colpo di scena

Colpo di scena! Mille luci sul Varietà è uno dei due spettacoli che gli allievi del secondo anno della CTC, Casa del Teatro e del Cinema, diretta da Claudio Insegno, hanno presentato come esibizione di fine anno a maggio al Teatro Porta Portese di Roma.

Ieri i ragazzi hanno riproposto il loro lavoro al Teatro Marconi all’interno della rassegna estiva del Marconi Teatro Festival, davanti ad un vero pubblico che ha dimostrato di aver gradito con soddisfazione.

Colpo di scena! è un lavoro che, a distanza di nemmeno due mesi dalla prima rappresentazione, asciugato in alcune parti e decisamente più fluido, appare ancora più curato e pulito, segno di un costante impegno dei ragazzi e dei loro docenti, primo fra tutti Marco Simeoli qui nelle vesti di regista.

Lo spettacolo costituisce per questi giovani e bravi allievi attori una prova importante e impegnativa che li vede protagonisti di una sfida con i cavalli di battaglia dei grandi protagonisti del cinema, del teatro e della televisione italiani.

Si presenta come un Varietà e come tale unisce momenti di leggerezza a momenti più intensi e intimi, passando da canzoni popolari a monologhi coinvolgenti, da balli con piume e pailletes a divertenti gag.

Il tutto condotto dal presentatore/complice Simone Gallo, altro docente della scuola, a fare allo stesso tempo da anello di congiunzione tra i vari momenti e disturbatore, e arricchito dalle coreografie di  Alina Person.

I ragazzi hanno portato sul palco il frutto di un percorso che li ha visti impegnati in questo anno accademico, dimostrando, seppur a livelli diversi e con risultati differenti, ottime doti interpretative, buone qualità canore e buona presenza scenica.

Si sono esibiti in momenti corali come l’opening con Buonasera signorina e Tu vuò fa’ l’americano e la chiusura con Eri piccola così che, ribaltata al femminile, diventa Eri piccolo così, cantata da Chiara David e il trascinante numero finale con Colpo di scena.

Ognuno, poi, ha avuto modo di dare dimostrazione di sé, da solo o in coppia, attraverso pezzi di repertorio storici: Matteo Magazzù e Stefano Dattrino hanno fatto ridere e divertire con una bella versione di Come porti i capelli bella bionda di Cochi e Renato; Nicola Curti ha riproposto con grande intenzione una versione recitata di Ti lasci andare di Aznavour; Lorenza Giacometti ha conquistato col celebre monologo di Monica Vitti Che cos’è un attrice ; il bravo Stefano Dilauro, in coppia col brillante Lele Nardozi, che gli fa da valida spalla, è stato un divertentissimo Innamorato insicuro, personaggio portato alla celebrità da Walter Chiari e ha interpretato poi, con grande verve e simpatia, il brano Chiarina mia di Vittorio Marsiglia.
Beniamino Presutti ha recitato con intensità il monologo Mio padre è morto a diciotto anni partigiano di Roberto Lerici che fu interpretato, tra gli altri, dal grande Gigi Proietti; Matteo Magazzù, fantastico, con la sua faccia di gomma dalle mille espressioni e grande padronanza dialettica, ha strabiliato col pezzo La canzone delle cose morte di Ettore Petrolini; Claudio di Paola si è cimentato con il difficile monologo di Giorgio Gaber dal titolo La cosa; Nicola Curti, Matteo Magazzù e Lorenza Giacometti, hanno divertito con la scenetta de l’Onorevole dal medico portata al successo da Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello.

Poi tanti altri numeri ancora.

Lele Nardozi, con naturalezza, scioltezza e grande simpatia ha eseguito alla tastiera i brani musicali e interagito coi suoi colleghi.

La regia di Marco Simeoli è riuscita a collegare con semplicità e fluidità i vari momenti dello spettacolo, alternandoli col giusto ritmo.

Le coreografie di Alina Person sono state semplici, ma efficaci e hanno riprodotto quella piacevole spensieratezza del Varietà di altri tempi.

Piccoli artisti crescono, imparano, sperimentano, si mettono alla prova in tanti lavori al di fuori della scuola, cercando di conquistare per se stessi uno spazio nell’ampio e difficile mondo delle Arti.

Fino ad oggi hanno avuto alle spalle la guida e il sostegno di grandi e attenti insegnanti, domani dovranno andare avanti da soli.

 

 colpo di scena

Colpo di scena! Mille luci sul Varietà

regia Marco Simeoli

con Nicola Curti, Stefano Brino Dattrino, Chiara David, Stefano Dilauro, Claudio Di Paola, Simone Gallo, Lorenza Giacometti, Matteo Magazzù,  Lele Nardozi , Andrea Alina Person, Beniamino Presutti.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon