enricodamore-600x650

logo_800x800

 

Enrico D’Amore, cantante, attore e insegnante di canto moderno e musical, nasce a Brescia, ma si trasferisce giovanissimo a Roma dove comincia subito a lavorare in Mediaset per il programma Sarabanda di Enrico Papi in cui si esibirà per 4 edizioni come cantante solista ed attore in molte telepromozioni con lo stesso Papi. Nel frattempo continua il suo perfezionamento nel canto con MariaGrazia Fontana, Claudia  Arvati, Cinzia Spata, Miguel Curti e recitazione con Nini Ferrara, Gianluca Ferrato.

Il primo grande ruolo arriva con Tosca Amore Disperato del maestro Lucio Dalla, che lo sceglie personalmente per essere Cavaradossi nel musical prodotto da David Zard.

Il percorso di Enrico continua con West Side Story; Sogno momentaneamente Broadway; Opinioni di un Clown; Jesus Christ Superstar con la regia di Fabrizio Angelini. Poi di nuovo l’incontro con Lucio Dalla e il lavoro Beggar’s Opera.

Successivamente arrivano tantissimi altri lavori: Pippi Calze Lunghe; Sweeney Tood; Wojtyla Generation; Trasteverini; Raffaello e la leggenda della Fornarina; Fantasmi a Roma; I Promessi Sposi; Canterville; Musical Fever.

Enrico collabora anche alla sesta edizione di Aggiungi un posto a tavola come collaboratore artistico; E non finisce mica il cielo, bellissimo psicodramma con le fantastiche musiche di Mia Martini; Ho sognato un sogno, spettacolo sulla Shoah.

Inoltre Enrico è stato direttore del casting di Georgie il musical.

Ancora: Rocky Horror Picture Show; Tutti al Macello; Beatrice Cenci; Romeo e Giulietta. E’ stato Direttore Artistico e realizzatore dei Musical: Italy True Love; Rock’n’Pop; 80’s Night; MusicALL. Enrico ha cantato in alcune manifestazioni benefiche con Massimo Di Cataldo, Alexia e un concerto di Natale coi Neri Per Caso! Ha partecipato con piccoli ruoli in film o fiction come Don Matteo; Capri III; Io non dimentico; Il bello delle donne; Caterina e le sue figlie; e pubblicità come Eridania, Geox, SISAL.
Enrico collabora con diverse scuole e accedemie di teatro come docente di Vocal Power Method autorizzato tramite attestato dalla Accademia Vocal Power di Los Angeles di Elizabeth Howard.

Oggi, Enrico D’Amore è a una svolta del suo percorso artistico e ha deciso di dedicarsi ad un progetto in cui crede tantissimo investendo tutto se stesso mettendo la propria esperienza al servizio degli altri: il Musical Power Camp.

Ho pensato di farmi raccontare direttamente da lui di cosa si tratta e quali sono le motivazioni che lo hanno portato a fare questa scelta e quale il cammino che intende intraprendere e proporre agli altri.

Ho deciso di intraprendere questa nuova avventura dopo una attenta analisi dei miei 20 anni di permanenza a Roma.

Ho capito che nella vita è fondamentale sfidarsi e creare prodotti differenzianti. Puntare su quello in cui si crede fermamente e mi sono chiesto per molto tempo come e cosa avrei potuto fare per aiutare chi, come me, vuole stare sul palco ed essere assolutamente al top, sia tecnicamente che emotivamente.

Anche io ho dovuto fare i conti con la timidezza, il giudizio altrui, e specialmente il mio, tutte le stupidaggini che mi raccontavo, che mi raccontavano, la paura di non farcela e di non riuscire ad apprendere gli strumenti necessari.

Finchè non apriamo gli occhi, passiamo un sacco di tempo a farci condizionare da chi ci circonda con le sue parole e teorie. A volte queste persone agiscono con malizia e a volte no, ma accade che ci affidiamo, ci fidiamo e ci condizioniamo totalmente. Ragioniamo e agiamo di conseguenza a quello che ci dicono che dobbiamo fare o essere.

E’ SBAGLIATO. Non è giusto per la nostra natura che con sincerità vorrebbe essere altro, o addirittura tutt’altro. Rimaniamo nella nostra nicchia e non possiamo neanche esprimerci, dire la nostra, creare ed essere noi stessi.

Questo è il tema principale su cui si basa questo corso: il Musical Power Camp.

Negli ultimi anni ho anche avuto la fortuna e possibilità di portare in scena delle mie creazioni. Sono stato direttore artistico di due prestigiose strutture turistiche. Ho dovuto, con grande entusiasmo, mettermi in gioco, sfidarmi e fare i conti col mettere in scena dei prodotti che potessero soddisfare la clientela internazionale, la società che ha creduto in me e tutto il cast a disposizione.

La fatica è stata enorme e ciò che ho tratto da questa esperienza è stato incredibile. Ho ancora più capito cosa c’è dietro la forza delle decisioni.

Se tu hai un focus ben preciso, hai un sogno e hai capito che lo vuoi ed è giusto per te, qualcosa di incredibile accade. Il potere delle decisioni è sconvolgente. Ho trovato molte difficoltà come è giusto che sia in quella esperienza, ma la determinazione, la strategia, lo schema e una grande pazienza mi hanno portato all’obbiettivo.

I miei spettacoli sono andati in scena, sono piaciuti ad ogni pubblico e alla Società. Ho confermato certe mie attitudini e la capacità organizzativa e di comunicazione con il cast, altro aspetto fondamentale. Entrare in empatia con le persone, carpirne le esigenze, bisogni, paure e via dicendo mi ha aiutato molto.

Già da tempo mi ero anche avvicinato ad un certo tipo di studi sulla crescita personale, la capacità di conoscersi ed agire, la comunicazione, e via dicendo. Con l’esperienza della direzione artistica ho deciso di approfondire molto di più.

Tempo dopo è arrivata un’altra fondamentale occasione.  Pippo Flora, l’autore delle musiche dei “Promessi Sposi Opera Moderna” di Michele Guardì, mi affida l’intero allestimento scenico di una nuova versione semi concertistica oltre a scegliermi per interpretare finalmente il ruolo di Renzo. Il tutto da portare in scena al teatro Pirandello di Agrigento, davanti al sindaco, allo stesso maestro Flora, buona parte della redazione di Michele Guardì, e di conseguenza a lui stesso.

La pressione era tanta. Ho dovuto occuparmi di tutto. Oltre all’allestimento, le luci, l’audio, l’organizzazione, e naturalmente – fondamentale – la comunicazione con il cast. Ho incontrato persone fantastiche e anche i miei colleghi che hanno potuto aderire al progetto sono stati incredibili.

Il risultato è stato pazzesco. Tutto ha funzionato e l’accettazione e gradimento dello spettacolo sono stati condivisi da tutti. Naturalmente ero al settimo cielo. Anche questo tassello ha fatto continuare nella mia testa il desiderio di creare il Musical Power Camp.

Questo corso è per chi, oltre a voler salire sul palco, perché è lì che lo porterò, vuole sfidarsi e vincere la propria sfida personale di superarsi.

È possibile farlo, basta solo DECIDERE di agire. E’ un corso per chi vuole essere autentico, libero. Lavorare in un ambiente privo di giudizio, specialmente quello che noi spesso ci auto-attribuiamo flagellando la nostra autostima e depotenziandoci praticamente in tutto.

E’ un corso che raggruppa un gruppo di pari che corrono coesi verso il proprio successo.

Sarà un luogo dove ci si ispirerà a vicenda per crescere insieme, me compreso. La forza dell’unione sarà visibile sul palco, ne sono certo. Questa sarà una grande differenza.

Le paure e gli errori saranno strumenti che genereranno la motivazione a migliorarsi, crescere e capire ancora di più che si può vincere. Sarà un gruppo di persone fondamentalmente libere, che avranno capito che tutto ciò di cui hanno bisogno è dentro di loro. E, altra cosa fondamentale, avranno sempre in testa questa frase: “Agisci per stupire e non per eseguire”, che tempo fa mi è stata regalata e ha cambiato il mio modo di vedere le cose.

Lavoreremo su tre fasi, tre moduli, in cui, dalla tecnica, passando per la parte che ho chiamato teatralizzazione, arriveremo al palco.

Nella fase uno insegnerò il metodo Vocal Power di Elisabeth Howard, insegnante di grandissima esperienza, fondatrice dell’omonima accademia, vocal coach di Sting, Lionel Ritchie e di numerosi artisti che hanno calcato i palcoscenici di Broadway. Inizieremo dalla respirazione, il sostegno con il fondamentale esercizio del down and out per assicurare un’emissione naturale e controllata, per poi passare all’impostazione delle corde vocali, l’articolazione, le dinamiche, il vibrato, i colori, le risonanze, gli effetti speciali, il belt mix, il lower mix… insomma, tutti gli ingredienti necessari per  insegnare ad avere un voce potente, espressiva, flessibile e assolutamente sana!

Poi inizieremo a lavorare sulla parte scenica. Gli esercizi  saranno numerosi e qui ne cito alcuni: training di movimento scenico, espressività corporea, gestione dello spazio scenico, memoria sensoriale, coesione del gruppo, gestione delle intenzioni, visualizzazioni, il lavoro sul personaggio, e tanta tanta improvvisazione! Lavoreremo su quadri tratti da Musical esistenti ma non solo. Grazie alla fantasia degli allievi creeremo scene che li vedranno protagonisti, sì, protagonisti di quello che avranno immaginato e sognato. E’ importante ricordare che la forza di questo progetto sta anche nel rendere ognuno libero di essere quello che è davvero!

Arriviamo alla terza fase, la più entusiasmante!

Da qui  prepareremo la strada verso il  palco, gli allievi sprigioneranno i risultati ottenuti da tutto quello che avranno appreso, curerò con loro ogni minimo dettaglio lasciando emergere la loro vera natura, il coraggio, la voglia e la determinazione di raggiungere il proprio obbiettivo. Allestiremo diversi spettacoli di cui ognuno potrà finalmente essere protagonista.

Con enorme piacere, Fabrizio Angelini – inutile presentarlo! – collaborerà con me in questa avventura. E’ un piacere enorme avere lui in questo mio progetto. I suoi oltre 30 anni di esperienza tra regia, danza, canto, recitazione e produzione porteranno un valore aggiunto speciale!

Miriam Bonaccorso, ballerina per me straordinaria, con la sua esperienza teatrale e televisiva si occuperà di far muovere i ragazzi! (E anche me!!!)

Il corso è in partenza sia ad Assisi, nella bellissima struttura “Rondine” diretta da Carla Brizi, che a Roma, presso il moderno Molinari Art Center diretto da Giacomo Molinari. Entrambe le strutture godono di curriculum ed esperienza nel campo speciali. Oltre ad essere strutture moderne sono  tecnologicamente pronte alle esigenze del corso per le esibizioni dei ragazzi e gli allestimenti che andremo a costruire.

Per me e per chi ha deciso di collaborare in questo progetto è un “anno zero” e il costo è assolutamente alla portata di tutti.

Un incontro a settimana da 5-6 ore (dipende dalla città) per 135 euro mensili ad Assisi e 140 a Roma. I primi 5 iscritti avranno diritto ad uno sconto del 10%. Sono previsti interessanti pacchetti per chi deciderà di dividere l’intero corso in due soluzioni o in un’unica di pagamento.

Consiglio vivamente di leggere il programma, per vedere tutte le novità che ho inserito, come ad esempio il video story, ovvero il video racconto grazie al quale ogni allievo potrà nel tempo vedere la sua trasformazione. Sarà fantastico e prezioso vedere chi era e chi è diventato. Altra novità è lo showreel, il video collage delle migliori performance di ogni partecipante, che sarà consegnto a fine corso, lo regalo io!

Se hai deciso di salire sul palco e salirci vincendo la tua sfida personale, scegli il Musical Power Camp, sarà un piacere correre insieme verso il  tuo successo, perché il tuo sarà anche il mio!

 

https://www.facebook.com/EnricoDAmoreVocalPower/

www.musicalpowercamp.com

info@musicalpowercamp.com

Primo video https://www.facebook.com/EnricoDAmoreVocalPower/videos/258272521358111/

Secondo video https://www.facebook.com/EnricoDAmoreVocalPower/videos/261881564330540/

Terzo video https://www.facebook.com/EnricoDAmoreVocalPower/videos/269810296871000/

 

01 PROGRAMMA GENERALE FASE 1 FABRIZIO ANGELINI GLI SPAZI

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon