musicl11

 

Si è concluso in grande stile lunedì 11 maggio, al Teatro Golden, MUSICALmente la rassegna dedicata al Musical ideata e scritta da Massimo Natale, Ennio Speranza e Stefania Fratepietro.

A fare gli onori di casa la energica, frizzante e iperattiva Stefania Fratepietro, una delle più belle voci del Musical italiano e il simpaticissimo, elegante e talentuoso Maestro Marco Bosco.

MUSICALmente è stato un grande, immenso percorso attraverso la storia del Musical che si è svolto a puntate tematiche.

Sono stati celebrati i lungometraggi musicali a cartone animato; le musiche dei più grandi compositori del ‘900, quelle dei film musicali e dei musical più famosi di Broadway; sono stati fatti rivivere i duetti più significativi del mondo del Musical.

In questo ultimo appuntamento, dal sottotitolo Be Italian, invece, protagonista è stata la produzione italiana a partire dalle indimenticabili Commedie musicali di Garinei e Giovannini fino all’Opera popolare moderna.

Una serata all’insegna della colonna sonora della nostra vita e della celebrazione dei più grandi, e sono tanti, prodotti del genio e del talento italiani.

MUSICALmente – Be Italian è stata un’enorme festa in famiglia, che ha goduto della presenza di tantissimi ospiti eccelsi, tutti grandissimi protagonisti di lavori di immenso valore; professionisti che danno lustro alla tradizione della produzione del teatro musicale in Italia.

Una festa leggera e divertente, anzi entusiasmante per chi ne è stato protagonista, ma anche per lo spettatore.

Perché tra i tanti pregi di questa manifestazione, forse uno su tutti è il più importante: che pur parlando di celebrazione, perché di questo si è trattato, termine usato per conferire una certa solennità quasi sacra all’evento, si può certamente dire che non si è caduti nell’autocelebrazione!

Non si è trattato assolutamente di un evento autoreferenziale; certo si può dire che il Teatro musicale abbia festeggiato se stesso, ma ancora meglio sarebbe dire che i protagonisti del Teatro musicale hanno celebrato lo stesso, rendendo merito e onore a questo grandissimo settore dell’Arte italiana.

Ciò che trapelava “spudoratamente” da quel palco era la gioia di condividere questa festa e la gratitudine degli artisti verso il Teatro stesso.

Non si è trattata di una gara canora o una competizione tra performer, ma della reale, sincera e spontanea condivisione di un mondo vissuto con gioia, partecipazione e gratitudine.

Una condivisione che non era solo degli addetti ai lavori, ma anche col pubblico presente in sala. E’ stato regalare al pubblico appassionato un banchetto preparato con le migliori e più pregiate portate!

Sì, esattamente un banchetto: una tavola imbandita ricca delle pietanze più gustose e succulente.

Lunghissima la lista degli ospiti che si sono esibiti sul palco e ancora più lunga quella dei brani cantati.

Innanzitutto voglio sottolineare la presenza e la partecipazione attiva dell’energico, grintoso e appassionato Maestro Gino Landi, un’istituzione vivente: un onore e una gioia vederlo sul palco improvvisare dei passi di ballo e accennare il motivo di Aggiungi un posto a tavola.

La serata si è aperta con Stefania Fratepietro, Valeria Monetti, Daniele de Rogatis e Piero di Blasio che hanno proposto un medley di Sei perfetto ora cambia, accompagnati al pianoforte da Emiliano Begni.

Poi gli allievi della Scuola Golden si sono esibiti in Gente Matta.

Successivamente la scena è stata illuminata dal ricordo dei brani di alcune tra le più belle Commedie musicali di Garinei e Giovannini: Dentro di me, Abitare una Favola, Non so dir ti voglio bene, Simpatica, Amore fermati, Merci Beaucoup, In un vecchio palco della Scala, Donna, Domenica è sempre Domenica, Soldi soldi soldi, Un bacio a mezzanotte.

Il repertorio è stato cantato da Stefania Fratepietro, Sabrina Marciano, Antonello Angiolillo e, nell’ultimo brano, con loro tre, Cesare Vangeli e il suo tip tap.

Successivamente è stato il momento di ricordare Aggiungi un posto a tavola, un caposaldo/capolavoro della Commedia musicale italiana. Cesare Vangeli, Antonello Angiolillo, Sabrina Marciano, Marco Simeoli, Silvia Delfino, Gabriele Guglielmo e Stefania Fratepietro hanno cantato i brani Sono calmo, Peccato che sia peccato, Clementina, Notte da non dormire, Consolazione, L’amore secondo te.

Sempre ricordando Aggiungi un posto a tavola, è salito sul palco Fabrizio Angelini ad interpretare il Sindaco insieme ai succitati artisti.

Una curiosità: Stefania, tra le tantissime sue interpretazioni da protagonista non annovera quella di Clementina. Quindi, ora, è come se un po’avesse fatto anche questo ruolo. Inoltre, ha lavorato spesso insieme a Fabrizio Angelini, ma non sulla stessa scena, quindi questa è stata anche una bella occasione per vederli insieme.

Proseguendo, il Maestro Dino Scuderi ha poi presentato i suoi lavori insieme ad Antonello Angiolillo e Stefania Fratepietro.

Mauro Simone ha interpretato Purpose (Avenue Q) e poi, con Stefania e Roberto Colombo Voglio andare via dal musical Pinocchio.

Niccolò Moriconi ha presentato il suo singolo Un uomo migliore.

Per la sezione Opera popolare moderna, Stefania Fratepietro ha incantato il pubblico con le versioni originali in francese di Zingara e Vivere per amare da Notre Dame de Paris e Robert Steiner ha cantato Bella e Il tempo delle cattedrali sempre da NDdP.

E’ stata poi la volta di Rugantino con la Ballata di Rugantino e con la splendida e calda voce di Andrea Perrozzi che ha incantato e commosso il pubblico con Tirollallero e Ciumachella. Poi Anvedi che paciocca e Roma nun fa la stupida stasera con Stefania.

Infine, Raffaella Misiti si è esibita col brano L’Omo mio.

L’ultimo blocco ha visto salire sul palco insieme a Stefania Fratepietro e Andrea Perrozzi, Floriana Monici.

I tre artisti si sono esibiti in un bellissimo e accalorato medley da Scugnizzi.

La magica serata si è conclusa con i saluti finali di tutti gli artisti che hanno dato vita all’evento più molti di quelli degli appuntamenti precedenti: sul palco hanno cantato e ballato Aggiungi un posto a tavola.

Oltre alla tanta ottima musica, la serata è stata occasione per raccontare aneddoti divertenti e curiosità legate ai vari spettacoli e ai vari allestimenti.

MUSICALmente è stato un evento di più serate unico e prezioso; un modo per celebrare e festeggiare una forma di spettacolo e di Arte che coinvolge un pubblico sempre maggiore e sempre più appassionato.

C’è da riconoscere che quando Stefania Fratepietro organizza un evento si tratta sempre di qualcosa di particolarmente bello, emozionante e dall’ottima riuscita. Amici, addetti ai lavori e pubblico si mobilitano per essere presenti e per godere insieme della reciproca compagnia e dell’Arte che viene rappresentata.

Sono certo che nuove grandi sorprese ci aspettano per il prossimo imminente futuro.

Io sono già pronto…e voi?

musicalmente musicalmente

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon