napoli-2-pic

CARA, COSA VOGLIAMO FARE PER IL WEEK END DELL’ 8 E 9 OTTOBRE?

MI PIACEREBBE ANDARE FUORI, EVADERE UN PO’,

MA ANDIAMO A… NAPOLI, SABATO E DOMENICA, CI FACCIAMO UN GIRETTO PER LA CITTA’, CI MANGIAMO UNA PIZZA COME SI DEVE, CI BEVIAMO UN CAFFE’, GUARDIAMO IL MARE DA POSILLIPO, POSSIAMO ANDARE ANCHE SUL VESUVIO O FRUGARE NEI VICOLI IN CERCA DELLA VERA ANIMA DI NAPOLI.

IL TRAFFICO, IL RIENTRO, IL RITARDO DEI TRENI … MA DI COSA TI PREOCCUPI?

IN DUE MINUTI SIAMO LA,’ AL

TEATRO SAN LUIGI GUANELLA, DA LI’ SI GIRA PER NAPOLI PER DUE GIORNI RIMANENDO COMODAMENTE SEDUTI IN POLTRONA.

PASSEGGEREMO ATTRAVERSO LE SUE EMOZIONI, I SUOI DOLORI, LE SUE RISATE, I SUOI GUAI E LE SUE MERAVIGLIE, GUIDATI DALLA SUA MUSICA, DALLE SUE TRADIZIONI, IMMERSI NELLE SUE STRAMBERIE E NEI SUOI COLORI.

DUE SPETTACOLI DIVERSI, UNO SABATO UNO DOMENICA CON ATMOSFERE E CONTENUTI DIFFERENTI.

UN BREVE APERITIVO  E POI SI PARTE… DESTINAZIONE NAPOLI!!!!!

 

Chiunque nel tempo, poveretto o gran signore, analfabeta o letterato, giovane o vecchio, italiano o straniero…chiunque sia passato per Napoli ne ha serbato nel cuore un ricordo indelebile, Napoli si può amare od odiare…ma non si dimentica.

Napoli in due parti una sabato sera 8 ottobre 2016 alle ore 21,00 ed una domenica pomeriggio 9 settembre alle ore 18,00. Due spettacoli diversi che ci consegnano
una Napoli dalle diverse sfaccettature e dai mille colori.

Gioacchino Maniscalco, attore di cinema e teatro, doppiatore di lunga e brillante carriera, presta la sua voce  meravigliosa alla  la lettura di alcuni testi di Fabio Salvati e Paola Nicoletti dedicati a Napoli e al cuore del sud.

 Giulia Maglione e i suoi musicisti,. Giulia è una delle voci più raffinate della capitale per quanto concerne la musica partenopea,  rivisitata attraverso originali arrangiamenti che vanno dal jazz al blues , dallo swing alla bossa nova in un repertorio che spazia dalla tradizione alla modernità, attraverso i migliori interpreti e i cantautori più amati.

Raffaele Cibelli, cantante trasformista e magistrale interprete della magia, della follia, della genialità, della creatività e dell’allegria tipicamente napoletane .

Pina Speranza e il gruppo Cilento Tarant.La danza non è solo ballare, la danza è storia, arte, tradizione, passione e amore, Questo portano sul palco Pina Speranza e il suo gruppo, il risultato di uno studio importante, di un legame profondo con la propria terra e del fuoco che brucia nelle anime del sud. Tarantella cilentana, tammuria, pizzica, nei tempi passati queste danze venivano praticate come cura per il corpo e per l’anima, noi crediamo funzionino ancora..

Dal laboratorio di Zelig e Makkecomici , Fabian Grutt monologhista puro, i cui testi comici nascono da un racconto di vita vissuta e sono caratterizzati da uno stile fulminante, una comicità del dico e non dico abilmente miscelata all’ironia napoletana.

L’ironia e l’umorismo tragicomico della commedia napoletana di Scarpetta e del genio di Totò,  negli estratti  L’ AVARIZIA e ‘A PAZZA CO E PEZZE, rivisitati e interpretati  da Andrea Conti e Cristina Avagliano

 

 

napoli-2-pic

 

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon