clandestini

Clandestini

Di Gianni Clementi

Con Marco Cavallaro

Alessandro Salvatori

Andrea Perrozzi

Antonia Renzella

Regia di Vanessa Gasbarri

Al Teatro De’ Servi fino al 29 marzo 2015.

In un futuro non troppo lontano e nemmeno tanto assurdo il mondo si è ribaltato: l’Europa ha sfruttato, sperperato ed esaurito tutte le proprie risorse e l’Africa è diventato il più grande paese in espansione grazie alle sue enormi risorse, soprattutto petrolifere, trasformandosi in una nuova potenza economica mondiale. In questo scenario, gli europei, disperati, si vedono costretti ad emigrare su barconi e ad approdare sulle coste africane come clandestini per cercare di costruirsi un futuro migliore.

Andrea Perrozzi è Eros, romano emigrato da sei anni in Africa che per ottenere la cittadinanza ha dovuto sposare una donna africana piuttosto ingombrante, ma ricca e, grazie alle ricchezze di lei, gestisce un ristorante italiano.

Antonia Renzella è Angelica, costretta a fare la badante ad un vecchio, ma ricco signore del luogo che troppo spesso fa la mano morta; scrive poesie ed è innamorata di Eros.

Marco Cavallaro e Alessandro Salvatori sono Orazio e Silvano, due dei tanti europei disperati che ogni giorno approdano sulle coste africane in cerca di fortuna. Clandestini, vengono ricercati dalla polizia e si rifugiano nel primo posto che trovano, il ristorante di Eros.

Da qui, nascono divertenti storie che porteranno i destini dei 4 personaggi ad intrecciarsi.

Viene rappresentato uno spaccato preciso e nitido dell’Italia e dell’italianità basato su paradigmi semplici, ma efficaci. Silvano è il classico uomo d’affari milanese, dedito solo a cercare il modo di fare soldi e ottimizzare tempo e risorse; Ottavio è, invece, un pescatore siciliano, umile, semplice: le dinamiche tra i due daranno vita a scene esilaranti e battute davvero divertenti. Eros è romano, già sistemato per merito del suo spirito di adattamento e della propria furbizia, tiene i piedi in più staffe. Angelica è una donna debole e confusa, provata dalla sua situazione di precarietà, romantica e innamorata di Eros che…

Clandestini è una commedia impegnata che affronta un importante ed attuale tema con leggerezza e simpatia, senza lasciare spazio ad una cupa disperazione, ma con uno sguardo serio alle dinamiche sociali dell’emigrazione clandestina: la necessità di andare via dal proprio paese, la vita in clandestinità, l’accoglienza, la difficoltà di adattarsi e i rapporti conflittuali tra membri di una stessa etnia in un paese straniero e ostile.

Tutto questo è trattato con toni accesi e divertenti, in una gradevole commistione di comico e drammatico che mai rende la narrazione pesante o triste, piuttosto si potrebbe dire impudente, irriverente. Il risultato è una commedia su un tema sociale raccontata in maniera esilarante.

Andrea Perrozzi e Alessandro Salvatori confermano il successo del proprio sodalizio artistico e il proprio talento, allontanandosi per una volta dalla commedia musicale per cimentarsi con una prova diversa regalando momenti di grande ilarità.

Marco Cavallaro è semplicemente eccezionale portando sul palco la sua sicilianità pura e una mimica divertentissima. Sublime coi suoi Pupi…

Antonia Renzella diverte nella sua disperazione e con la sua poesia.

In scena fino al 29 marzo 2015 nella bella e accogliente sala del Teatro De’ Servi, storico e importante Teatro di Roma inaugurato nel 1957 da Eduardo de Filippo e che ha visto nascere e crescere tantissimi grandi attori del panorama italiano.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon