teatro-2

A Terracina appuntamento con  la rassegna

R.Estate in Scena

Dal 1 al 31 agosto un mese di spettacoli, tra teatro, musica e poesia ,con importanti nomi della scena contemporanea

Due programmazioni differenti in due location d’eccezione:

Al Tempio di Giove Anxur spazio a  reading inediti  e alla nuova drammaturgia con protagonisti noti della scena teatrale contemporanea

Al Parco Oasi intrattenimento,  commedia,  musica e teatro-canzone

Dal 1 al 31 agosto, il teatro, con le sue storie, i suoi personaggi, le sue melodie, approda nell’affascinante cornice della città di  Terracina con la rassegna R.Estate in Scena, organizzata dall’Associazione Ka.st in collaborazione con Fondazione Città di Terracina e Parco Oasi.

Un mese di imperdibili appuntamenti in cui si susseguiranno spettacoli inediti e non, monologhi, reading pensati e studiati appositamente per l’occasione, concerti e musica dal vivo, con importanti nomi della scena teatrale italiana, giovani compagnie e musicisti, i quali andranno ad abitare la meravigliosa cornice del comune pontino, creando occasioni di incontro, confronto, riflessione e spensieratezza.

Pièce  molto differenti per stile e genere, dalla commedia al dramma, dalla poesia al musical, dal varietà al teatro off. Tanti volti per tanti occhi. Tante voci per tante orecchie. Ognuna con il proprio background e il proprio gusto.

Storie, personaggi, idee, note, emozioni da vivere all’aperto, due programmi differenti per due location speciali individuate per l’occasione: il Tempio di Giove Anxur e il Parco Oasi.

R.ESTATE IN SCENA AL TEMPIO DI GIOVE ANXUR

Lo storico e suggestivo Tempio affacciato sul mare, simbolo della città, ispirato alla grande architettura scenografica ellenistica e dedicato a Giove, è pronto ad ospitare una programmazione ideata per esaltare la poesia e la magia del luogo con reading inediti e spettacoli dal forte impatto emotivo, che spaziano dal mito, alla letteratura, alla drammaturgia contemporanea,  con protagonisti noti della scena teatrale attuale.

Da Daniele Pecci con “La Morte della Pizia”, una rilettura laica, sottile, dissacratoria e divertente del mito ed in particolare del mito di Edipo( il 19 agosto) , alla raffinata Elena Arvigo che il 30 agosto proporrà  Soliloqui poetici del mito “le altre eroine”, tratto da “Quarta dimensione” di Ghiannis Ritsos, una mise en space tratta dedicata alle grandi eroine tragiche ( Elena, La sonata al Chiaro di Luna, Crisotemi).

Dall’ attore e regista Giovanni Arezzo, accompagnato dalla chitarra di Giuseppe Senia e la batteria di Emanuele Senia, con il reading “Ciaula scopre la luna e altre storie” ( 20 agosto), un racconto intimo e vibrante, tra musica, parole e affascinanti storie notturne, che trae spunto da diversi autori riletti in chiave poetica e originale, con inserti di modernità e originalità accentuati dall’accompagnamento musicale e da canzoni inedite dello stesso Arezzo, anche rapper e slammer con il nome di Soulcè, a Maria Carolina Salomè ( 10 agosto), che con “Mimì per me” offre un omaggio all’indimenticabile Mia Martini attraverso le canzoni più importanti della sua discografia,  dagli anni dei primi grandi successi, passando per gli anni bui della superstizione, fino alle ultime perle musicali.

Da Giorgio Sales e Lorenzo Parrotto con “Sete”, un meccanismo “scellerato” che coinvolge un intero caleidoscopio di personaggi, in una sorta di gioco al rilancio in cui vince chi riesce ad aumentare di più il valore di un bene primo come l’acqua, trasformandolo in un’icona del lusso (25 agosto), a Giorgia Filanti con “4.48 Performing”, performance fisica ispirata a 4:48 Psycosis della drammaturga Sarah Kane (5-6 agosto).

R.ESTATE IN SCENA AL PARCO OASI

Nella cornice del centralissimo Parco Oasi spazio, invece,  a una programmazione dedicata alla musica, all’intrattenimento, alla commedia, al teatro-canzone.

Si parte il 1 agosto con “Note dall’oceano”, libero adattamento di Novecento di Baricco, con Gilberto Cavagna accompagnato al Piano del Maestro Michele Della Valentina, e  con la compagnia Le Chat Noir, che il 2 agosto propone “Shakespeare in plexiglass”: due attrici, Annabella Calabrese e Giovanna Cappuccio, una parete di plexiglass e un intero repertorio Shakespeariano da mettere in scena mantenendo la distanza di sicurezza.

A seguire il 3 e il 4 agosto Giovanna Lombardi con “Nannarella”, una vera e propria dedica alla grande Anna Magnani, uno dei simboli, una delle figure più popolari della romanità, vista attraverso la storia del cinema del nostro Paese. Dramma e ironia in un cocktail di emozioni senza tempo.

Si prosegue con la commedia “Grisù, Giuseppe e Maria” ( 7-9 agosto), dove in una sagrestia di provincia a metà degli anni ’50, un solerte sacerdote, Don Ciro, cercherà di risolvere una delicata questione che coinvolge due sorelle, e con “Storie del genere umano” ( dall’11 al 14 agosto), sei storie di esseri umani si susseguono, sei umani diversi tra loro. Sono uomini, donne, giusti, sbagliati, fragili, impauriti, a tratti inconsapevolmente comici, a tratti struggenti. Storie di umani che hanno paura di guardarsi dentro, di scovare il proprio demone.

A Ferragosto evento speciale dedicato alla moda, con una sfilata curvy style, e al canto, con giovani talenti esordienti del panorama musicale.

Il 17 agosto è la volta de “I sette Re di Roma”, liberamente tratto dal celebre musical che Gigi Proietti presentò per la prima volta al teatro Sistina nel 1989: un excursus divertente e brillante, ma anche storicamente veritiero delle vicende della Roma monarchica.  Il 18 agosto, invece, in scena “Au Revoir “con Viviana Falco nei panni di Claudia, attrice pluripremiata e diva dello star system, all’ apice della sua carriera, messa a dura prova da una serie di disavventure, che la porteranno ad una scelta cruciale.

Dal 21 al 23 agosto Alessandro Cau con la sua ironia trascinerà il pubblico nello show “Volevo solo essere famoso”, monologo brillante e romantico di un disperato contemporaneo, mentre si cambia registro il 24 agosto, con il  debutto assoluto di  Storie di Spie” con la regia di Germano Rubbi e le musiche di Francesco Verdinelli, uno spettacolo in cui i tre personaggi realmente esistiti, raccontano loro stessi svelando una parte di storia contemporanea spesso tenuta nascosta.

Nei giorni successivi, il 25 e il 26 agosto,  si sorriderà con  la commedia “Il Pomo della discordia” di Salvatore Riggi. Equivoci, situazioni farsesche, aneddoti quotidiani e colpi di scena che animano la vita di quattro amici.

Ultimi eventi dedicati al teatro- canzone, il 27 agosto con “Sola Andata- Musica e Parole”, Lorenzo Parrotto e Giorgio Sales, accompagnati al piano dal Maestro Daniele Vitali, un excursus tra canzoni e testi di Gaber e Iannacci, autori romani e napoletani, che hanno fatto la storia della musica e del cantautorato italiano, poesie e monologhi, da De Filippo a Proietti, Trilussa; e il 28 agosto con  L’Amore è una scusa-In concerto”, spettacolo musicale in cui Maria Carolina Salomè, Alessandro Molinari e Federico Scribani, ripercorreranno i trent’anni di amicizia che li lega finendo inevitabilmente a parlare della gioventù, di ricordi, di sentimenti, di donne, di uomini, di visione maschile e femminile dell’amore, toccando attraverso le canzoni le varie tappe di una storia d’amore, dai suoi felici momenti iniziali, al suo struggente tramonto, in un’atmosfera ironica e delicata.

In chiusura il 29 agosto concerto tributo a Rino Gaetano.  Daniele Savelli con Paolo Persico, Umberto De Santis, Roberto Petruccio, ripercorrerà i più grandi successi del cantautore romano, da “Gianna” a “Ma il cielo è sempre più blu”, da “A mano a Mano” ad “Aida”, in una festa di suoni e colori.  Il 31 agosto, per finire, A piedi nudi nel parco, la celebre commedia di Neil Simon, diretta da Dario De Francesco, il quale costruisce un divertente, quanto profondo, racconto dell’amore e tutte le difficoltà che questo porta con sé.

R.Estate in Scena: un’occasione per riscoprire luoghi e paesaggi  e per trascorrere la stagione estiva in compagnia dall’arte.

R.ESTATE IN SCENA AL TEMPIO DI GIOVE ANXUR

Piazzale Loffredo, Terracina

Orario spettacoli: 21:30

Biglietti: 15 euro

R.ESTATE IN SCENA AL PARCO OASI

Via Appia Nuova 42, Terracina

Orario spettacoli: 21:30

Biglietti: offerta libera a partire da 10 euro

Per info, prenotazioni e prevendita biglietti: tel.329 8136968; mail caterinaguida1985@gmail.com

Tutti gli eventi si svolgono nel rispetto delle norme anti Covid

R.ESTATE IN SCENA AL PARCO OASI

Programma eventi

  • 1 AGOSTO

NOTE DALL’OCEANO

Con Gilberto Cavanna

Al pianoforte il maestro Michele della Valentina

Regia Paola Barini.

Libero adattamento dalle pagine di Novecento di Baricco tra parole e musica.

  • 2 AGOSTO

SHAKESPEARE IN PLEXIGLASS

Scritto, diretto e interpretato da Annabella Calabrese

con Giovanna Cappuccio

Light Designer Daniele Scarlatti

Assistente alla regia Lavinia Calabrese

Oggetti di scena Leonardo D’Angelo

Prodotto da Le Chat Noir

Due attrici, una parete di plexiglass e un intero repertorio Shakespeariano da mettere in scena mantenendo la distanza di sicurezza. Riusciranno nella loro missione?

Anne e Beth sono due attrici con un amore spassionato per l’intera opera di William Shakespeare. Ma come fare a mettere in scena un autore così complesso rispettando le misure di sicurezza che vengono loro imposte per il contenimento del COVID19?
Le due daranno vita ad una serie di rocamboleschi tentativi di messa in scena delle scene più famose del Bardo tra mascherine, guanti, pareti di plexiglass e dispositivi di sicurezza inventati, alternandosi nell’interpretazione dei più conosciuti personaggi Shakespeariani in un alternarsi frenetico di risate e momenti di riflessione.

  • 3 E 4 AGOSTO

NANNARELLA

scritto e interpretato da Giovanna LOMBARDI

da un’idea di Mario MORETTI

al pianoforte Luciano LAMONACA

Anna Magnani appartiene di diritto a quella ristretta schiera di prototipi che hanno in sé la potente e naturale forza dell’attrazione. Uno dei simboli, una delle figure più popolari della romanità, vista attraverso la storia del cinema del nostro Paese. Dramma e ironia in un cocktail di emozioni senza tempo.

Il mondo di Nannarella ri-vive in scena attraverso un percorso di voci, suoni, colori, attimi di ironia e disperazione. Frammenti e momenti di vita che scorrono rapidamente come un fiume in piena com’era il temperamento dell’attrice romana.

  • 7/9 AGOSTO

GRISU’ GIUSEPPE E MARIA

Con Rosanna Savastano, Giuseppe Paternosto, Tina Conte, Massimiliano Natalini, Marco Zambusi

Regia Mario Chiartosini

La commedia, costruita con lo schema narrativo del flash back, ci porta all’interno di una sagrestia di provincia a metà degli anni ’50, dove un solerte sacerdote, Don Ciro, nonostante uno squinternato sagrestano, cercherà di risolvere una delicata questione che coinvolge due sorelle, donna Rosa, sposatissima, con un marito minatore in Belgio e donna Filomena, diremo oggi, single, apparentemente “tutta casa e chiesa”.

La storia ci riporta ad una Italia dove i sogni erano spesso affidati a valigie di cartone, ad una canzone, ad una miniera lontana, ad un pallone.

Sullo sfondo la tragedia della miniera di Marcinelle dell’8 agosto 1956, dove persero la vita 262 uomini, di cui 136 italiani.

  • 11/14 AGOSTO

STORIE DEL GENERE UMANO

Con Gisella Cesari

Regia Danilo Caiano

Cosa significa “essere umano”? Significa essere buono o cattivo? Significa essere giusto o inadeguato? Sei storie di esseri umani si susseguono, sei umani diversi tra loro. Sono uomini, donne, giusti, sbagliati, fragili, impauriti, a tratti inconsapevolmente comici, a tratti struggenti. Storie di umani che hanno paura di guardarsi dentro, di scovare il proprio demone. Un’attrice di cinema, un vero uomo, una madre, un impiegato alle poste, un becchino e una donna in carriera, questi i protagonisti di storie assurde, che non hanno nulla in comune, se non il difficile compito di restare umani, nonostante la vita li spinga verso la disumanità.

  • 15 AGOSTO

Sfilata di moda curvy style

  • 17 AGOSTO

I SETTE RE DI ROMA

Con Lorenzo De Santis, Francesco di Crescenzo e Silvia Ponzo

Liberamente tratto dal celebre musical che Gigi Proietti presentò per la prima volta al teatro Sistina nel 1989, “I Sette re di Roma” presentano un excursus divertente e brillante ma anche storicamente veritiero delle vicende della Roma monarchica. Attraverso la voce dei sette sovrani e degli altri personaggi, sia divini che umani, in bilico tra storia e mito, gli spettatori vengono accompagnati in uno spassoso “ripasso” della storia di Roma ai suoi albori, un percorso che coinvolge il pubblico, emozionandolo e divertendolo al tempo stesso.

  • 18 AGOSTO

AU REVOIR

Con Viviana Falco

Regia di Luca Gabos

 Claudia attrice pluripremiata e diva dello star system, all’ apice della sua carriera, verrà messa a dura prova da una serie di disavventure, che la porteranno ad una scelta cruciale…

  • 21/23 AGOSTO

VOLEVO SOLO ESSERE FAMOSO

Con Alessandro Cau

Regia Massimo Izzo

La passione e la dedizione per l’arte portano un uomo al delirio totale. Monologo brillante e romantico di un disperato contemporaneo.

  • 24 AGOSTO

STORIE DI SPIE

Da un’idea di Carlo Emilio Lerici.

Testi di Alberto Bassetti e Germano Rubbi

Con:Fabrizio Bordignon, Martina Gatto,Paolo Pinelli,Germano Rubbi

Aiuto regia: Gabriela Carmen Marin

Regia: Germano Rubbi

Storie di spie è uno spettacolo in cui tre personaggi, realmente esistiti, raccontano loro stessi svelando, in questo modo, quella parte della storia contemporanea che viene tenuta nascosta negli scaffali secretati. Valerie Plame, ex agente della CIA; Fritz Kolbe diplomatico divenuto spia contro i nazisti e, per finire, un non meglio precisato agente del SIFAR dalle mille identità diverse,  svelano i retroscena delle loro doppie vite facendo emergere le dinamiche delle trame segrete che accompagnano la quotidianità delle ignare persone qualunque.

A fare da raccordo fra i tre personaggi c’è “la voce esterna” che simboleggia il vero fil rouge dei protagonisti e li accomuna nelle loro vite fittizie.

  • 25 e 26 AGOSTO

IL POMO DELLA DISCORDIA

Commedia di Salvatore Riggi

Economicamente le cose non vanno benissimo. Mario, laureato in matematica, lavora in una pizzeria e Sebastiano, anche lui laureato ma in Storia dell’Arte, fattorino in un ristorante cinese. Il loro vicino di casa, Stefano, è entrato da poco a far parte del gruppo ma è comunque riuscito a instaurare con loro una bella amicizia. Purtroppo, per questioni economiche, è costretto a un trasloco forzato che dovrà malvolentieri portare a termine, anche se questo significherà allontanarsi da Mario e Sebastiano. La scena si apre esattamente su questa situazione, familiare a molte generazioni, specialmente la nuova.

  • 27 AGOSTO

SOLA ANDATA-MUSICA E PAROLE

Con Lorenzo Parrotto e Giorgio Sales

Al piano il Maestro Daniele Vitali

Lorenzo Parrotto e Giorgio Sales, accompagnati al piano dal Maestro Daniele Vitali, un excursus tra canzoni e testi di Gaber e Iannacci, autori romani e napoletani, che hanno fatto la storia della musica e del cantautorato italiano, poesie e monologhi, da De Filippo a Proietti, Trilussa.

  • 28 AGOSTO

L’AMORE E’ UNA SCUSA-In Concerto

di Maria Carolina Salomè
con Alessandro Molinari, Maria Carolina Salomè e Federico Scribani

Produzione “La Compagnia del Loto”

Cosa succede se tre amici che si conoscono da trent’anni, decidono di incontrarsi per fare musica? E se uno di loro è un anno che non esce di casa, dopo la separazione dalla moglie, mentre l’altro è un attore cantante sempre in fuga da storie d’amore ingarbugliate e il terzo, anzi la terza è un’amica del cuore?
Federico e Carolina cercano di motivare Alessandro, l’amico musicista in un momento di evidente difficoltà esistenziale coinvolgendolo in un progetto per uno spettacolo musicale in cui ripercorreranno i trent’anni di amicizia che li lega finendo inevitabilmente a parlare della gioventù, di ricordi, di sentimenti, di donne, di uomini, di visione maschile e femminile dell’amore, toccando attraverso le canzoni le varie tappe di una storia d’amore, dai suoi felici momenti iniziali, al suo struggente tramonto, in un’atmosfera ironica e delicata, con un altalenarsi continuo fra il romanticismo e il graffiante, per poi comprendere che in fondo l’Amore è solo una scusa per ritrovarsi.

  • 29 AGOSTO

CONCERTO TRIBUTO A RINO GAETANO

Con Daniele Savelli, Paolo Persico, Umberto De Santis, Roberto Petruccio

Una festa di colori e suono tra i più grandi successi del cantautore romano, da Gianna a Ma il cielo è sempre più blu, da A mano a Mano ad Aida, in una festa di suoni e colori.

  • 31 AGOSTO

A PIEDI NUDI NEL PARCO

Di: Neil Simon

Organizzazione: Casa di produzione “On Broadway”

Regia: Dario de Francesco

Aiuto regia: Giorgia Piracci

Con Rossella Pantaleo, Dario de Francesco, Flavio Pomaro, Giorgia Piracci, Simone Fabiani, Florina Jankowski

Commedia teatrale di Neil Simon del 1963 (del 1967 la versione cinematografica con Robert Redford e Jane Fonda). Rappresenta uno dei capisaldi della commedia brillante americana, dove i caratteri contrapposti dei protagonisti creano un divertente, quanto profondo, racconto dell’amore e tutte le difficoltà che questo porta con sé.

R.ESTATE IN SCENA AL PARCO OASI

Via Appia Nuova 42, Terracina

Orario spettacoli: 21:30

Biglietti: offerta libera a partire da 10 euro

Per info, prevendite e prenotazioni biglietti: tel.329 8136968; mail caterinaguida1985@gmail.com

Tutti gli eventi si svolgono nel rispetto delle norme anti Covid

R.ESTATE IN SCENA AL TEMPIO DI GIOVE ANXUR

Programma spettacoli

  • 5 e 6  AGOSTO

PERFORMING 4:48

Con Serena Borelli

Regia Giorgia filanti

Audio Federico Forconi Luci Fabio Settimi

Performing 4:48 restituisce frammenti poetici   e drammaturgici del mondo artistico e umano della scrittrice Sarah Kane. Come mezzo espressivo la regista Giorgia Filanti ha lavorato con l ‘attrice Serena Borelli scegliendo di utilizzare la performance :abbattimento della quarta parete, contatto diretto con il pubblico e soprattutto l’ utilizzo del corpo sollecitato da suggestioni musicali elaborate ed emotivamente coinvolgenti curate dal musicista Fefo Forconi . Parleremo della vitalità, della smania di vivere e del lato tragicamente  umano della sua breve esistenza :il suo amore marcito per una donna che l’ha lasciata sola, la frenesia con cui si rivolge alla madre, il dottore che l’ha tradita, l’accusa verso un certo tipo di psichiatria di abusi farmacologici , il corpo di una donna in cui lei non si riconosce più.

  • 10 AGOSTO

MIMI’ PER ME-Omaggio a Mia Martini

Scritto e diretto da Maria Carolina Salomè

Con Maria Carolina Salomè voce solista

E con  Gigi Zito direzione musicale e batteria, Gianni Ferretti alle tastiere, Pino Soffredini alla chitarra e Stefano Scoarughi al basso.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Maria Carolina Salomè ,ripercorre la carriera di Mia Martini attraverso le canzoni più importanti della sua discografia,  dagli anni dei primi grandi successi, passando per gli anni bui della superstizione, fino alle ultime perle musicali.I brani degli autori che scrissero per Mimì – lei stessa autrice di grande sensibilità – da Ivano Fossati a Franco Califano, da Bruno Lauzi a Chico Buarque de Hollanda, delineano la forma di un concerto nel quale i momenti dei racconti della Salomè, accompagnano con discrezione, quasi come una notazione a margine, la musica e le immagini dei testi. La vita di una grande artista incrocia quella di una ragazzina che sogna di diventare una cantante, la prende per mano e non la lascerà mai più.

  • 19 AGOSTO

LA MORTE DELLA PIZIA

di Friedrich Dürrenmatt

con Daniele Pecci

e Chiara Di Benedetto (violoncello) e Anais Drago (violino)

Nella mitologia greca, la Pizia era l’eletta sacerdotessa del dio Apollo a Delfi che, seduta sul suo tripode e avvolta dal vapore, profetizzava agli uomini il volere degli dei attraverso uno solenne vaticinio. Nel racconto La morte della Pizia di Friedrich Dürrenmatt, pubblicato nel Mitmacher nel 1976, la profetessa di Apollo diventa “un’imbrogliona che improvvisava gli oracoli a casaccio, secondo l’umore del momento”, l’ultima delle pizie che appaiono come la versione antica delle cartomanti di oggi.

Nella reinterpretazione del testo firmata da Daniele Pecci nasce una rilettura laica, sottile, dissacratoria e divertente del mito greco ed in particolare del mito di Edipo. Un’ormai decrepita discendente Pizia, sacerdotessa dell’oracolo di Delfi, viene chiamata a rispondere alle domande di un giovane Edipo. Attraverso il suo sogno si intrecciano in vorticose trame l’invenzione, la casualità e il destino, tutte credibili, che manifesteranno il vero abitante di Delfi: l’enigma.

  • 20 AGOSTO

CIAULA SCOPRE LA LUNA E ALTRE STORIE

Reading a cura di Giovanni Arezzo

Con Giovanni Arezzo

Emauele Senia alla batteria e Giuseppe Senia alle chitarre

L’ attore e regista Giovanni Arezzo accompagnato dalla chitarra di Giuseppe Senia e la batteria di Emanuele Senia condurrà in un viaggio acustico e polifonico, composto da parole e note, alla scoperta di un universo costellato da “Ciaula Scopre la Luna” di Pirandello e altre avvincenti e affascinanti storie notturne, tratte dalla letteratura e non solo. Il suo racconto intimo e vibrante trae spunto da diversi autori riletti in chiave poetica e originale, con inserti di modernità e originalità accentuati dall’accompagnamento musicale e da canzoni inedite dello stesso Arezzo, anche rapper e slammer con il nome di Soulcè.

  • 25 AGOSTO

SETE

Di Walter Prete

Con Giorgio Sales

Regia di Lorenzo Parrotto

Unico interprete in scena Giorgio Sales, il quale dà vita a un meccanismo “scellerato” che coinvolge un intero caleidoscopio di personaggi: dal ristoratore all’imprenditore, dall’influencer al trader finanziario, il critico d’arte, in una sorta di gioco al rilancio in cui vince chi riesce ad aumentare di più il valore di un bene primo come l’acqua, trasformandolo in un’icona del lusso.  Una scrittura a cerchi concentrici in cui gli stessi personaggi, tornano ciclicamente sempre più inebriati dal crescere del desiderio e galvanizzati dall’incapacità di avvertire il bisogno, che però è un indicatore essenziale dell’equilibrio biologico.

Partendo da episodi di stretta attualità, passando per la riflessione di Feuerbach e Guy Debord, si giunge alla spettacolarizzazione dell’immagine che per Debord diventa momento della mediazione nel rapporto fra individui, descrivendo la parabola dello slittamento dell’essere in avere e dell’avere in apparire.

Assetati di immagini, i personaggi di SETE finiscono per non riconoscere più la vera sete, quella legata alla conservazione della vita, che resiste ad ogni tentativo di farsi ridurre in cosa.

  • 30 AGOSTO

SOLILOQUI POETICI DEL MITO “LE ALTRE EROINE”

Con Elena Arvigo

La raffinata Elena Arvigo propone Soliloqui poetici del mito “le altre eroine”, tratto da “Quarta dimensione” di Ghiannis Ritsos, una mise en space dedicata alle grandi eroine tragiche ( Elena, La sonata al Chiaro di Luna, Crisotemi).

R.ESTATE IN SCENA AL TEMPIO DI GIOVE ANXUR

Piazzale Loffredo, Terracina

Orario spettacoli: 21:30

Biglietti: 15 euro

Per info, prevendite e prenotazioni biglietti: tel.329 8136968; mail caterinaguida1985@gmail.com

Tutti gli eventi si svolgono nel rispetto delle norme anti Covid

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon