con Giulia Bernardi, Martina De Pieri, Giulia Mandelli, Irene Nava, matematiche del Politecnico di Milano

Produzione PiGreco – il Luogo Ideale

dai 3 anni – SPETTACOLO/LABORATORIO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Un viaggio alla scoperta del magico mondo della matematica: i nanetti che abitano il MateBosco hanno bisogno di aiuto per costruire il nuovo villaggio. Come possono essere fatte le nuove casette in modo da essere stabili e accoglienti? Attraverso un racconto animato e coinvolgente, i bambini verranno introdotti ad alcuni concetti matematici molto semplici, che poi saranno ripresi nel laboratorio che segue il racconto. Si giocherà insieme per scoprire le caratteristiche delle forme geometriche, allenandosi a riconoscerle al buio oppure a partire dalle loro ombre o ancora…guardandole alla luce!

Progetto DonneTeatroDiritti 2019

Sguardi fra conflitti e integrazioni

a cura di Annig Raimondi

in collaborazione con Farneto Teatro, Accademia degli Artefatti, Compagnia Tra un Atto e l’Altro, Florian Teatro, HouseClowns, ScenAperta, Università degli Studi di Milano, Il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi, TrentoSpettacoli, RAM FILM

 

Punto di partenza del Progetto artistico e sociale DtD, giunto alla sua X edizione, vi è la questione, sempre più attuale, di tener conto dei diritti e delle libertà delle donne e dei soggetti cosiddetti ‘altri’, oltre ai diritti economici e sociali, insufficientemente definiti (come il diritto di asilo e accoglienza, il diritto allo sviluppo, il diritto al cibo o all’acqua) che hanno più difficoltà a essere riconosciuti in teoria e soprattutto nella pratica. I numerosissimi atti di di sopraffazione e violenza verso persone ritenute più deboli odiverse” da noi testimoniano del clima di deserto morale, o deserto delle relazioni, nel quale viviamo. In questo contesto la cultura svolge un ruolo da protagonista e ha il compito di ‘far pensare’ e di risvegliare interessi, passioni e portare avanti un confronto dialettico per arrivare ad abbracciare una politica dell’impegno piuttosto che dell’indifferenza.

 

 

 

Dal 19 al 24 febbraio 2019                                                        DonneTeatroDiritti

FOREIGN (Il film che nessuno è mai riuscito a fare)

regia e ideazione Carlo Maria Rossi e Daniel Romila

con Chiara Lo Dato, Mirko Giannetta, Eugenio Colombo, Daniel Romila e Carlo Maria Rossi

prodotto da PACTA . dei Teatri

in collaborazione con HouseClowns

Lo spettacolo è parlato in italiano e inglese

 

Un set cinematografico, in località segreta, accoglie di volta in volta il pubblico, persone desiderose di vivere un’avventura: assistere dal vivo alle riprese di una scena. Il film tratta di immigrazione, in particolare del trattamento riservato ai migranti una volta giunti nel paese tanto desiderato. Dopo aver affrontato mille difficoltà, in un viaggio che è paragonabile a un’impresa omerica, una semplice richiesta di documenti può sembrare una bazzecola. Ma non è così per il protagonista di questo film. Nella migliore tradizione della clownerie, lo spettacolo fa ridere e sorridere lasciando però allo spettatore la consapevolezza di aver assistito a qualcosa di profondo.

 

+ MOSTRA MULTIMEDIALE: “NUOVE GENERAZIONI. I VOLTI GIOVANI DELL’ITALIA MULTIETNICA”

A cura di Andrea Avveduto, Letizia Bardazzi, Alessandra Convertini, Wael Farouq, Jacopo Fusi, Giacomo Gentile, Cristina Giuliani, Giovanni Lucertini, Gianni Mereghetti, Giorgio Paolucci, Elena Puncioni, Margherita Tassi con un gruppo di Studenti Universitari di Bologna e Milano.

Con il patrocinio di MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Sono più di un milione e mezzo i giovani nati in Italia da genitori stranieri, o che sono arrivati qui da piccoli e hanno messo radici in quello che considerano il “loro” Paese. Quali legami mantengono con le tradizioni ereditate dai genitori e dalle terre di cui sono originari, quali vincoli stringono con i valori delle società in cui stanno crescendo? Che ruolo giocano nella costruzione della loro identità la famiglia, la scuola e gli altri ambienti in cui vivono? Una mostra multimediale che regala un viaggio dentro l’universo delle “nuove generazioni”.

Dal 27 febbraio al 3 marzo 2019                                            DonneTeatroDiritti

Prima assoluta

LUCREZIA E LE ALTRE

Dal mito le origini della violenza di genere

drammaturgia Elisabetta Vergani e Silvia Romani

con Elisabetta Vergani e Silvia Romani

regia Maurizio Schmidt

musica dal vivo Sara Calvanelli

organizzazione Davide Pansera

produzione Farneto Teatro

 

Nel V secolo a.C. in una villa di campagna la nobile Lucrezia viene violentata senza pietà dal figlio dell’ultimo re di Roma, Tarquinio il Superbo. Alle prime luci dell’alba, Lucrezia chiama intorno a sé i suoi cari e si toglie la vita trafiggendosi con la spada: “che nessuna donna viva più nel disonore!” esclama. La prima voce di donna a levarsi contro la violenza. In scena, un coro di tre voci, un’attrice, una studiosa di mitologia classica, una musicista, per andare a ritroso alle origini della nostra cultura occidentale, interrogando il mito classico, i poemi omerici, la letteratura greca e latina, transitando per Shakespeare e arrivando fino alla contemporaneità per riportare alla luce voci e miti che hanno forgiato il pensiero della violenza di genere.

 

 

Dal 5 al 10 marzo 2019                                                               DonneTeatroDiritti

MAX GERICKE e LA CHIAVE DELL’ASCENSORE

Due donne, due piece teatrali, due monologhi, due tragedie con la regia di Fabrizio Arcuri, che in modo diverso partono da una struttura fiabesca per poi trattare argomenti di stretta attualità. Storie di donne, ma soprattutto storie di abusi e di conflitti.

 

MAX GERICKE

(La maggior parte della vita è passata, meno male)

di Manfred Karge

traduzione Walter Le Moli

titolo originale Jacke Wie Hose

con Angela Malfitano

regia Fabrizio Arcuri

set video Lorenzo Letizia

assistente alla regia Francesca Zerrilli

ufficio stampa Silvia Mergiotti

assistenza Rossella Giammarinaro

produzione Tra un Atto e l’altro e Accademia Degli Artefatti

in collaborazione con Ert – Emilia Romagna Teatro Fondazione

con il sostegno della Regione Emilia Romagna

Si ringrazia il Teatro di Roma e Studio Spectrum

 

Germania. Secolo scorso. Ella Gericke. Una storia vera. 26 frammenti di una vita. Giacca come pantaloni (il titolo originale) è diventato ormai il suo abbigliamento, perché la miseria della depressione economica prima e i nazisti poi l’hanno costretta a dimenticare di essere donna. Vedova a vent’anni di un operaio gruista, non sapendo come sbarcare il lunario, si è semplicemente sostituita al marito, morto di cancro, per non perdere quel posto di lavoro. Una esistenza dove ogni scelta è stata fatta in nome della sopravvivenza, fino a dimenticare del tutto la propria identità.

 

(a seguire)

LA CHIAVE DELL’ASCENSORE

di Ágota Kristóf

traduzione di Elisabetta Rasy

con Anna Paola Vellaccio

regia Fabrizio Arcuri

assistente in scena Edoardo De Piccoli

assistente alla regia Francesca Zerilli

assistente alla produzione Marilisa D’Amico

cura Giulia Basel

foto di scena Roberta Verzella

grafica Antonio Stella

una coproduzione Florian Metateatro/Accademia degli Artefatti.

 

Scritto nel 1977, è la storia, drammatica e crudele, di una donna tenuta sotto sequestro dal proprio marito che, con l’aiuto di un medico compiacente, infierisce su di lei sottoponendola a orrende mutilazioni. I due uomini arrivano al punto di privarla dell’uso delle gambe e renderla cieca. Alla donna straziata rimane solo la voce per gridare al mondo la sua orribile storia e denunciare i soprusi subiti. Potranno toglierle la vita, ma non si farà strappare la voce per gridare al mondo la sua condizione.

 

 

Dal 13 al 15 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

LA TERRA DESOLATA (The Waste Land)

di Thomas Stearns Eliot

traduzione Roberto Sanesi

regia e con Annig Raimondi

musiche Maurizio Pisati, La Cruz, Antonio Scarano, Richard Wagner

costumi Nir Lagziel

scene e luci Fulvio Michelazzi

produzione PACTA . dei Teatri

 

Dalla tradizione letteraria al mito, dalla storia all’epica, dalla religione all’antropologia culturale, tutto è confluito in un’opera che attinge alle filosofie orientali e ai testi sacri (Veda, Upanishad), ai profeti biblici, all’Ecclesiaste, Sant’Agostino, all’Apocalisse: un’allegoria dello spirito smarrito in una emblematica città europea. Una galleria di eccentrici ritratti (dapprima una diva da café chantant, poi una donna fatale, una donna quotidiana, un titanico guerriero…) dove la voce recitante si moltiplica e si spersonalizza variando registri e timbri e sottolinea la condizione dell’uomo moderno che, persa la propria centralità, tenta di recuperarsi assumendo voci altre e diverse. Giunto al ventesimo anno di repliche, torna a Milano uno degli spettacoli ‘cult’ di Annig Raimondi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 16 marzo 2019                                                   DonneTeatroDiritti

HERSTORY 2 – REGENI E GLI ALTRI

spettacolo-conferenza a cura di Monica Macchi

A introdurre l’evento, la proiezione di ‘Gramsci 44′, produzione RAM FILM, diretto da Emiliano Barbucci, con Peppino Mazzotta, Americo Melchionda, Maria Milasi, DOP Daniele Ciprì, scritto da Emanuele Milasi

 

Un progetto web di storia orale in Creative Commons del collettivo Mosereen che ricostruisce la partecipazione delle donne alla rivoluzione egiziana del 2011 attraverso otto monologhi. Ma l’Egitto pre e post-Tahrir è anche quello raccontato da Majiid Nawaz in “Radical. Il mio viaggio dal fondamentalismo islamico alla democrazia”, un ex-reclutatore jihadista che proprio nella prigione di Mazrah Tora scopre il sistema giudiziario parallelo ma anche un laboratorio politico che lo porta a prendere le distanze dall’islamismo. Ne verranno letti alcuni brani che ci portano nell’Egitto di Sisi, tema affrontato nel workshop con la classe 4DV del Liceo Candiani di Busto Arsizio che ha elaborato progetti diversi per un sentiero dedicato a Giulio Regeni da realizzarsi nel parco a fianco del liceo.

 

 

 

Dal 20 al 24 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

BACCANTI REWIND

da Euripide

drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis

regia Annig Raimondi e Paolo Bignamini

con Maria Eugenia D’Aquino, Maria Grosso, Annig Raimondi, Paola Romanò

luci e spazio scenico Fulvio Michelazzi

musiche originali Maurizio Pisati

costumi Nir Lagziel

assistenti alla regia Maria Grosso e Gianmarco Bizzarri

produzione PACTA . dei Teatri

in collaborazione con ScenAperta-Altomilanese Teatri, Università degli Studi di Milano e il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi

 

Lo spettacolo ripercorre a ritroso la vicenda de “Le Baccanti” di Euripide, come un’indagine che ricerchi una luce nascosta sulle tematiche profonde e inesauribili del testo. Restano solo tre donne, tre sorelle, tre Baccanti con il compito di tracciare un nuovo corso per la città. Una di loro è proprio Agave, alle prese con l’elaborazione del suo terribile gesto, l’uccisione violenta del figlio Penteo. In una sorta di clinica che pratica una crudele ‘terapia della memoria’, le donne costringeranno la sorella a confrontarsi con la consapevolezza del proprio delitto, la obbligheranno a farlo proprio, a caricarlo tutto su di sé, per avere un nuovo perfetto capro espiatorio. L’idea registica ha coinvolto nell’allestimento il progetto riabilitativo e innovativo di RI-COSTRUZIONE del USC Psichiatria del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi. Il loro laboratorio creativo ha contribuito con la costruzione di particolarissime “maschere”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 27 al 31 marzo 2019                                                            DonneTeatroDiritti

LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ

dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea

drammaturgia e regia Maura Pettorruso

con Stefano Pietro Detassis

scene e costumi Maria Paola Di Francesco

disegno luci Alice Colla

organizzazione Daniele Filosi

produzione TrentoSpettacoli

con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

 

Un uomo, un pensatore, filosofo e matematico. Una zolla di terra arida e priva di vita. L’ultimo viaggio. Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita. 98 anni pieni di lotte, di fallimenti, di amori, coronati dal premio Nobel per la Letteratura. In quel breve istante fra gli ultimi momenti di vita e il mistero della morte, Bertrand si appresta a compiere l’ultimo frammento di tempo: abito elegante, sguardo stupito, sale su una zolla di terra e inizia il suo ultimo viaggio, alla ricerca del mistero della vita. Russell rivive la sua esistenza, in un dialogo immaginario e profondo con Cassiopea, la costellazione della dea africana.

 

DtD in collaborazione con le Università

 

  • 5 novembre 2018 – ore 19.30 ingresso libero, PACTA SALONE

NAZRA Palestine Short Film una serata di proiezione di corti palestinesi selezionati e presentati alla Biennale Cinema 2018 a Venezia. Interventi di Simone Sibilio e Monica Macchi a cura dello IULM di Milano

 

A seguire e chiudere il Progetto DonneTeatroDiritti, PACTA . dei Teatri ospita al PACTA SALONE un percorso di tre letture sceniche da testi di Dacia Maraini incentrati sulla condizione femminile: LA DONNA ATTRAVERSO LO SPECCHIO. La drammaturgia femminista italiana e la (ri)formulazione del femminile, un progetto a cura di Maria Morelli, dramaturg Maddalena Mazzocut-Mis, regia Paolo Bignamini, produzione PACTA . dei Teatri, ScenAperta Altomilanese Teatri e Università degli Studi di Milano. Gli incontri, dedicati agli studenti universitari, sono a ingresso libero e prevedono momenti di approfondimento scientifico e proiezioni di documenti originali.

 

  • 6 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

Il manifesto di Dacia Maraini (titolo originale: Manifesto dal carcere, due atti, 1969)

Anna, la protagonista, rievoca, da morta, alcuni momenti della sua vita: dall’oppressione paterna alla mercificazione del suo corpo, fino al carcere. In prigione redige, insieme alle sue compagne, un vero e proprio manifesto femminista. Un’opera di Dacia Maraini nata da inchieste da lei condotte per Il Paese Sera sulla condizione delle carceri femminili.

 

  • 13 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

La donna perfetta di Dacia Maraini (atto unico, 1974)

Nina ha sempre vissuto come ciò che la sua famiglia ritiene essere “una donna perfetta”. Dopo aver conosciuto Elvio, rimane incinta e viene abbandonata dall’amante. Ricorre così all’aborto (clandestino, dal momento che la pratica in Italia sarà illegale fino al 1978) e muore durante l’intervento. Nina ora è un fantasma: la sua presenza interroga i personaggi del dramma inchiodandoli alle loro responsabilità morali.

 

  • 20 maggio 2019 – ore 21 – ingresso libero, PACTA SALONE

I sogni di Clitennestra di Dacia Maraini (due atti, 1978)

Una rivisitazione in chiave moderna del dramma eschileo: Agamennone e Clitennestra sono emigrati siciliani che vivono a Prato negli anni ’70, lavorando come operai. La vicenda della tragedia classica si declina in una continua intersezione con il presente, modificando gli esiti della drammaturgia: Clitennestra non viene uccisa da Oreste ma impazzisce, incapace di adattarsi a un mondo costruito su misura dei valori maschili e muore a causa della violenta terapia di elettroshock a cui è sottoposta in manicomio.

Dal 3 al 7 aprile 2019                                                                                New Classic

BATTIATO|PIRANDELLO

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA E ALTRE CANZONI

con Paolo Scheriani

testo Luigi Pirandello

canzoni Franco Battiato

regia Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli

produzione Scheriani Mandelli Teatro alle Colonne

 

Un concerto spettacolo dove le canzoni di Franco Battiato si uniscono alle parole di Luigi Pirandello e al suo “Uomo dal fiore in bocca” in un mix di Teatro/Canzone, il tutto immerso nelle immagini proiettate che conducono lo spettatore in una dimensione onirica e a tratti surreale.

Un viaggio raffinato nella musica di uno dei più grandi cantautori italiani e nelle parole del drammaturgo agrigentino, vincitore di un Premio Nobel per la letteratura.

 

 

 

Dal 9 al 18 aprile 2019                                                                             New Classic

CANDIDO

ovvero L’ottimismo

di Voltaire

adattamento di Maddalena Mazzocut-Mis

con Alessandro Pazzi, Fabrizio Rocchi

regia Annig Raimondi

installazione disegni Lorenzo Vergani

disegno luci Manfredi Michelazzi

costumi Nir Lagziel

scenografia Laszlo Ctrvlich

assistente regia Maria Grosso

coproduzione PONTOS Teatro – PACTA . dei Teatri

 

Il Candido di Voltaire è indubbiamente uno dei libri più famosi e più letti. Candido è un giovane innamorato di Cunegonda, una fanciulla nobile per la quale egli affronterà innumerevoli avventure con indomito coraggio, seguendo l’insegnamento del suo maestro in merito all’ottimismo. L’allontanamento dal castello dove ha trascorso l’infanzia dà però inizio alle sue peripezie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 3 al 19 maggio 2019                                                                         New Classic

Prima assoluta

LA COMMEDIA DELLA VANITA’

di Elias Canetti

traduzione Bianca Zagari

con Maria Eugenia D’Aquino, Paui Galli, Riccardo Magherini, Alessandro Pazzi, Annig Raimondi, Eliel Ferreira de Sousa

regia Annig Raimondi

musiche originali Maurizio Pisati

spazio scenico Lazlo Ctrvlich

disegno luci Manfredi Michelazzi

costumi Nir Lagziel

oggetti di scena Progetto riabilitativo Ri-costruzione ASST Lodi

produzione PACTA . dei Teatri con il contributo di NEXT – Regione Lombardia

 

Una commedia umana composta nel 1934 dallo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la Letteratura nel 1981.

Il governo totalitario del Paese stabilisce per legge che la vanità debba essere bandita e che pertanto ogni strumento atto a tenerla in vita vada distrutto; per i trasgressori la pena sarà la morte. La massa accoglie con entusiasmo l’imposizione, tanto da fare un grande rogo, il rogo dei ritratti, delle foto, la distruzione degli specchi. Dopo diversi anni, i risultati saranno diversi da quelli che ci si aspettava.

 

 

 

Dal 11 al 21 giugno 2019                                                                        New Classic

VENERE & ADONE

Shakespeare e musica

di William Shakespeare

traduzione Roberto Sanesi

adattamento e regia Riccardo Magherini

con Riccardo Magherini, Nicola Lanni, Gabriele Palimento

musiche dal vivo Nicola Lanni

disegno luci Fulvio Michelazzi

voci registrate Maria Eugenia D’Aquino, Vladimir Todisco Grande, Francesca Lolli, Suso Colorni

produzione PACTA . dei Teatri

 

A Londra, tra l’agosto del 1592 e il marzo del 1594, impera la peste: si decide di chiudere i teatri. A Shakespeare per sopravvivere occorre una patente di Poeta. Il risultato è un poemetto di stile “alto”, scritto “alla moda dei tempi”, il cui soggetto è la natura del desiderio sessuale, raccolto in un bel “vestito” per arrivare negli ambienti giusti e dare soddisfazione a quelle angosciose aspirazioni “colte”. La messa in scena trae ispirazione dalla tradizione del cunto siciliano, una tradizione solo apparentemente distante dall’opera di Shakespeare. Così, quasi inaspettatamente, la tecnica dell’affabulazione, mescolata ai colpi di scena un po’ circensi accompagnati da effettacci di magia da baraccone di altri tempi e dalla musica dal vivo, ci restituisce tutto l’umorismo che vibra dietro ai versi Shakespeariani.

 

 

 

 

 

pactaSOUNDzone2019 – COME STA LA LUNA?

rassegna di teatro musica e ricerca a cura di Maurizio Pisati

 

Concerti, eventi audioluminosi, live electronics, seminari. Un pensiero percorre le serate, con un quesito poetico-scientifico che Leonardo da Vinci poneva anzitutto a sé stesso, e che pactaSOUNDzone fa suo attraverso gli artisti ospiti:

La luna, densa e grave / densa e grave, / come sta la luna?

 

Lunedì 28 gennaio 2019

– ore 20.15 Brindisi di Inaugurazione pSz2019

Antonio Mastrogiacomo per Mostre al Cubo: Campato in aria, installazione interattiva per visitatori con telefono cellulare

Presentazione pSz2019 di Carlo Centemeri, Radio Marconi

 

– ore 20.45 726Suonerie – Più che pop: mass!

Elettronica, Sax, rubbish – Antonio Mastrogiacomo

 

Le suonerie vengono da una cartella zippata in stoccaggio su torrent. In linea di principio, il concetto è semplice: ogni file audio può essere impiegato come suoneria. Uso e consumo. Questa musica ritma la liturgia della comunicazione.

 

 

Lunedì 25 febbraio 2019

– ore 20.45 VIBRANTE LUMINOSO!

con Elena Càsoli Chitarra Classica/Elettrica e Michele Coralli

 

Vinile e digitale, domande, risposte e una chitarra attorno a Fausto Romitelli

 

 

Lunedì 11 marzo 2019

ore 20.45 Collettivo_21 + Ensemble crisis– Recycled music

Ensemble, Elettronica

Collettivo_21: Lorenzo Di Marco, flauto; Miljan Minić, clarinetto; Lorenzo Moretto e Fruzsina Laszlo, sax; Eleonora Liuzzi, violino; Giacomo Biagi, violoncello; Giulia Pastorino, chitarra classica e conducting Compositori: Giacomo Biagi, Luca Brignole, Federico Perotti, Luca Ricci

Ensemble crisis: Pietro Frigato, chitarra elettrica e conducting; Marco Bussi, elettronica

 

L’esplorazione del suono, dello spazio e del rapporto tra i musicisti, attraverso il lavoro di due direttori che s’alterneranno divenendo a loro volta strumentisti in una conducting che indagherà gli aspetti essenziali dell’idea di creazione.

 

 

Lunedì 25 marzo 2019

ore 20.45 RAYUELA – ANNAMARIA MUSAJO TANGOtrio

Voce Annamaria Musajo – Chitarra Pierluigi Ferrari – Contrabbasso Franco Finocchiaro

 

Per me esiste ormai soltanto una bellezza: quella che è un fine e non un mezzo, e che è tale perché il suo creatore ha identificato in sé il significato della sua condizione umana con il significato della sua condizione di artista.” (Julio Cortazar, Il gioco del Mondo)

 

Lunedì 8 aprile 2019

ore 20.45 VOCI NEL BUIO by Yesand

Ensemble di voci e buio.

Narratori Alberto Cannizzaro, Giorgia Carloni, Jacopo Casadei, Luigi Verga

Cantanti Eleonora Aliverti, Lapo Attardo, Tatiana Barone, Davide Bianchi, Manuele Bravi, Valentina Gallotti, Walter Grandi

 

Dice che si deve sempre spegnere la luce prima di uscire. Noi lo si farà dopo essere entrati. Uno spettacolo completamente al buio dove racconto e canto improvvisati si intrecciano in una storia unica e irripetibile. Chiude gli occhi e spalanca la mente, si muove tra suoni, silenzi e fantasia, luce immaginifica che divora l’oscurità.

 

 

Lunedì 15 aprile 2019

ore 20.45 NOMOLOGO Abiti lisi e vecchi costumi come maschere sonore stese ad asciugare

Ensemble, Elettronica, NPnonpervenuto&Conservatorio G.Verdi, Milano

Leonardo Bonetti, Maria Vincenza Cabizza, Mauro Di Vincenzo, Lior Eytan, Andrea Mattera, Alvaro Nunez Carbullanca

 

Fra happening e spettacolo teatrale, sei musicisti giocano con suoni e rumori, luci e ombre, luoghi e persone, rimettendo al centro della scena un’interiorità sempre più fragile, sconnessa, incoerente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PARAPIGLIA TeatroInFamiglia

Rassegna di teatro per bambini e ragazzi

quarta edizione 2018-2019

organizzata da Ditta Gioco Fiaba e PACTA . dei Teatri

presso PACTA Salone in Via Ulisse Dini 7 a Milano

 

PARAPIGLIA TEATROinFAMIGLIA non è solo una rassegna, ma un fantasioso luogo di incontro tra adulti e bambini, uno spazio di confronto per le famiglie, un piccolo motore culturale per vitalizzare e qualificare la periferia cittadina, una variopinta proposta per le Scuole di Milano nonchè, la domenica mattina, l’unica rassegna regionale specificamente dedicata al pubblico dei piccolissimi degli Asili Nido.

 

INFORMAZIONI

biglietti € 6,00 per tutti

prenotazioni: info@dittagiocofiaba.com o tel 331.7977383

www.dittagiocofiaba.com

 

21 ottobre 2018                                                                     Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – BALLA COI BULLI

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Nel selvaggio e (comico) west della Ditta Gioco Fiaba imperversa un criminale che si diverte a maltrattare i cittadini di Happy Town. Persino lo sceriffo non riesce a contenerlo. Tutti vorrebbero farsi rispettare, ma nessuno agisce per troppa paura. Come nella tradizione dei migliori western, arriva però l’eroe capace di risvegliare gli animi e di permettere il faticoso imporsi della giustizia.

 

28 ottobre 2018                                                                     Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: SUL TRAM

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Lo scoiattolo Gillo, curioso come tutti i cuccioli, se ne va in tram dove scopre la macchina che morde i biglietti, le porte a soffietto, il tasto che suona, le maniglie a cui appendersi e…un cappello dimenticato (e parlante)! E così insieme ai bambini si mette a cercare il proprietario del cappello.

 

Ore 15.30 – LA NOTTE DELLE LETTERE VIVENTI

produzione Ditta Gioco Fiaba dai 6 ai 10 anni

Un sinistro mistero si nasconde in biblioteca… Molti libri sono stati smangiucchiati, altri si fa fatica a leggerli; diverse parole sono tronche con consonanti mancanti e vocali scomparse. Le bibliotecarie hanno deciso di intervenire e hanno chiamato un esperto, un uomo senza paura che crede nel potere del vocabolario e dovrà chiarire il mistero e riportare la quiete e l’ordine, o meglio, l’ordine alfabetico! E naturalmente…avrà bisogno dell’aiuto dei bambini del pubblico.

 

4 novembre 2018                                                                   Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: AL PARCO

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Approfittando delle ultime giornate calde di ottobre lo scoiattolo ha deciso di andare al parco con la sua tata. Qui troverà tanti animali e giochi da fare, con uno splendido monopattino, ma anche una fontana che piange…come una fontana! Ma forse tutti insieme possiamo aiutarla…

 

 

 

 

 

 

Ore 15.30 – SHERLOCK HOLMES E IL MASTINO DEI BASKERVILLE

Produzione Ditta Gioco Fiaba dai 5 anni

Nella brughiera del Dartmoor, nel Devon, l’anziano sir Charles Baskerville viene trovato morto nella sua villa, apparentemente ucciso da un grosso spavento. Il suo medico è invece convinto che il responsabile sia un orribile creatura, un gigantesco mastino. Sulla famiglia dei Baskerville aleggia infatti una terribile maledizione. Per risolvere il mistero viene chiesto aiuto a Sherlock Holmes.

 

11 novembre 2018                                                                 Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – IL RACCONTAFIABE

Produzione Compagnia dei Giovani di Catania dai 4 anni

Liberamente tratto da un racconto di Luigi Capuana. Protagonista un “Raccontafiabe”, uno strano narratore che gira di città in città a narrare le fiabe classiche ai bambini. Fin quando si accorge che ormai i bambini le sanno già tutte a memoria. Che fare dunque? Il pubblico dovrà aiutare il narratore a trovare delle fiabe nuove di zecca tra fate e maghi dispettosi.

 

18 novembre 2018                                                                           Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL FRIGOR

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Continua l’esplorazione della casetta di Gillo. E nel frigorifero, tra mille golosità da assaggiare, troveremo anche una mela freddolosa che ama danzare!

 

Ore 15.30 – IL LUPO E LA CAPRA (in una notte di temporale)

Produzione Teatro del Cerchio dai 4 anni

Lo spettacolo, contro i pregiudizi e le differenze di genere, riprende il racconto dello scrittore giapponese Yuichi Kimura. Un lupo un po’ acciaccato che teme la vecchiaia e una capra giovane e pimpante danno vita a una sorta di “commedia degli equivoci” a causa di un temporale improvviso che li sorprende nel bosco e li fa riparare sotto la stessa capanna abbandonata. Il buio (e un raffreddore del lupo) fanno sì che i due pensino all’altro come un animale della stessa razza tanto da diventare amici e complici nel tempo passato insieme. Il temporale cesserà ma non senza prima vedere i due darsi appuntamento per il giorno dopo alla luce del sole.

 

24 novembre 2018                                                                           Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – L’ARTIGIANO DELLE NOTE

Storie, burle e cose serie per scoprire il mestiere del musicista

Produzione NoteInScena dai 3 ai 7 anni

Un incontro-spettacolo dove i bambini ascoltano, guardano, cantano, ballano, ridono e si stupiscono. Un maestro un po’ speciale e i suoi aiutanti prendono per mano i piccoli spettatori e con delicatezza li accompagnano in un viaggio entusiasmante alla scoperta del meraviglioso mestiere del musicista.

 

2 dicembre 2018                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – BBBBRRRR…CHE BRIVIDI

con Alessandro Pazzi e Lorenzo Vergani

produzione PONTOS-Teatro dai 6 ai 10 anni

Un attore e un illustratore per un viaggio in compagnia di pupazzi di neve che prendono vita, fantasmi di carta, mostri che hanno paura del buio, lupi che mangiano strane cose… per imparare che per diventare coraggiosi bisogna anche passare attraverso una sana paura: perché dietro alle cose che a volte ci fanno più paura si nascondono realtà impensabili che all’inizio ci mettono addosso un brivido, ma alla fine ci fanno sentire meno soli.

 

 

 

9 dicembre 2018                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IN CUCINA

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa mamma guidano i bambini alla scoperta della cucina della loro nuova casa e delle piccole storie in questa nascoste. L’utilizzo del mimo, di suoni onomatopeici, di immagini gioco tridimensionali e agibili, della partecipazione dei bambini attraverso il tatto e il movimento sono gli strumenti di questo spettacolo speciale creato per il pubblico dei più piccoli.

 

Ore 15.30 – LA FESTA DELLE FESTE

Produzione Teatro Telaio dai 5 ai 10 anni

Un garzone pasticcione deve allestire un grande banchetto… Sembra non manchi nulla eppure… Si fanno avanti quattro animali, un gatto, una mucca, un cammello e un dromedario che stanno tutti accompagnando i loro padroni in un posto che sembra da tutt’altra parte: La Mecca, il Gange, Betlemme. Ognuno di loro ha storie da raccontare che sembrano essere diversissime. Eppure è comune la voglia di camminare per arrivare al “centro”, il luogo dove la festa possa caricarsi di senso.

 

16 dicembre 2018                                                                  Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – IL CIRCO DI NATALE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 2 ai 5 anni

Impacchettare regali, allenare le renne, far scendere la neve, decorare gli alberi… quanto lavoro c’è dietro a ogni Natale! Ma chi aiuta Babbo Natale a preparare tutto? Un incredibile circo fatto di elfi, renne ballerine, nani barbuti, pupazzi di neve e altri mille personaggi… Tutti pronti a esibirsi in rivista per i bambini e a preparare un altro fantastico giorno di Natale!

 

Ore 15.30 – LO SCHIACCIANOCI

produzione Ditta Gioco Fiaba dai 3 anni

Dalla fiaba musicale di Tchaikovsky uno spettacolo interattivo animato dalle note dalle più famose musiche orchestrali. Due attori e un magico albero di Natale che domina la scena, uno schiaccianoci di legno destinato a trasformarsi in un principe, ombrelli coloratissimi che serviranno per volare, diverranno addobbi natalizi, si trasformeranno in spade e altro ancora.

 

6 gennaio 2019                                                                      Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – LA BEFANA SI È ARRABBIATA

Produzione Ditta Gioco Fiaba dai 3 anni

L’Epifania è alle porte e, mentre i bambini attendono l’arrivo delle calze piene di sorprese, la Befana si dispera e si arrabbia sempre più. “Tutti amano Babbo Natale, tutti vogliono Babbo Natale” borbotta la vecchina, convinta che nessuno si curi di lei che arriva sempre per ultima, ha le scarpe tutte rotte, lascia il carbone e tutte le feste si porta via. Quest’anno la Befana rifiuta di alzarsi dalla poltrona e di uscire di casa.

 

13 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: DAL DOTTORE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Questa volta lo scoiattolo è raffreddato… e allora bisogna convincerlo ad andare dal Dottore! Ma il Dott. Stetoscopius non fa paura! E’ solo buffo e con uno strano accento… e poi si scoprono tante cose come il peso, la temperatura e…lo sciroppo! Guarirà lo scoiattolo?

 

 

 

 

 

Ore 15.30 – L’ISOLA DEL TESORO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Liberamente tratto dal libro di Stevenson. Il giovane Jim, protagonista dell’avventura, affronta con coraggio la sfida dei pirati Long John Silver e Cane Nero e, entrato in possesso della mappa del capitano Flint, si imbarca alla volta della misteriosa isola. Ma il suo viaggio non sarà così semplice… Sull’isola infatti Flint ha lasciato un altro pirata ormai folle a guardia del tesoro e poi trabocchetti, trappole, scheletri e false indicazioni capaci di sviare l’avventuriero più sicuro portandolo a fine certa. E poi la mappa è incompleta! Anche se Silver ha un pappagallo che pare sapere molte cose…

 

20 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – SE NON SARÀ SERENO SI RASSERENERÀ

(LA MUCCA MUSONA E ALTRE STORIE CHE NON TI ASPETTI)

produzione Carolina Reaper dai 3 ai 10 anni

Riuscirà l’elefantino verde, nuovo arrivato nella savana, a trovare un amico con cui giocare? E il coniglietto dall’irriducibile entusiasmo a far sorridere la mucca più musona della fattoria? E’ possibile che un lupo e una capra in una notte di temporale scoprano di avere un sacco di cose in comune? E soprattutto che il primo non si pappi la seconda? Sì che è possibile. La vita sa sorprenderci sempre. E anche il teatro. Uno spettacolo zebrato, muccato, leopardato. Colorato quanto basta per dimenticare la paura e ballare tutti insieme.

 

27 gennaio 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – VOLA SOLO CHI OSA FARLO

Concerto di parole

Liberamente tratto da “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepúlveda

produzione La fabbrica dei ponti dai 4 anni

I gabbiani sorvolano la foce dell’Elba nel mare del Nord. Kengah si tuffa su un banco di aringhe insieme agli altri gabbiani, ma quando riemerge il resto dello stormo è volato via. A stento spicca il volo, raggiunge la terra ferma e precipita su un balcone di Amburgo dove trova Zorba, un gatto nero grande e grosso. La gabbiana morente gli affida il suo uovo facendogli fare tre promesse: di non mangiarlo, di averne cura e di insegnargli a volare. Se per le prime due promesse sarà sufficiente l’amore del gatto, per la terza serve una grande idea e l’aiuto di tutti.

 

3 febbraio 2019                                                                      Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL BAGNETTO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa tata presi con il quotidiano rito del bagnetto… L’utilizzo del mimo, di suoni onomatopeici, di immagini gioco tridimensionali e agibili, della partecipazione dei bambini attraverso il tatto e il movimento sono gli strumenti di questo spettacolo speciale creato per il pubblico dei più piccoli.

 

Ore 15.30 – PETER PAN

Produzione Teatro Blu dai 4 anni

Un uomo d’affari, di nome Peter si sveglia la mattina di buon ora e corre in ufficio dove trascorre la sua giornata fra telefonate, riunioni, corse da un piano all’altro, calcoli, responsabilità e riepiloghi. Interviene Trilly, una bambina un po’ magica, che cerca di richiamare l’uomo d’affari, di toglierlo dal vortice in cui si è, suo malgrado, catapultato. Ma l’uomo non la vuole ascoltare. Trilly non lo riconosce più e decide di andarsene, vuole ritornare nella sua isola: l’Isolachenoncè. Nel ricordarla incomincia a poco a poco a darle forma e tenta di trascinare Peter in questo suo gioco.

 

 

9 febbraio 2019                                      ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – MARTINA TREMENDA NELLO SPAZIO

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dagli 8 ai 12 anni

 

10 febbraio 2019                                    ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

ore 11.00 – MOGNOMI E POLIGNOMI

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dai 3 anni

 

ore 15.30 – GALILEO ovvero attenzione caduta gravi!

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dagli 8 ai 14 anni

 

17 febbraio                                             ScienzaInScena/Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – IL MATEBOSCO

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 22) dai 3 anni

 

Ore 15.30COSTELLAZIONI. PRONTI PARTENZA… SPAZIO!

(parte del Festival ScienzaInScena Atto √2 – p. 21) dai 4 anni

 

24 febbraio 2019                                                                 Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: L’ARMADIO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Un viaggio curioso tra armadi pieni di oggetti strani… scarpe, cappelli, occhiali ma anche una chiave misteriosa e un topo molto affamato che ha perso il suo formaggio…

 

Ore 15.30 – ABBRACCI

Produzione Teatro Telaio dai 4 ai 10 anni

Due Panda stanno costruendo la casa, ognuna la propria. Si incontrano. Si guardano. Si piacciono. E poi? Come si fa a esprimere il proprio affetto? E’ necessario andare a scuola, ma una scuola speciale: una scuola d’abbracci. Perché con gli abbracci si possono esprimere tante cose: ci si fa coraggio quando si ha paura, si può festeggiare una vittoria, la gioia di un incontro o la speranza di ritrovarsi quando si va via.

 

3 marzo 2019                                                                       Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LA CASETTA DELLO SCOIATTOLO GILLO: IL GIARDINO

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Uno scoiattolo e la sua affettuosa mamma guidano i bambini alla scoperta del bellissimo giardino della loro nuova casa e dei fantastici animali che lo abitano. Ma come brucia il sole! Bisogna mettere cappello e occhiali. Ma qui c’è un fiore parlante e profumatissimo! Attenzione: arriva il temporale, bisogna prendere l’ombrello!

 

Ore 15.30 – CAPPUCCETTI MATTI

Produzione Pandemonium Teatro dai 5 anni

Un gioco con la fiaba più conosciuta, Cappuccetto rosso. Si passa da un Cappuccetto all’altro: classico, inglese, razzo, tonto, pazzo, oca, killer e altri ancora …fino all’esaurimento fisico… degli attori! Naturalmente anche i coprotagonisti della storia, lupo, mamma, nonna e cacciatore dovranno adeguarsi alle trasformazioni della protagonista.

 

 

 

 

 

 

10 marzo 2019                                                                    Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 11.00 – LO SCOIATTOLO GILLO A SPASSO: IL MARE

Produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 18 mesi ai 4 anni

Approfittando delle ultime giornate calde di ottobre lo scoiattolo ha deciso di andare al mare con la sua tata. E in spiaggia si possono fare mille scoperte e anche incontrare un paguro bagnino con problemi alla conchiglia…

 

Ore 15.30 – …CHE VIAGGI MISTER GULLIVER!

Produzione ABC musica teatro dai 5 ai 10 anni

Libero adattamento del famoso romanzo “I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift.

Gulliver è alle prese con la stesura del manoscritto in cui deve raccontare tutti i suoi viaggi, ma la sua memoria dopo tanti anni non è così fresca, chiede quindi aiuto alla sua governante Josephine per riviverli attraverso un vero e proprio gioco di ruoli. Ecco allora che guanti, scopa e lenzuola diventano i personaggi della storia. La musica ha un ruolo fondamentale: non è solo colonna sonora, ma viene utilizzata per creare atmosfere, rendere idiomi sconosciuti e rappresentare personaggi veri e propri.

 

Sabato 16 marzo 2019                                                          Parapiglia TeatroInFamiglia

Ore 15.30 – CARTOLINE DI DON CHISCIOTTE

produzione Ditta Gioco Fiaba, dai 4 anni

Le fantastiche avventure del celeberrimo Cavaliere della Mancia raccontate con fantasia e divertimento in uno spettacolo di teatro d’azione. Tre improbabili postini alle prese con il loro ufficio postale, timbri, buste e mille cartoline da consegnare…anche a una certa Dulcinea del Toboso… Tra cavalieri, giganti, mostri e incantesimi; i tre postini, nei i ruoli del protagonista, del suo inseparabile Sancio ma anche del fido destriero Ronzinante, dovranno affrontare mille prove, spesso con esiti dolorosamente comici, per l’amore della bella Dulcinea.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTIVITÀ PER LA CITTÀ

Didattica, formazione e socialità

 

La Scuola di pratiche teatrali a cura di PACTA

Il settore didattico di PACTA ha fra gli obiettivi principali quello di formare nuove figure professionali o di approfondirne le tecniche di conoscenza. Lo scopo è far tornare il teatro a essere espressione della gente ed elemento propulsivo di curiosità e cultura; mostrare cosa succede nel nostro tempo; formare lo spettatore da un punto di vista socioculturale. Vengono proposti seminari tenuti da professionisti del settore, laboratori scolastici, Learning Week, per avvicinare tutti coloro che sono interessati al processo creativo e guidarli all’apprendimento delle Pratiche Teatrali.

La scuola a cura di PACTA è strutturata secondo un metodo che coniuga il corpo poetico, il linguaggio drammaturgico, le strutture musicali e la luministica. Comprende i seguenti corsi annuali e i seminari tematici: Corso di teatro per adultiCorso di teatro adolescentiCome usare la voce (su radiodrammi, poesie e novelle) – Teatro su misura (sul lavoro dell’interprete per rendere visibile una trama o un personaggio) – La luce e la scena (sulla luministica teatrale) – La maschera dell’attore (sulla costruzione del personaggio).

 

Il progetto Design for PACTA

Enti e specialisti del design si raccolgono attorno a PACTA per questo specifico progetto: Design for PACTA. Verranno proposti una serie di Workshop e Seminari di progettazione mirata, tenuti da professionisti del settore: light e sound designer, progettisti, scenografi, fotografi. I corsi si svolgeranno nel PACTA Salone, da luglio a settembre, e avranno come destinatari sia studenti universitari sia tutti i professionisti e appassionati che siano interessati al programma di lezioni, workshop e incontri. Partner: IACCItalia, MIE – Michi Industries Europe.

 

Spazio di lettura e biblioteca: LIB(E)RO SCAMBIO

Libero accesso per tutte le fasce di cittadini dai 6 ai 90 anni, per far vivere tutti gli spazi del PACTA Salone come luoghi di incontro e scambio di conoscenza attraverso i libri, un posto per dare un’altra vita a un libro che resterebbe altrimenti inutilizzato su uno scaffale nella propria libreria di casa. Partner: Comitato Vigentino per Milano

 

MOSTRE al CUBO: Me exhibeo

Un cubo bianco è posto al centro del Foyer del PACTA SALONE, una struttura per accompagnare il pubblico allo spettacolo con fotografia, pittura, grafica, poesia, luce, video.

Mostre che si accompagnano agli spettacoli e lasciano dialogare tra loro le diverse arti visive, una intersezione tra i linguaggi dell’arte, una presenza fissa per l’intera stagione, con la presenza di: Alessandra Bonicalzi, Laszlo Ctrvlich, Francesca Leoni, Fondazione Achille Castiglioni, Marco Di Paolo, Flash and Bip, Fenia Kotsopoulou, Giulio Calegari, Lorenzo Gatti, Roberto Zizzo e Luciana Soriato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TEATRO IN MATEMATICA

Progetto di Maria Eugenia D’Aquino

Consulenza scientifica: Politecnico di Milano

 

L’immancabile appuntamento TeatroInMatematica, originale iniziativa di PACTA . dei Teatri –SALONEviaDini nata nel 2002 da una felice intuizione di Maria Eugenia D’Aquino, attrice e direttrice artistica del progetto, e dedicata alle scuole, torna quest’anno e si svolgerà interamente al PACTA SALONE, nei giorni della matematica, dal 26 novembre al 6 dicembre: la traduzione di concetti matematici, apparentemente astrusi, in personaggi e trame avvincenti. In cartellone tre titoli scelti tra i più significativi e popolari in repertorio. Al termine degli spettacoli i protagonisti e i consulenti scientifici accoglieranno domande e commenti da parte degli spettatori. . Agli spettacoli seguiranno degli shortlab per condurre gli studenti a elaborare un piccolo prodotto artistico inspirato all’argomento matematico trattato in scena.

Il 26 novembre 2018 alle ore 11.30 – L’IRRAZIONALE LEGGEREZZA DEI NUMERI, una morte misteriosa, un presunto naufragio: così scomparve Ippaso da Metaponto, colpevole di aver scalfito la perfetta razionalità del sistema pitagorico, divulgando il segreto dei numeri irrazionali. Il 3 e 4 dicembre 2018 ore 11.30 – L’INCOGNITA X, l’incognita e tante equazioni di gradi diversi, allo stesso modo molteplici situazioni vengono sviluppate drammaturgicamente come equazioni di vario tipo. Il 5 e 6 dicembre 2018 alle ore 11.30 – APPUNTAMENTO AL LIMITE – Il calcolo sublime, sul calcolo infinitesimale, una delle teorie che più ha arricchito la matematica moderna e determinato il progresso scientifico.

 

 

COLLABORAZIONE CON ATIR

Continua la preziosa collaborazione tra PACTA . dei Teatri – Salone di Via Dini e ATIR Teatro Ringhiera. In particolare, PACTA ospiterà anche quest’anno due spettacoli finalizzati alla coesione e all’inclusione sociale con cittadini abili, diversamente abili e over60 a cura di ATIR Teatro Ringhiera e proposti alle scuole.

 

Martedì 11 e mercoledì 12 dicembre ore 11.00

IL GRAN TORNEO DELLE RELIGIONI

Spettacolo/esito del laboratorio con gli Over60 di ATIR Teatro Ringhiera | conduzione e drammaturgia di Arianna Scommegna, Mila Boeri e Renata Ciaravino | liberamente tratto da “II Re, il Saggio e il Buffone” di Shafique Keshavjee

“Che cosa succede quando un ateo, un buddista, un indù, un mussulmano, un ebreo e un cristiano sono chiamati a confrontarsi e a dire ciascuno la propria verità?”, questa la domanda centrale del libro di Keshavjee a cui lo spettacolo si è ispirato.

 

Giovedì 28 marzo e venerdì 29 marzo ore 11.00

ANTIGONE E LE GUERRIERE DAI CAPELLI BIANCHI

Studio teatrale/esito del II anno de “Gli spazi del teatro” – progetto di teatro integrato per cittadini abili e disabili a cura di ATIR Teatro Ringhiera e Cooperativa Sociale Comunità Progetto

con la partecipazione degli studenti del Liceo Artistico Statale di Brera

Conduttori Chiara Stoppa e Arianna Bianchi, educ-attrice Valentina Ledono

Un racconto ambientato in una casa di riposo, dove alcune anziane protagoniste si ritrovano ad affrontare un compito ardimentoso: una riscrittura da Sofocle, che dà voce al singolo e al coro, alla forza del gruppo e al coraggio del gesto individuale. Lo spettacolo è l’esito finale del secondo anno del progetto “Gli Spazi del Teatro”, percorso di teatro integrato, con attori abili e diversamente abili insieme, volto alla costruzione di linguaggi e modalità comuni e universali, senza mai perdere l’eccezionalità di ciascuno.

 

Per info e prenotazioni: 02 87390039 – scuole@atirteatroringhiera.it

GLI ABBONAMENTI

 

 

ALL YOU CAN SEE – ingressi illimitati €130,00 

 

CARTA AMICI DI PACTA – 6 spettacoli €66,00

 

ABBONAMENTO LA PRIMA (10 prime) €60,00

 

ABBONAMENTO IL SALONE (4 spettacoli) €40,00

 

CARTA TANDEM – 2 ingressi a 2 spettacoli €38,00

 

CARTA FAMIGLIA (minimo 3 persone) €24,00  

 

SCIENZAINSCENA (ingresso a tutti gli spettacoli, mostra, conferenze e laboratori del festival, sconti per ingressi al Planetario e al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci) €30,00

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

PACTA SALONE

via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

 

Per informazioni: www.pacta.org mail biglietteria@pacta.orgpromozione@pacta.org – tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org

 

Orari spettacoli da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.30, lunedì riposo

(PARAPIGLIA TeatroInFamiglia sabato o domenica ore 15.30)

                          (PACTAsoundZONE e altri appuntamenti programmati lunedì ore 20.45)

 

Orari biglietteria: via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00

nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni €16 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €12 (min. 10 persone) | gruppi scuola €9 | Prevendita €1,50 – per gli spettacoli della rassegna PARAPIGLIA biglietti € 6,00 per tutti

 

ABBONAMENTI: ALL YOU CAN SEE ingressi illimitati €130,00 – CARTA AMICI DI PACTA 6 spettacoli €66,00 – ABBONAMENTO LA PRIMA (10 prime) €60,00 – ABBONAMENTO IL SALONE (4 spettacoli) €40,00 – CARTA TANDEM 2 ingressi a 2 spettacoli €38,00 – CARTA FAMIGLIA (minimo 3 persone) €24,00 – SCIENZAINSCENA (ingresso a tutti gli spettacoli, mostra, conferenze e laboratori del festival, sconti per ingressi al Planetario e al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci) €30,00

 

 

PACTA . dei Teatri – LO STAFF

 

PACTA . dei Teatri

Annig Raimondi, Maria Eugenia D’Aquino, Fulvio Michelazzi, Riccardo Magherini, Maurizio Pisati

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sara Abdelall

PROMOZIONE COMUNICAZIONE Viola Venegoni

UFFICIO SCUOLE Elisabetta Miracoli

UFFICIO STAMPA Giulia Colombo

AMMINISTRAZIONE Gianluca Anselmi, Matteo Zagaria

BIGLIETTERIA Gaia Lenzi

GRAFICA Antonella Raimondi

TECNICI E COSTRUTTORI Eliel Ferreira de Sousa, Manfredi Michelazzi, Emanuele Cavalcanti, Giacomo Gualano

 

COMITATO D’ONORE

Ileana Alesso, Mila Barletta, Renato Betti, Carla Biasca, Nunzia Bonanno, Andrea Bonessa, Amneris Bonvicini, Adriana Carluccio, Giuseppe Cavajoni, Anna Clerici, Gianni Clocchiatti, Carla e Giorgio D’Aquino, Fanny Di Salle, Giulia Farina, Franco Galli, Fiorella Gasparro, Sandro Gorli, Rita Grandori, Elisa e Giuseppe Grandori, Bernardo Lanzetti, Margherita Mazzini, Valeria Mazzoletti, Mirko Menconi, Serena Mignani, Cristiana Minoletti, Marilde Motta, Alessandro Pizzoccaro, Paolo Pototschnig, Antonella Raimondi, Marco ed Elisabetta Raimondi, Susanna Raimondi, Valentina Raimondi, Elena Rota, Gianluca Roveraro, Chiara Vaccarino, Anna Vedda, Daniele Zannoni

 

PARTNER

CETEC Dentro/Fuori San Vittore, SCENAPERTA ALTOMILANESE TEATRI, EFFEDIESSE – POLITECNICO DI MILANO, ZONEmauriziopisatimusica, INAF – OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI BRERA – MILAN, STUDIO EXHIBITA – FROM IDEAS TO FACTS, VAS Visual Arts and Science di Davide Ganito e Virginio Levrio, PONTOS-Teatro

 

SPONSOR TECNICI

Titta Buongiorno (VOLUME), Ivan Foglino (MUSIQUARIUM), Danilo Marcenaro (MUSIQUARIUM), Renzo Mozzi (AUDIO VIDEO PROVIDER), Gianna Nervi (MUSIQUARIUM), Antonio Rosanò (AUDIOLUCI), Carlo Scali (MUSIQUARIUM), Michael Stiller (M.I.E.)

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon