processo a pinocchio

La bellissima psico commedia noir musicale di Palotto e Spatuzzi

Nuovo Teatro Orione

20 gennaio 2018

Torna in scena, all’interno del Mindie, la prima rassegna del musical indipendente che si tiene al Nuovo Teatro Orione di Roma, Processo a Pinocchio, la fantastica psico commedia noir musicale scritto e diretto da Andrea Palotto e con le musiche originali, eseguite dal vivo, di Marco Spatuzzi.

Processo a Pinocchio è un thriller musicale di grandissimo livello globale. Ottimamente scritto, possiede tutte le caratteristiche di un giallo perfettamente congegnato in ogni ingranaggio; egregiamente diretto, riesce con precisione machiavellica a portare lo spettatore passo passo avanti in una trama che si infittisce sempre di più; superbamente interpretato da attori di grande spessore artistico; splendidamente musicato con una partitura originale e perfettamente calzante.

Andrea Palotto ha il grande merito di aver scritto un’opera da giallista, ricca di colpi di scena e di elementi che si svelano poco a poco nell’interazione dei personaggi, con un linguaggio decisamente efficace, strutturato con grande arguzia e che regala momenti di grande divertimento.

– Ogni favola inizia con “c’era una volta” e finisce con “e vissero tutti felici e contenti”

– Verrebbe da obiettare – risponde un morto.

La scena si apre con un delitto già compiuto: lo psicologo Beppe (Luca Giacomelli Ferrarini) giace defunto al centro. Vicino a lui, Pino Lorenzini (Cristian Ruiz), bugiardo cronico, unico indiziato, con in mano l’arma del delitto, un martello. Intorno a loro ci sono altri personaggi: la mamma di Pino (Nadia Straccia) algida e austera che desidera solo diventare nonna presto; Tina (Angela Pascucci), la moglie bipolare; Annamara (Elena Nieri) l’amante ninfomane e cleptomane; Lucio (Alessandro Arcodia), l’amante gay dipendente dal gioco d’azzardo.

Comincia così un processo nei confronti del bugiardo Pino, il Processo a Pinocchio del titolo, guidato dallo stesso psicologo che aiuterà Pino a ricostruire i fatti che li hanno portati a quella situazione, in un percorso di immagini che si accavallano e che giocano tra la realtà e la fantasia.

Trattandosi di un giallo, null’altro si può raccontare sulla storia, ma tutto si può dire sulla bellezza e sulla grandezza di questo spettacolo.

Processo a Pinocchio affronta le dipendenze nevrotiche umane, parlando di amore, debolezze e vizi, raccontando fratture nell’animo umano che restano nel tempo, sedimentando ed esplodendo poi tutte insieme (“Se sei uno sbaglio, puoi essere un bio figlio?”).

Tutto ciò che viene raccontato e rappresentato è vero, ma non significa che sia reale: lo spettatore è condotto nella vita di Pino, ma soprattutto nei meandri della sua mente e di quella dei suoi personaggi.

A colpire ed affascinare è l’incastro tra i vari personaggi e il collegamento delle diverse storie, tutti indipendenti in se stesse, ma inevitabilmente intrecciate tra loro e il gioco psicologico che Palotto riesce a creare nell’interazione di tutte le figure in scena.

Non mancano momenti di grande divertimento, così come momenti di introspezione.

Il tutto è accompagnato e sottolineato dalle musiche di Marco Spatuzzi che è riuscito a scrivere una partitura che va di pari passo col soggetto dando colore e sfumature ad ogni singolo personaggio e ad ogni scena.

Musiche che sono eseguite dal vivo da Federico Zylka al pianoforte, Andrea Scordia al basso e Tiziano Cofanelli alla batteria.

Lo spettacolo viene reso con grandissimo effetto e partecipazione da un cast di grandi artisti: Cristian Ruiz accompagna in ogni sfaccettatura del proprio personaggio giocando coi vari mutamenti psicologici; Luca Giacomelli Ferrarini è un contenuto e paziente psicologo che, vittima, fa da guida al bugiardo Pino che nel mare delle sue bugie ha smarrito la verità; Nadia Straccia è un’austera madre a cui dà colore e tono con la propria voce; Angela Pascucci, nei panni della moglie bipolare, è strepitosa grazie anche alla sua bellissima voce; Elena Nieri è grande, frizzante, dinamica, ed eccellente nel canto; Alessandro Arcodia confeziona molto bene il proprio personaggio.

processo a pinocchio

Processo a Pinocchio

scritto e diretto da Andrea Palotto

musiche di Marco Spatuzzi

con Cristian Ruiz, Luca Giacomelli Ferrarini, Alessandro Arcodia, Elena Nieri, Angela Pascucci, Nadia Straccia.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon