EDIPO IL MITO - G. Mauri e R. Sturno (1)

Al TEATRO ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico)

Via F. Redi, 1/a

Dal al 9 dicembre 2018

venerdì e sabato ore 21,00 – domenica ore 17,30

La Compagnia Mauri Sturno

presenta

Glauco Mauri   e  Roberto Sturno

in

EDIPO

il mito

nel teatro  nella letteratura  nella musica

reading di brani da Sofocle, Dürrenmatt, Seneca, Tucidide, Cocteau

musiche a cura di Giovanni Zappalorto

eseguite dal vivo da Giovanni Zappalorto  (tastiera)  e  da Francesca Salandri  (flauto)

a cura di Andrea Baracco

EDIPO IL MITO - G. Mauri e R. Sturno (1)

Dal al 9 dicembre 2018, al Teatro ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico) di Roma (via F. Redi, 1/a), la Compagnia Mauri Sturno presenta Glauco Mauri e  Roberto Sturno in EDIPO – il mito nel teatro  nella letteratura  nella musica, reading di brani da Sofocle, Dürrenmatt, Seneca, Tucidide, Cocteau. A cura di Andrea Baracco. Musiche a cura di Giovanni Zappalorto eseguite dal vivo da Giovanni Zappalorto  (tastiera)  e  da Francesca Salandri  (flauto).

Glauco Mauri e Roberto Sturno in una lettura-spettacolo intensa e suggestiva per approfondire più compiutamente il mito immortale di Edipo. Mito antico e profondamente radicato nella cultura occidentale e universale, fonte di ispirazione della poesia greca e della letteratura di tutti i tempi. Molti autori, classici e contemporanei, si sono misurati con la riscrittura appassionata della figura di Edipo, e nel Novecento ha avuto, soprattutto dopo la formulazione del concetto di “complesso di Edipo” ad opera di Freud, un ruolo di primo piano nella storia del pensiero. Edipo Re è stato musicato da Igor Stravinskij e molti grandi musicisti hanno scritto le musiche di scena per Edipo a Colono. Le due tragedie-capolavoro di Sofocle toccano gli strati più profondi della natura umana. Edipo è parricida ma è vittima del fato, la sua onestà intellettuale e morale lo porta a cercare ostinatamente la verità, e alla fine del suo lungo cammino comprende se stesso, la luce e le tenebre che sono dentro di lui, ma afferma anche il diritto alla libera responsabilità del suo agire. Glauco Mauri e Roberto Sturno, nella serata dedicata al Mito di Edipo, offrono una emozionante e intensa lettura di brani tratti da Edipo Re e Edipo a Colono di Sofocle, La morte della Plizia di Friedrich Dürrenmatt, Edipo di Seneca, La guerra del Peloponneso di Tucidide (libro II), La macchina infernale di Jean Cocteau. Arricchiscono e integrano i momenti drammaturgici gli interventi musicali a cura di Giovanni Zappalorto, eseguiti dal vivo dallo stesso Zappalorto alla tastiera e da Francesca Salandri al flauto. Il coordinamento fra parole e musiche è affidato alla cura di Andrea Baracco.

TEATRO ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico)

Via F. Redi 1/a – 00161 Roma – Tel./ Fax 06.44248154 -e-mail: info@teatroarcobaleno.it

sito: www.teatroarcobaleno.it

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon