ANNI 60 70 80
Di Gio Tortorelli
Cantata da Gio Tortorelli e Vittorio Matteucci
 
(Louis Armostrong, messaggio indelebile)

Un motivo accattivante, orecchiabile, fresco, leggero e di presa immediata.

In questa canzone i due amici celebrano l’amore per la musica che accompagna le loro vite da sempre, sin dal momento in cui hanno sentito uscire la prima nota dalla tromba di Louis Armstrong.

Sulla scia di un piacevole motivo, raccontano la loro vita passata a fare musica: curiosi, ingenui, un po’ distratti, a volte hanno perso, ma sono ancora qui a cantare le gioie che hanno vissuto.

Di acqua ne è passata sotto i ponti, giù dal cielo per chi come loro ci ha sempre creduto e non si è mai pentito. Son diventati grandi senza accorgersene, perché chi fa musica, chi fa arte, non invecchia mai; la musica ormai batte nel cuore come il sangue e come il sangue dà ossigeno e, quindi, vita.

Nonostante il trascorrere del tempo, la musica è sempre presente, sempre pronta a dare speranza, a ricordare loro il senso stesso della vita: questo amore antico che invoca un nuovo sole, tocca, morde, fugge, ma torna sempre e non li lascia mai.

Per la musica e con la musica hanno sognato, per la musica hanno sofferto; a volte si sono arresi, per fretta, impazienza, angoscia del futuro, ma la musica e il desiderio di essa sono sempre stati più forti e la scintilla ha sempre acceso fuochi facendo luce là dove l’insicurezza portava buio.

Un amore antico, quello per la musica, che come un vero Amore ti prende tutto, ti fa soffrire, ma anche ti appaga, ti riempie di doni, ti dà le gioie più grandi.

Ascolto questa canzone seducente, la sua melodia così gradevole, mi trovo a battere il tempo con il piede, accompagnandolo con l’oscillazione della testa e le dita che schioccano…ma c’è qualcosa che mi frulla nella testa.

Le cose semplici a volte sono davvero solo semplici, o, spesso, nascondono qualcosa di più profondo. Allora la sento ancora e ancora. C’è qualcosa che sin dall’inizio ha colpito la mia attenzione, ma che non sono riuscito a mettere a fuoco subito.

C’è quella citazione in inglese, c’è una musicalità che mi rimanda a qualche ricordo nascosto nella mente e poi quel riferimento ripetuto a Louis Armstrong.
Trovato!!! We have all the time in the world cantata da Louis Armstrong!

Ascolto il pezzo in inglese e poi di nuovo quello di Gio e Vittorio e capisco meglio, capisco il senso smisurato di amore per la musica che loro hanno.

Questa accattivante musica, leggera, trasporta un messaggio molto forte e pregno di significato, una grande dichiarazione d’amore per la musica: “Noi abbiamo tutto il tempo nel mondo, abbastanza tempo nella vita per scoprire tutte le cose preziose che l’amore ha in serbo. Noi abbiamo tutto il tempo nel mondo solo per l’amore, nulla di più, nulla di meno, solo amore”.

Il video, poi, è davvero simpatico e tenero, così familiare. Due amici che fanno musica in salotto: una tromba, una chitarra e due splendide voci; due compagni di avventura che si raccontano le rispettive storie d’amore.

We have all the time in the world.

Vi ricordo che potete ascoltare la canzone al seguente link:

mentre potete acquistarla al seguente link:

https://itunes.apple.com/it/album/anni-60-70-80-single/id892207392

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon