DO IT FESTIVAL

Programma prima settimana 15 | 21 marzo 2018

 

AR.MATEATRO

Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma

 standbyme5

Biglietti: 12 euro intero; 10 euro ridotto; 8 euro studenti

Abbonamenti a partire da 32 euro

 

La prima settimana del DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro alza il sipario sul teatro di narrazione e di impegno civile, drammaturgie originali e anteprime nazionali, che affrontano temi esistenziali e sociali della quotidianità e della nostra Storia.

Una nuova sfida all’interno del panorama teatrale romano a partire da giovedì 15 marzo presso l’Ar.Ma Teatro di Roma che proseguirà fino al 15 aprile 2018 con undici compagnie indipententi provenienti da tutta Italia.

Autoprodotto dall’Associazione culturale ChiPiùNeArt, senza finanziamenti, il festival, in stretta connessione con il concorso di drammaturgia contemporanea LARTIGOGOLO, è ideato e curato da Angela Telesca e Cecilia Bernabei per promuovere nuovi drammaturghi e compagnie indipendenti provenienti da tutta Italia, intercettare proposte creative di qualità nelle realtà “periferiche” che trovano sempre meno luoghi di accoglienza e valorizzare la simbiosi tra messinscena e scrittura per il teatro.

In programma una proposta, non solo teatrale, ma più ampiamente culturale e letteraria con otto spettacoli in concorso, tre eventi fuori concorso, incontri con le compagnie aperti al pubblico e alla critica e presentazioni editoriali dei testi vincitori dell’ARTIGOGOLO 2017 e del DOIT Festival 2017, editi dalla ChiPiùNeArt Edizioni, all’interno della collana teatrale Le Nebulose.

Ogni sera al pubblico sarà proposta un’occasione di confronto con la critica e le compagnie durante i dibattiti dopo lo spettacolo e ciascuno spettatore potrà esprimere un giudizio insieme alla giuria di esperti. Particolare riguardo è assegnato ai giovani spettatori ai quali sono riservati abbonamenti ridotti e la possibilità di entrare a far parte della Giuria Giovane, che decreterà un premio speciale assegnato ad uno degli spettacoli in concorso.

 

QUESTA È CASA MIA

Giovedì 15 e venerdì 16 marzo ore 20:45

scritto, diretto e interpretato da Alessandro Blasioli

supervisione artistica Giancarlo Fares

luci Viviana Simone
scenografia Alessandro Blasioli e Andrea Frau

 

Uno spettacolo di Alessadro Blasioli |ABRUZZO

 

Miglior Interprete Maschile (premio NUOVOImaie) – Festival Dominio Pubblico, Roma – 2017

II Classificato – Festival Teatro in Corto, F. d’Arda (PC) – 2016

Miglior Corto teatrale – Festival Inventaria, Roma – 2016

Menzione di merito – Premio F. Angrisano, Sant’Anastasia (NA) – 2015

Miglior Testo, Miglior Corto e Miglior Attore – II ed. Gran Premio 2.0, Roma – 2015

 

Questa non è casa mia è il racconto della sventurata storia vissuta da una famiglia aquilana, i Solfanelli, in seguito al terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo il 6 Aprile 2009; è la storia di un’amicizia, quella tra Paolo, aquilano e figlio unico dei Solfanelli, e il suo inseparabile compagno Marco, travolta anch’essa dalla potenza della natura e dall’iniquità dell’uomo.

Il monologo, di carattere civile, è la naturale evoluzione del corto teatrale “A Vostra completa disposizione!”, vincitore di diversi premi e riconoscimenti; mediante la tecnica del Teatro di Narrazione e l’utilizzo di una scenografia scarna, sono raccontati i momenti successivi al sisma e le scelte dello Stato per farvi fronte attraverso gli occhi del giovane Paolo: gli hotel della costa, le tendopoli ed il progetto C.A.S.E., il Movimento delle Carriole, le New Town.

Un punto di vista nuovo che avvicina il pubblico alla realtà aquilana, evidente vittima dell’inefficienza della macchina statale prima ancora che della Natura, in uno dei Paesi Europei a più alto rischio sismico.

“Dopo L’Aquila, Onna, Paganica, dopo Amatrice, Accumoli, Arquata,dopo la scuola di San Giuliano di Puglia,dopo il terremoto dell’Emilia, dell’Irpinia, del Friuli, cos’altro ancora dobbiamo aspettare, prima di reagire?”

 

EVENTO OSPITE in collaborazione con il TRAM | Teatro Ricerca Arte e Musica di Napoli (Esponente della rete di promozione Teatri DOIT Festival)

REGINE SORELLE

Sabato 17 ore 20.45 e domenica 18 marzo ore 17.30

drammaturgia e regia Mirko Di Martino

con Titti Nuzzolese

costumi Annalisa Ciaramella

assistente alla regia Claudia Moretti

 

Produzione Teatro dell’Osso | CAMPANIA

 

Maria Antonietta e Maria Carolina d’Asburgo: le figlie di Maria Teresa d’Austria, le due mogli del re di Francia Luigi XVI e del re di Napoli Ferdinando di Borbone. Due regine, due mogli, due figlie. Ma forse, soprattutto, due sorelle. Da piccole, Antonietta e Carolina erano fortemente legate l’una all’altra, ma vennero ben presto divise dal corso della storia e dalle necessità della politica. Il loro destino regale le attendeva giovanissime. Vissero da protagoniste inconsapevoli durante uno dei periodi più cruenti e importanti della storia, ma subirono la violenza della Rivoluzione Francese e la forza di Napoleone Bonaparte: Maria Antonietta venne ghigliottinata in piazza, a Parigi, al cospetto di una folla che l’aveva prima amata e poi odiata; Maria Carolina morì vecchia e sola lontana da Napoli, la città che aveva imparato ad amare.

Lo spettacolo è un monologo di teatro brillante che racconta le vite parallele di Maria Antonietta e Maria Carolina d’Asburgo utilizzando una chiave pop, moderna e colorata, divertente e giocosa, con un pizzico di nostalgia per un mondo irrimediabilmente scomparso. Le due donne furono regine, mogli, figlie, ma forse, soprattutto, sorelle. Lo spettacolo racconta queste due figure di donne eccezionali che scoprirono troppo tardi il vero significato del loro ruolo di regine. Intorno a loro si muove una folla numerosissima di personaggi pittoreschi e intriganti, famosi e sconosciuti. Ognuno, a suo modo, con le sue caratteristiche e la sua lingua, racconta un pezzo di storia di Napoli, di Parigi, d’Europa.

 

STAND BY ME. NOTTI D’AGOSTO

Martedì 20 e mercoledì 21 marzo ore 20.45

drammaturgia | regia Flavia Martino

con Gabriele Namio e Alessandra Barbonetti

Produzione Associazione Culturale Pensagramma | LAZIO

Stand by me. Notti d’agosto è una storia piuttosto semplice: due giovani, Luca e Alice, che si ritrovano in una situazione estrema e danno libero sfogo ai loro pensieri e alle loro peggiori inclinazioni.

Luca e Alice si conoscono da sempre: sono andati a scuola insieme e anche adesso condividono lo stesso gruppo di amici, il loro tempo libero, i loro pomeriggi fuori dagli impegni di lavoro e di studio, anche nelle calde notti d’agosto, quando la città apparentemente è vuota. Poi accade l’inaspettato e i due, per mettersi in salvo, sono costretti a nascondersi in una cantina e attendere che il peggio passi. Ma non sempre il peggio è quello che pensiamo.

Il racconto esula dal discorso uomo/donna: i personaggi potrebbero essere anche dello stesso sesso. La guerra, quella che conosciamo, non nasce solo per il desiderio di dominare. La guerra che vediamo intorno a noi spesso nasce dalla perdita di umanità, unico e vero centro dell’uomo. Quando smettiamo di essere umani, di ascoltare e curare le nostre crepe, come dice Luca, smettiamo anche di guardare gli altri, di ascoltarli, di vederli. Cominciamo a vivere in un mondo popolato di ombre e tutto diventa più difficile e doloroso. Perché tutti possono sembrare nostri nemici.

 

DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro

www.doitfestival.eu

in collaborazione con

LARTIGOGOLO – scrittori per il teatro

www.artigogolo.eu

 

15 | 27 MARZO 2018

3| 15 APRILE 2018

 

Ar.MaTeatro | Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma (Metro A Cipro)

Per info e prenotazioni: 06 3974 4093

Email: info@capsaservice.it

  

Si ringraziano i mediapartner

CulturaMente | Gufetto Magazine | Missioni Teatrali | Persinsala | Recensito

i Teatri della Rete DOIT Festival

Teatro Il Moscerino (Pinerolo – TO) | Ar.MaTeatro (Roma)|

Teatro Studio Uno (Roma) | Teatro Trastevere (Roma) |

TRAM Teatro Ricerca Arte Musica (Napoli) | Teatro dei Limoni (Foggia)

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon