accademia il sistina

Sabato 16 settembre 2017, presso il Teatro Sistina, è andato in scena lo spettacolo di fine corso estivo degli allievi del secondo anno dell’Accademia di musical del Teatro Sistina, dedicata ai ragazzi da otto a sedici anni, dal titolo Il sogno si sta avverando.

Dopo un’estate trascorsa a studiare e a misurarsi con coraggio e passione con le tecniche dello spettacolo, guidati da esperti professionisti, questi giovani allievi hanno avuto la grande occasione di potersi esibire su un palco allo stesso tempo desiderato e temuto da tutti, quello del Teatro Sistina.

Si è trattato di un doppio spettacolo, in quanto diviso in due parti distinte: un primo atto, dal titolo Divagazioni sull’amore e un secondo atto in cui questi giovani aspiranti attori di musical si sono cimentati con la “School Edition” di Mamma Mia.

Entrambi gli spettacoli sono stati diretti dalla mano esperta e dalla mente creativa di Andrea Palotto, uno tra i più originali giovani autori e registi della scena contemporanea.

E’ in particolare nella prima parte dello spettacolo che l’estro creativo di Palotto ha potuto esplicarsi con liberalità e originalità creando una bellissima e decisamente riuscita commistione di generi e musiche.

In Divagazioni sull’amore, infatti, Andrea Palotto ha riunito e sintetizzato due grandi storie d’amore, molto vicine tra loro per trama, ma diverse per molti aspetti, tra i quali ambientazione, tessitura e composizione musicale: Romeo e Giulietta e West Side Story.

Palotto, affiancando le due storie, è riuscito a darne una rappresentazione unica e allo stesso tempo multiforme. Unica perché è riuscito a raccontare le storie come se avvenissero contemporaneamente su due livelli paralleli, multiforme perché sulla scena troviamo diversi personaggi “replicati” che rappresentano le stesse scene in sequenza. Abbiamo così tanti Romeo e tanti Tony, diverse Giulietta e Maria, e tante nutrici che interpretano contemporaneamente la stessa scena alternandosi nelle battute.

Il tutto, come se non bastasse, viene rappresentato utilizzando come colonna sonora portante le musiche dei mitici Queen con bellissimi arrangiamenti. Idea geniale e perfettamente azzeccata.

I ragazzi e le ragazze hanno affrontato questa prova con grande determinazione, riscuotendo un enorme e meritato gradimento del pubblico, non solo perché composto anche dalle loro famiglie, ma perché realmente coinvolto e colpito dall’alto livello della prestazione.

Sono stati bravi ad eseguire bellissime coreografie moderne, tra pop e hip hop, oltre ad esprimersi nella recitazione e nel canto (molto belle le armonizzazioni) rispondendo punto per punto alle esigenze sceniche e agli obiettivi, rispettando la simultaneità dettata sia dalla multidisciplinarietà che dall’impostazione stessa dello spettacolo e donando organicità al tutto dall’inizio alla fine, senza esitazioni.

Il secondo atto ha visto gli allievi protagonisti di Mamma Mia School Edition. Hanno avuto il privilegio di poter portare una versione, ridotta, del famosissimo musical che vedremo presto in scena al Teatro Sistina, prodotto da Massimo Romeo Piparo, direttore artistico del teatro. Hanno potuto studiare sullo stesso testo, cantare le stesse canzoni tradotte in italiano, usare le stesse scenografie, ma, soprattutto, provare affiancati dal cast italiano.

Una prova sicuramente difficile perché Mamma Mia è uno spettacolo per certi versi più adulto, ma affrontata con piglio e grande divertimento.

Anche in questo caso è valso lo stesso principio dell’interpretazione dei due personaggi femminili principali in alternanza tra più ragazze, donando ogni volta sfaccettature e interpretazioni diverse.

Nel complesso, Il sogno si sta avverando è stato un piacevolissimo spettacolo in cui protagonisti sono stati la passione, l’affiatamento e la preparazione di un grandissimo gruppo di lavoro composto da giovanissimi.

Ovviamente ognuno di loro ha delle specificità diverse: c’è chi spicca maggiormente nel canto, chi nella danza, chi nella recitazione. Alcuni elementi dimostrano di possedere già una certa compartecipazione di abilità che potrebbero nel tempo e con lo studio portarli ad essere artisti completi. Nonostante non siano tutti allo stesso livello, hanno vinto l’impegno, lo sforzo, la determinazione e lo spirito di gruppo che hanno permesso di rappresentare un bellissimo e piacevolissimo spettacolo.

 

accademia il sistina accademia il sistina accademia il sistina accademia il sistina

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon